Mettete dei limiti alle vostre relazioni personali

Quando una relazione personale ci fa stare male, è necessario cominciare a stabilire dei limiti e imparare innanzitutto a dare priorità a noi stessi.

Provate a chiedervi: so mettere dei limiti nelle mie relazioni personali? Probabilmente vi risponderete di no.

Perché? Nelle nostre relazioni sentiamo, in genere, il bisogno di darci completamente, a rischio di farci del male e di esporci al pericolo.

Stabilire dei limiti, contrariamente a quanto pensiamo, non ci impedisce di avere un buon rapporto con gli altri, anzi è addirittura positivo.

Nel momento in cui non esiste un confine, apriamo la porta ad una serie di persone manipolatrici, tossiche, vampiri emotivi che possono complicarci la vita e farci soffrire.

Leggete anche: La trappola dell’adulazione manipolativa

Mettere limiti nelle nostre relazioni personali: perché è così difficile?

Il motivo per cui è tanto complicato radica in una serie di timori e insicurezze, nonché in convinzioni errate.

Una scarsa autostima, ad esempio, può portare a sentirci inferiori rispetto agli altri rendendo accettabili gli insulti, le umiliazioni e le manipolazioni.

In alcuni casi, non mettiamo un limite perché pensiamo di meritare tutto ciò.

Ragazza derisa da una coppia

Oppure abbiamo la paura infondata di entrare in conflitto con le altre persone, che ci disapprovino o che smettano di volerci bene.

Quindi facciamo entrare gli altri nel nostro spazio vitale e ci mostriamo sempre disposti a compiacere.

Leggete anche: Sapete distinguere un problema da un conflitto?

O forse il problema maggiore non è la scarsa autostima o il non voler entrare in conflitto con qualcuno, ma non sapere come si mette un limite alle relazioni personali.

Non ci insegnano ad essere assertivi, a comunicare o a difendere le nostre necessità. Quindi occorre imparare. Come?

  • Cominciate a dire “no” a tutto ciò che non vi va di fare o che non avete tempo di fare. Non preoccupatevi di quello che diranno, se si arrabbieranno o se saranno delusi. È importante, prima di tutto, quello che voi volete.
  • Usate la parola “io” per esprimere ciò che sentite o che desiderate. Per esempio dite “sono troppo stanco per partecipare a questo incontro”. Non utilizzate delle scuse come “ho la macchina rotta” o “domani mattina devo alzarmi presto”. Siate chiari.
  • Non scusatevi ogni volta che esprimete le vostre necessità. Ad esempio, modificate il “mi dispiace, ma preferisco stare a casa” con “preferisco stare a casa”.
  • Non giustificate le vostre opinioni o decisioni. Non c’è bisogno di farlo, anche se suscitate del cattivo umore. Fidatevi di voi stessi.

Leggete anche: L’autostima: fondamentale per essere felici

Imparate ad essere voi stessi

Per mettere dei limiti nelle relazioni personali, a volte è necessario rimparare ad essere noi stessi. Ad avere fiducia in noi, a smettere di voler piacere a tutti i costi e di cercare l’approvazione altrui.

È difficile, si sa, da bambini ci insegnano che dobbiamo piacere alle persone che abbiamo intorno.

Piccoli passi, come dire qualche “no” e impedire che ci manipolino, possono essere di grande aiuto.

ragazza sorpresa e ragazzo arrabbiato

Per fare questo, è importante mostrarci così come siamo.

In breve, rifiutarci di fare quello che non vogliamo fare, esprimere i nostri sentimenti senza sentirci in colpa o vergognarci se gli altri ci giudicano male; smettere di giustificarci costantemente è il modo per riuscirci.

Dobbiamo imparare a ricercare il nostro benessere e questo non dipende dagli altri, bensì da noi stessi.

Incominciamo, quindi, a vedere come possiamo cambiare, come imparare ad essere più assertivi per evitare che ci manipolino e come esprimere le nostre opinioni senza paura o senso di colpa.

Cominciamo da oggi a mettere dei limiti alle nostre relazioni personali?

Immagine principale per gentile concessione di © wikiHow.com

Guarda anche