Nei rossi sulla pelle: bisogna preoccuparsi?

· 30 settembre 2016
I nei rossi sulla pelle non sono necessariamente un problema di salute, a meno che non diano fastidio, non causino prurito e non sanguinino. In questi casi, dovete consultare subito uno specialista.

Siamo sicuri che, più di una volta, vi sarete sorpresi nel notare alcuni nei rossi sulla pelle. Sono noti con il nome di “angiomi rubino” o “angiomi ciliegia”, compaiono all’improvviso e non spariscono più.

È normale preoccuparsi quando li notiamo e quando ci accorgiamo che, da un giorno all’altro, abbiamo diversi nei rossi.

Bisogna chiarire un concetto fondamentale: questi nei rossi sono angiomi ereditari, hanno quindi un fattore genetico e, di solito, sorgono a causa dell’invecchiamento della pelle.

Nonostante ciò, il fatto che non siano cancerogeni non significa che non dobbiamo stare attenti o rispettare i controlli medici periodici.

Nel nostro articolo di oggi vi parleremo degli angiomi rubino. Siamo sicuri che queste informazioni vi saranno molto utili.

5 informazioni di base sui nei rossi della pelle

Di solito i nei rossi sulla pelle compaiono con maggiore frequenza tra i 40 e i 50 anni. Nonostante ciò, questo non significa che non possano presentarsi nei sporadici già durante l’infanzia o l’adolescenza.

Leggete anche: Eliminare le verruche con rimedi naturali

Di solito attirano subito la nostra attenzione per via del loro colore. Si tratta di una tonalità molto accesa e, per molte persone, non ha un bell’aspetto.

Infatti, è normale ricorrere ad interventi per eliminare questi “nei rubino” che tutti abbiamo ereditato dai nostri avi.

Approfondiamo a seguire.

Donna con nei rossi

Che cosa sono esattamente i nei rossi sulla pelle?

I nei rossi sulla pelle sono piccole dilatazioni dei capillari causate da alcuni problemi del sistema cardiovascolare. Di solito compaiono nella zona delle braccia e del petto.

  • Gli esperti spiegano che si tratta di un problema molto simile a quello delle vene varicose ma, al contrario di questo inestetismo, che percorre la pelle in direzione parallela, i nei rossi lo fanno in perpendicolare. Ecco perché presentano una forma rotonda.
  • D’altra parte, è necessario specificare che si tratta di tumori benigni. Sono semplici accumuli di cellule melanocitari che, a differenza dei nei, di solito non sono maligni.

Macchie rosse e nei rossi sulla pelle

Dovete ricordare anche che è possibile avere dei nei rossi oppure delle macchie rosse sulla pelle. Vediamo nei dettagli le macchie:

Scoprite anche: 7 cose che forse non sapete sul tumore della pelle

  • Anche la rosacea si manifesta con la dilatazione di piccoli capillari, ma in questo caso, hanno un aspetto più simile a quello delle vene varicose. Di solito compare in seguito agli sbalzi di temperatura o persino durante la gravidanza. La cosa positiva è che è possibile combatterla e che finisce per scomparire con il tempo.
  • Esistono anche gli emangiomi, ovvero le classiche macchie che abbiamo fin dalla nascita. Possono presentare una tonalità rossiccia o un colore tendente al viola. Si tratta di piccole malformazioni capillari che, quasi sempre, compaiono sul torso o sul volto dei bambini. Possono scomparire con il tempo o accompagnarli durante tutta la vita.

Bisogna preoccuparsi se compaiono i nei rossi?

Vogliamo sottolineare, ancora una volta, che i nei rossi della pelle non sono cancerogeni. Si tratta di tumori benigni, ma è comunque necessario controllarli tutti i giorni e prestare a questi la dovuta attenzione.

Nei rossi sulla pelle

  • Assicuratevi che non sorgano in grandi quantità in una sola zona del corpo.
  • I nei rossi della pelle non sono soliti dare fastidio. Ciò significa che, se vi fanno male o vi provocano prurito, dovete consultare un medico.
  • I nei rossi sulla pelle non sanguinano. Se vi basta sfiorarli per farli sanguinare, dovete farvi vedere da un dermatologo.
  • State attenti anche al colore e alla forma che hanno. Se, a un certo punto, quel colore rossiccio diventa più scuro o se i bordi diventano ruvidi o irregolari, vi consigliamo di parlare con uno specialista.

Che cosa si può fare per eliminarli?

Anche se, di solito, non implicano nessun rischio per la salute, c’è chi considera questi piccoli puntini un brutto inestetismo ogni volta che vorrebbe indossare una maglietta più scollata o una canottiera con le bretelle.

Donna dal medico

  • È importante sottolineare che non dovete mai cercare di eliminarli da soli o con rimedi naturali fatti in casa, perché è molto pericoloso.
  • I nei rossi sulla pelle possono arrivare ad avere dimensioni dai 6 ai 7 millimetri, sono dei capillari e, per questo motivo, non dovete mai cercare di estrarli. Sarà il dermatologo a dirvi come eliminarli.

Di solito, si usano delle tecniche con il laser, il bisturi elettrico o la crioterapia con l’azoto, che congela il neo rosso. In questo modo, non compariranno più. Queste sono tutte tecniche sicure.

Guarda anche