Perché mi vengono i brufoli sulla fronte e come posso liberarmene?

Le persone che hanno i brufoli sulla fronte e che non soffrono di acne, probabilmente hanno realizzato un'igiene del viso inadeguata o utilizzato prodotti di bellezza non indicati per il loro tipo di pelle.
Perché mi vengono i brufoli sulla fronte e come posso liberarmene?

Ultimo aggiornamento: 21 settembre, 2022

I brufoli sulla fronte sono una manifestazione di acne volgare. A livello globale, si stima che fino al 9,4% della popolazione soffra di acne volgare. Tuttavia, la sua effettiva prevalenza aumenta in funzione dell’età specifica. Ad esempio, fino al 90% degli adolescenti sviluppa regolarmente brufoli sulla fronte e in altre parti del viso.

Ci sono molti falsi miti sull’acne volgare. Si pensa che sia causato solo dal consumo di cibi molto grassi. Oggi sappiamo che si tratta di un disturbo infiammatorio molto complesso, che può presentarsi in forma lieve, moderata o intensa. Esaminiamo le cause dei brufoli sulla fronte e cosa puoi fare al riguardo.

Cos’è l’acne e perché provoca brufoli sulla fronte?

I brufoli sulla fronte sono fastidiosi.
L’acne volgare è una delle condizioni della pelle più comuni.

Gli esperti definiscono l’acne volgare come un disturbo infiammatorio delle unità pilosebacee. Le unità pilosebacee raggruppano sia il follicolo pilifero che la ghiandola sebacea. L’infiammazione di queste unità provoca, tra l’altro, ipercheratinizzazione follicolare e ipertrofia della ghiandola sebacea.

Sebbene l’acne volgare colpisca la popolazione generale, è molto più comune durante l’inizio della pubertà e durante l’adolescenza. Ciò è dovuto, come indica l’evidenza, all’aumento della produzione di androgeni da parte delle ghiandole surrenali e delle gonadi. Anche perché in questa fase c’è una maggiore sensibilità dei recettori degli androgeni.

Oltre al viso, può interessare anche le seguenti aree:

  • Collo.
  • Petto.
  • Spalle.
  • La parte superiore della schiena.

Quando il corpo inizia a maturare, gli ormoni stimolano le ghiandole sebacee a sintetizzare più sebo (olio). Possono attivare le ghiandole al punto da essere iperattive, producendo sebo in eccesso e troppe cellule morte della pelle.

Quando ciò accade, i pori si ostruiscono e i batteri, in particolare le specie Propionibacterium acnes, possono rimanere intrappolati all’interno dei pori e riprodursi. Di conseguenza la pelle si gonfia e si arrossa. È così che inizia l’acne e compaiono i brufoli sulla fronte.

Studi recenti hanno scoperto che i fattori genetici e immunologici svolgono un ruolo di primo piano nella comparsa di brufoli sul viso. Contrariamente alla credenza popolare, non c’è consenso tra gli specialisti sull’influenza della dieta sull’acne volgare. Sebbene si ritenga che alimenti come latticini, grassi e cioccolato possano favorirne lo sviluppo, ad oggi non ci sono prove conclusive.

Come si cura l’acne volgare?

L’acne volgare è una malattia infiammatoria che può essere difficile da trattare. In generale, gli esperti fanno appello a due tipi di trattamenti: terapia topica e terapia sistemica. La scelta dell’uno o dell’altro dipende dalla gravità, dalle caratteristiche e dalle cause della sua manifestazione.

I farmaci per l’acne agiscono per ridurre la produzione di olio, accelerare il ricambio cellulare della pelle, combattere le infezioni batteriche o ridurre l’infiammazione. Inoltre, previene la formazione di cicatrici.

Alcuni farmaci prescritti per trattare i brufoli sulla fronte, così come quelli che compaiono su altre parti del corpo a causa dell’acne, sono i seguenti:

  • Retinoidi (come acido retinoico, adapalene, tretinoina e altri).
  • Antibiotici (come minociclina e doxiciclina, principalmente).
  • Acido salicilico, acido azelaico e acido tricloroacetico.
  • Isotretinoina.

