Organizzare la cucina secondo Marie Kondo

10 Dicembre 2019
I migliori consigli della guru dell'ordine Marie Kondo per una cucina impeccabile. Ecco come metterli in pratica subito.

Vi piacerebbe imparare a organizzare la cucina secondo i principi di Marie Kondo? Il 2019 è stato anche l’anno della guru dell’ordine e del suo programma “Facciamo ordine con Marie Kondo” (in onda su Netflix). In 8 puntate l’esperta giapponese offre una serie di consigli dedicati alle famiglie con bambini, il cosiddetto metodo Konmari.

Attraverso i suoi libri e il suo programma televisivo, la Kondo ha cercato di trasmettere al mondo un’interessante filosofia: “nel momento stesso in cui inizierete a riordinare, sarete costretti a resettare la vostra vita“. Scopriamo come applicare questo principio a uno spazio importante delle nostre case, la cucina.

Organizzare la cucina secondo il metodo di Marie Kondo

Siete tra quelle persone che per tirare fuori una padella devono svuotare tutta la credenza? Fate raccolta di contenitori senza tappo abbinato? Tenere pulita la cucina è una lotta quotidiana? Se avete risposto sì a queste domande, allora potrebbero esservi utili i seguenti consigli di Marie Kondo.

Minimalismo, la prima regola per organizzare la cucina

Cucina di legno con piano bianco

La prima regola della filosofia di Marie Kondo è: minimalismo. Sebbene molti amino tenere in bella vista paioli e cucchiai, in questo caso la proposta è di liberare più spazio possibile per ottenere un ambiente più sereno.

L’autrice del libro Il magico potere del riordino. Il metodo giapponese che trasforma i vostri spazi e la vostra vita consiglia di evitare elementi di ingombro sul piano della cucina, sul frigorifero o intorno ai fornelli. In poche parole, cominciate a liberare tutte le superfici di lavoro.

Fate un inventario

Per applicare il minimalismo in cucina, è utile fare un inventario di tutti gli utensili che possediamo. Spesso non ottimizziamo lo spazio e finiamo per distribuire gli oggetti tra la credenza della cucina, i mobili della sala da pranzo o  gli armadietti ausiliari.

Una volta che li avremo raggruppati, potremo individuare gli oggetti che ci servono davvero e quelli che non useremo mai. Fatto questo, si passa al terzo punto.

Disfarsi del superfluo

Dopo aver inventariato la cucina, potremo separare gli oggetti utili da quelli inutili o rotti. A questo punto, è arrivato il momento di mettere in pratica uno dei consigli più importanti di Marie Kondo: eliminare.

Tra i pilastri del metodo Konmari, troviamo la regola “conserva solo quello che ti rende felice”. Per questo motivo, se un oggetto non ha nessuna utilità o è troppo deteriorato, è meglio disfarsene. Per organizzare la cucina, l’ideale sarebbe tenere solo l’indispensabile. Approfittate di questo momento per pulire a fondo i mobili e gli utensili.

Leggete anche: Pulire la cucina: 6 semplici trucchi

Un piano di lavoro impeccabile

Cucina con piano di lavoro impeccabile
Liberare completamente il piano cucina è un passo fondamentale per fare ordine e poter pulire in pochi minuti.

Ritornando al primo punto, è importante sottolineare la necessità di un top cucina completamente sgombro. Come sappiamo, è una degli spazi più usati per preparare da mangiare. Spesso, quindi, possono cadervi tracce di olio o di cibo.

Tenervi in modo permanente bottiglie, barattoli o qualunque altro utensile, facilita l’accumulo di sporco e crea disordine. Al contrario, con un piano libero dagli oggetti, la pulizia sarà questione di pochi minuti.

Dividere gli oggetti per categoria

Essere organizzati significa anche dividere gli oggetti in base alla categoria. Tradotto in pratica, riservate uno spazio apposito ai coperchi, alle bottiglie, alle pentole, etc.

Togliere e conservare gli alimenti

Il modo in cui riponiamo e conserviamo i cibi è uno degli aspetti dell’ordine in cucina. A questo proposito, la Kondo consiglia:

  • Conservate alimenti e spezie in contenitori ermetici e teneteli bene in vista.
  • Dopo avere classificato e sistemato gli alimenti in modo razionale in contenitori e cassette, sistemate anche quest’ultimi con ordine. In questo modo saprete sempre dove trovare quello che vi serve.
  • Optate per i contenitori trasparenti che permettono di vedere il contenuto.

Leggete anche: 7 alimenti da non conservare mai nei recipienti di plastica

Organizzare la cucina: riappropriarsi degli spazi

Fare ordine è un modo per prendersi cura del nostro benessere mentale e della felicità. Sebbene molti siano sostenitori del disordine come fonte di creatività, l’armonia degli spazi domestici riflette lo stato d’animo e le emozioni dei padroni di casa. Una cucina ordinata e pulita invoglia a preparare da mangiare e a viverla di più. Pronti a fare ordine?

  • Marie Kondo. (s.f.). En Wikipedia. Recuperado el 02 de julio de 2019  de https://es.wikipedia.org/wiki/Marie_Kondo
  • Kondo, M. (2016). La felicidad después del orden (La magia del orden 2): Una clase magistral ilustrada sobre el arte de organizar el hogar y la vida. Penguin Random House Grupo Editorial España.
  • Donatelli, Giovana Cordova (2019). Movimientos anti-consumo y el método KonMari. Instituto de Arte, Diseño y Empresa – Universidad Europea.