L’arte di non perdere la calma: 5 strategie per riuscirci

21 ottobre 2017
Affinché una discussione non faccia venire fuori il peggio di noi, è importante conoscersi bene ed essere capaci di tenere sotto controllo le proprie emozioni.

Chi più chi meno conserva nella propria memoria il ricordo di una discussione nel corso della quale ha perso la calma, in cui le emozioni hanno avuto la meglio ed è stato impossibile sostenere le proprie ragioni in maniera efficace e costruttiva.

Saper discutere –se proprio non esiste altra soluzione– non è semplice e  non si tratta di una pratica che chiunque è in grado di sostenere.

Spesso si dice che due persone non litigano se uno di loro non vuole. Tuttavia, ci sono alcuni momenti della vita personale e professionale in cui non esiste altra soluzione che iniziare questo dialogo complesso in cui abbondano i rimproveri, le versioni a confronto e le piccole tensioni.

È impossibile aver la meglio su un uomo ignorante in una discussione.

-Immanuel Kant-

È importante saperlo fare bene, con intelligenza e temperamento, senza perdere la calma per poter così disporre di una mente chiara grazie alla quale far uso di buoni argomenti e adeguate strategie con le quali trionfare.  

Oggi nel nostro blog vogliamo proporvi di applicare queste 5 strategie grazie alle quali potrete mantenere sotto controllo le vostre emozioni.

Come evitare di perdere la calma

1. Conoscere chi si ha davanti, ma soprattutto conoscere se stessi

Funambulo con cuore e cervello

Conoscere gli altri implica saggezza, ma conoscere se stessi è una vera illuminazione. Ma perché è necessario conoscere se stessi per discutere con efficacia?

Per non perdere la calma, dobbiamo lavorare sulla nostra forza interiore, sulla nostra sicurezza e sulla nostra autostima.

Se qualcuno vi dice che siete incompetenti o che avete un ego smisurato, tali affermazioni non devono ferirvi in alcun modo, perché voi conoscete bene la vostra persona.

Ciò che non è vero, dunque, non può e non deve ferirvi.

Per trionfare in una discussione, è preferibile conoscere i punti deboli dell’altra persona. Sapere, ad esempio, che chi abbiamo davanti ha una bassa autostima o che trasforma l’insicurezza in aggressività, ci permetterà di essere maggiormente rilassati, più sicuri di noi stessi.

La conoscenza e saper connettere con noi stessi e con chi abbiamo davanti ci conferisce un maggiore controllo sulla situazione.

2. In ogni discussione spegnere le emozioni negative

Per non perdere la calma durante un litigio, dovete imparare a tenere sotto controllo le vostre emozioni negative.

La rabbia, l’orgoglio, l’ira, l’astio, il nervosismo…sono tutte emozioni che ci mettono sulla difensiva e che ci portano ad attaccare l’altra persona.

Una discussione è il motivo principale per cui si perde spesso il controllo, si smette di argomentare in maniera logica e si cade nei rimproveri e nei dialoghi sterili che non portano a nulla.

Per prendere le redini della situazione, fate quanto segue:

  • Visualizzate la situazione dal di fuori, con calma e tranquillità.
  • Nulla può farvi male da lì, state bene con voi stessi, siete abbracciati dalla vostra autostima.
  • Adesso pensate a quali argomenti potreste affrontare affinché la situazione venga chiarita.

Scoprite: Correre aiuta a combattere le emozioni negative

3. Non rispondere subito, darsi del tempo

Foglio con clessidra

Nelle discussioni sterili gli interlocutori non si ascoltano, le domande si sovrappongono alle risposte e, dopo un po’, si rivolgono commenti velenosi, critiche per nulla costruttive e frasi di cui in seguito potremmo pentirci.

A cosa serve comportarsi in tal modo? Ovviamente a nulla.

  • Per dare forma a una discussione produttiva in cui siamo in grado di mantenere sempre la calma, è consigliabile prenderci il nostro tempo per rispondere. Non c’è fretta.
  • Ascoltate con attenzione ciò che l’altro dice. Analizzatelo.
  • Regolate l’impatto che può avere su di voi e, dopo, pensate a una risposta.

Tuttavia, ricordate: questa risposta non deve incrementare la tensione. 

Se vediamo che la discussione non va da nessuna parte e serve solo a rimproverare e a farsi invadere da emozioni negative, interrompiamola.

Non dimenticate che esistono discussioni che non meritano di essere affrontate.

4. Respirare a fondo

Quando stiamo in allerta, quando manteniamo una discussione, il cervello lo interpreta quasi come una minaccia.

È allora che si verificano alcune reazioni: palpitazioni, tremori, respirazione difficoltosa, bocca secca, mal di stomaco, ecc.

Per non perdere la calma durante una discussione, non c’è niente di meglio che regolare la respirazione.

A tale scopo, sarà necessario inspirare profondamente ed espirare con tranquillità. Un corpo più calmo ragiona meglio.

Leggete anche: Respirare in modo sbagliato può avere delle ripercussioni sulla salute?

5. Allenare la calma interiore: prepararsi alle sfide quotidiane della vita

Donna che medita al tramonto

La nostra vita di tutti i giorni ci chiede molto: saper discutere con efficacia, affrontare la frustrazione, le critiche e tutte le piccole avversità.

Essere preparati “dentro” ci aiuterà ad affrontare meglio le sfide esterne. A tale scopo, ci sarà di grande aiuto mettere in pratica le seguenti attività:

  • Praticate mindfulness.
  • Praticate qualche sport.
  • Canalizzare le nostre emozioni mediante un’attività artistica: scrittura, pittura, ecc.
  • Coltivare il proprio io interiore: migliorare la sicurezza in se stessi, l’autostima, lavorare sui propri valori.
  • Praticare il dialogo attivo e assertivo, aumentare il proprio vocabolario, lavorare sui propri concetti euristici, sulle strategie da utilizzare in ogni dialogo e che permettono di essere più sicuri di se stessi, più rilassati.

Per concludere, mettete in pratica questi semplici consigli. Siamo certi che la prossima volta che non avrete scelta se non quella di discutere con qualcuno, affronterete la situazione in modo efficace e competente.

Guarda anche