Motivi per smettere di fumare e strategie per riuscirci

· 19 luglio 2018
Smettere di fumare costituisce una grande sfida e i motivi per riuscirci sono, in definitiva, superiori al falso benessere che questo vizio può procurarci. Prendere la decisione di smettere è il primo grande passo da compiere.

I motivi per smettere di fumare sono molteplici, ma il più importante è avere una qualità della vita superiore. Tuttavia, sono milioni le persone che continuano ad avere quest’abitudine, nonostante i dati dell’impatto che presuppone per la salute pubblica, le perdite umane e il suo effetto su terzi (fumatori passivi).

Di fatto, negli ultimi anni, si è osservato un notevole incremento del consumo di tabacco nel genere femminile e fra i minori di 18 anni. Sembrerebbe che le campagne di sensibilizzazione non riescano nel loro scopo, dato che il tabacco continua a essere una dipendenza con una componente sociale molto radicata nella nostra popolazione.

Nonostante le ragioni per smettere di fumare siano innumerevoli, continua a costarci molto abbandonare il consumo di tabacco. Se state pensando di lasciarvi alle spalle quest’abitudine così dannosa, in questo frangente vi invitiamo a fare il grande passo e vogliamo incoraggiarvi a scommettere sulla vostra vita con le seguenti informazioni.

Alcuni motivi per smettere di fumare

Mano che indica polmone

La maggior parte delle persone che fumano non sono consapevoli del modo in cui il tabacco può compromettere il loro organismo e di ciò che succede quando questa dipendenza va lentamente ad avere la meglio su di loro. Dati allarmanti, come il fatto che una sigaretta contiene circa 4.000 elementi chimici e 400 di questi hanno un effetto cancerogeno, dovrebbero essere una ragione sufficiente per porre fine a questa dipendenza.

Tuttavia, da un punto di vista dei benefici per il nostro organismo, vi sono molte ragioni per smettere di fumare. Alcune di queste sono:

  • Dopo 20 minuti senza fumare, la pressione arteriosa si regolarizza.
  • Dopo 12 ore, il livello di monossido di carbonio nel sangue si normalizza. Il giorno successivo, l’organismo lo elimina del tutto. E i polmoni cominciano a espellere i residui di tabacco.
  • Dopo due settimane, la funzione polmonare migliora notevolmente, motivo per cui l’affanno scompare. Questo si sperimenta quando si cammina o si corre.
  • Nel corso dei primi 8 mesi dopo aver smesso di fumare, le malattie, l’affanno e la tosse diminuiscono considerevolmente.
  • Dopo un anno, vi è un minor rischio di soffrire problemi coronarici.
  • Dopo 5 anni, diminuisce il rischio di soffrire diversi tipi di cancro, come quello alla gola, alla vescica e all’esofago.
  • Dopo 10 anni, vi è un minor rischio di soffrire di cancro ai polmoni (un 50% di probabilità in meno).

Scoprite: Scienza: un nuovo cammino verso la cura del tumore ai polmoni

Esiste un metodo efficace per smettere di fumare oggi stesso?

È importante comprendere che non esiste “il metodo” per smettere di fumare. Vi sono molte strategie che possono aiutarci nel processo di porre fine a questa pericolosa dipendenza. La cosa certa è che abbandonare il tabacco è una sfida che si deve affrontare con diversi approcci. Lavorare su questi approcci in modo globale è ciò che ci permetterà di ottenere i risultati sperati.

Approcci per liberarsi della dipendenza dal tabacco

Per abbandonare del tutto il tabacco è fondamentale mettere in atto determinate azioni che fanno capo a due approcci: psicologico e alimentare. Alcune di queste azioni per ciascun approccio sono:

1. Approccio psicologico

Ragazza che spezza sigaretta

  • Controllare i fattori sociali ed emotivi che favoriscono le voglie di fumare (stare con gli amici, fumare dopo il caffè o nelle pause dal lavoro).
  • Credersi dei “non fumatori” e dire ad amici e a conoscenti che si è smesso di fumare. Queste sono delle strategie cognitive che permettono di rafforzare la mente.
  • Imparare degli esercizi di respirazione o approcciarsi alla Mindfulness sono pratiche che aiutano a controllare la sindrome d’astinenza.
  • Offrire nuovi stimoli al cervello, fare attività fisica, iniziare a praticare uno sport.

Volete saperne di più? 5 cibi sani che aiutano a calmare l’ansia

Approccio alimentare

  • Evitare i dolci, dato che possono aumentare la voglia di tabacco.
  • Regolare l’ingestione di proteine. Non è consigliabile eccedere con queste, dato che la capacità metabolica dell’organismo è minore quando si smette di fumare.
  • Aumentare il consumo di vitamina C, incorporando nella dieta: arance, limoni, mango, kiwi, frutti di bosco, pompelmi.
  • Fare colazione poco dopo essersi svegliati, non lasciando spazio ad ansie. È fondamentale evitare il caffè, dato che è uno stimolante che rafforza il desiderio di nicotina.
  • Optare per infusioni che regolino l’ansia, per esempio l’infuso alla cannella o quello alla liquirizia, alla valeriana o alla passiflora.
  • Includere nella dieta minestre e brodi depurativi, come quello di carciofi.

Prodotti per smettere di fumare

Donna che usa spray orale

Se si desidera godere dei benefici di smettere di fumare, è necessario concentrarsi sulle strategie, sulle abitudini e sui prodotti che possono garantirci maggiori risultati. Oltre alle strategie alimentari e psicologiche precedentemente esposte, si può anche ricorrere a una varietà di prodotti per smettere di fumare che riducono la sindrome d’astinenza.

Il proposito di abbandonare il tabacco sarà possibile con molta volontà, con un adeguato approccio mentale e con alcuni dei seguenti prodotti:

  • Gomme da masticare alla nicotina: possono trasformarsi in un sollievo quando si tratta di smettere di fumare. La gomma da masticare può in qualche modo rimpiazzare il tabacco, tenendo in conto che la nicotina viene assorbita dalla membrana mucosa della bocca. È un’opzione molto utile.
  • Compresse di nicotina: basta mettersi in bocca una di queste compresse per alleviare la voglie di fumare e l’astinenza.
  • Spray orale: allevia la voglia di fumare in poco più di un minuto. Dovete applicare un paio di spruzzi all’interno della bocca e addio ansie!
  • Cerotti alla nicotina: basta collocarli sulla pelle affinché questa quantità controllata di nicotina arrivi al sistema sanguigno nel modo adeguato.

Se siete fra quelle persone che hanno fatto più di un viaggio di ritorno verso il tabacco, lo hanno lasciato dieci volte e ripreso undici, vi invitiamo a non arrendervi. Convincete voi stessi di meritare una vita più sana e libera da malattie associate al tabacco.

Trovate la strategia che meglio si adatta a voi e realizzate il vostro obiettivo. E ricordatevi che la decisione di smettere di fumare è il primo e il più importante dei passi verso una vita molto più salutare.

Guarda anche