Non è semplice essere allegri, ma possiamo stare in pace

2 giugno 2016
L'allegria è momentanea è può essere frutto di un determinato avvenimento, dunque non è per forza di cose continua. La calma e la pace interiore, invece, sono stati d'animo meno mutevoli.

Nonostante non sia sempre facile essere allegri, non devono mai mancarci motivi per stare in pace. Ciò significa stare lontani dai conflitti e da legami esterni che rendono impossibile la nostra tranquillità.

Se ci pensiamo bene, facciamo parte di una società in cui ci viene “venduta” l’idea che dobbiamo essere felici. Tuttavia, le pressioni esterne e molte delle nostre abitudini ci allontanano da questo ideale.

Per questo motivo, è importante focalizzare il nostro benessere in un altro modo. L’allegria non deve essere associata all’obbligo di ottenere tutto ciò che desideriamo, a raggiungere le mete che abbiamo in mente e che non sempre riusciamo a raggiungere.

Per essere allegri, basta essere tranquilli, in equilibrio con i nostri cari, con ciò che ci definisce. La pace interiore è la calma del cuore che sta bene con ciò che lo circonda e non ha bisogno di altro.

Vi invitiamo a riflettere su questo.

Per essere allegri, non abbiamo bisogno di molto

L’allegria è il riflesso della felicità più intensa. Ci sono giorni in cui, quasi senza sapere il perché, ci sentiamo più ricettivi, “connessi” al nostro ambiente. Siamo felici e godiamo di ciò.

In altre occasioni, senza alcun bisogno che le cose vadano male e prendano una piega inaspettata, non ci sentiamo allo stesso modo, smettiamo di essere allegri, di sentirci bene e compare quasi all’istante il rumore di quei pensieri limitanti che tanto distruggono il nostro benessere.

Leggete anche: La bellezza autentica sta in un atteggiamento positivo

Per questo motivo, sarebbe positivo pensare per qualche istante a queste dimensioni.

Uomo su barca essere allegri

La pace interiore si conquista accettando noi stessi

Mentre l’ansia rappresenta quella corda che ci ricorda “tutto ciò che dobbiamo fare e che ancora non abbiamo fatto”, la depressione rappresenta il laccio che ci lega al passato, a ciò che abbiamo perso, alla frustrazione, al dispiacere e alle mete non raggiunte.

Perché ci dimentichiamo del presente? Questo è fondamentalmente l’errore in cui tutti noi cadiamo. Invece di accettare il “qui e adesso” e noi stessi in quanto persone, ci allontaniamo dalla nostra essenza distruggendo la nostra autostima

  • Accettate tutto ciò che avete vissuto, con ogni errore, perdita e fallimento, ma anche con ogni risultato e trionfo. Si tratta delle vostre radici, ciò che vi ha portato ad essere ciò che siete adesso. Comprenderlo è il primo passo per trovare la calma.
  • Smettete di focalizzarvi in modo ossessivo sul futuro. Non esiste, non è ancora successo, non c’è. Qui e adesso è la sola realtà che conta, quella che potete sentire, vedere e toccare.
  • Siete le persone che vedete oggi di fronte allo specchio, dunque prendete un po’ d’aria e lasciate scappare tutta l’ansia, tutta l’inquietudine. La calma e la pace interiore sono in quel punto in cui troviamo il nostro equilibrio accettando noi stessi.

La felicità è l’assenza di paura

Se mettiamo in relazione l’essere allegri con l’essere felici, è necessario tenere presente che per raggiungere questo stato basta solo smettere di avere paura.

  • Mettete da parte la paura di non essere chi gli altri sperano che voi siate. SIATE VOI STESSI SEMPRE.
  • Dimenticate la paura di fallire. Le persone imparano dai loro errori ed è necessario commetterli.
  • Dimenticate la paura di stare da soli. È molto peggio una falsa compagnia che porta all’infelicità.
  • Mettete da parte il vostro timore del tempo che passa, delle rughe, dei capelli bianchi… L’unica cosa che dovremmo temere è una vita non vissuta.
foglia a forma di cuore essere allegri

Non cercate la pace fuori da voi. Dovete cominciare dalla vostra anima

La felicità non possiamo trovarla nelle tasche degli altri né accumulando cose. Il benessere si trova dentro la persona e, per raggiungerlo, è necessario lavorare molto su aspetti psicologici ed emotivi.

  • Imparate ad allontanarvi da tutto quello che vi causa ansia e che vi obbliga ad essere ciò che non sentite di essere. A volte è necessario allontanarsi anche da certe persone.
  • Pensate che per essere calmi non avete bisogno di molte cose. La cosa essenziale è avere al proprio fianco le persone che amate e che vi permettono di essere sempre voi stesse.
  • Perdonate. Il perdono è un modo per liberarsi e per raggiungere la pace interiore che non tutti sanno mettere in pratica. Tenete presente che ogni pensiero carico d’ira o rabbia vi rende schiavi e, pertanto, vi allontana dalla pace che vi meritate.
  • Dovete capire che tutto passa e tutto cambia. Nessun dolore è permanente e nulla dura per sempre.

Accettando ciò, potremo concentrarci su quello che è importante: la nostra interiorità, il presente e la connessione con tutto ciò che di positivo e soddisfacente ci circonda.

Vi consigliamo di leggere: Alla mia età non mi importa più cosa pensano di me

Rallentate il ritmo e permettetevi di proseguire con più calma. In questo modo, sarete molto più ricettivi rispetto a ciò che vi circonda e alle vostre stesse necessità. Nonostante non sia sempre facile essere allegri, ricordate che potete comunque essere in pace.

Guarda anche