Secondo le considerazioni degli specialisti possono essere utilizzati anche contraccettivi orali, spironolattone (soprattutto negli uomini) e terapie più complete come il rullo dermatologico, i microaghi o il laser CO2 frazionato. Poiché la maggior parte degli episodi sono lievi, la terapia topica è spesso utile per eliminare i brufoli sulla fronte.

In generale, la prognosi dell’acne è positiva quando si agisce in tempo. Farlo è di grande importanza, poiché riduce la possibilità di sequele sotto forma di cicatrici. Anche l’igiene della pelle fa parte del trattamento; e dovrebbero essere assunte abitudini come non strofinare, pizzicare o spremere i brufoli sul viso e su altre parti del corpo per evitare complicazioni.

Brufoli sulla fronte: ostruzione superficiale della pelle

I brufoli sulla fronte possono essere prevenuti.
L’igiene del viso è strettamente correlata alla comparsa dei brufoli sulla fronte.

È probabile che le persone che hanno sporadici brufoli sulla fronte abbiano mantenuto un’igiene del viso inadeguata o abbiano utilizzato prodotti di bellezza non indicati per il loro tipo di pelle per un certo periodo di tempo.

I pori della pelle sono molto sensibili allo sporco. Quando lo sporco penetra nei pori può provocarne l’ostruzione molto rapidamente, soprattutto se non vengono utilizzati i prodotti per l’igiene consigliati.

La pulizia quotidiana serve a rimuovere in profondità il grasso presente nei pori. Ecco alcuni consigli di base che ti aiuteranno a eliminare i brufoli sulla fronte:

  • Usare detergenti per la pelle delicati invece di scrub e saponi. Evitare a tutti i costi i prodotti forti o molto profumati.
  • Scegli prodotti cosmetici e per la cura della pelle comedogenici. Se un prodotto specifico ti fa venire i brufoli o i punti neri, buttalo via.
  • Evitare di strofinare intensamente il viso con l’asciugamano.
  • Acquistare creme solari senza olio.

Puoi anche ricorrere a rimedi casalinghi per l’acne volgare come aloe vera, miele, aceto di mele e altri. Questi possono aiutarti a combattere i brufoli sulla fronte quando la loro manifestazione è lieve. Come ti abbiamo già consigliato, gli episodi moderati o intensi dovrebbero essere trattati da un professionista.

L’importanza della prevenzione

I brufoli sulla fronte possono comparire per vari motivi. Ce ne sono alcuni che non possiamo controllare, ma ce ne sono altri che è in nostro potere evitare. Conosci il tuo tipo di pelle e stabilisci una routine di igiene del viso con i prodotti giusti.

Lavarsi subito dopo aver praticato sport o aver sudato eccessivamente, evitare di indossare accessori che costringono la fronte (come cappelli o sciarpe), evitare l’esposizione prolungata al sole e lavarsi frequentemente le mani sono metodi efficaci di prevenzione. Se il problema è regolare o aumenta di intensità, consultare un dermatologo.

Potrebbe interessarti ...
Alimenti che peggiorano l’acne
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Alimenti che peggiorano l’acne

La predisposizione genetica, il tipo di pelle e gli alimenti peggiorano l'acne. Prestate attenzione a quali cibi dovreste evitare.



  • Dall’Oglio F, Nasca MR, Fiorentini F, Micali G. Diet and acne: review of the evidence from 2009 to 2020. Int J Dermatol. 2021 Jun;60(6):672-685.
  • Kurokawa I, Nakase K. Recent advances in understanding and managing acne. F1000Res. 2020 Jul 29;9:F1000 Faculty Rev-792.
  • Kraft J, Freiman A. Management of acne. CMAJ. 2011 Apr 19;183(7):E430-5.
  • Leung AK, Barankin B, Lam JM, Leong KF, Hon KL. Dermatology: how to manage acne vulgaris. Drugs Context. 2021 Oct 11;10:2021-8-6.
  • Sutaria, A. H., Masood, S., & Schlessinger, J. Acne vulgaris. In StatPearls [Internet]. StatPearls Publishing. 2021.
  • Williams HC, Dellavalle RP, Garner S. Acne vulgaris. Lancet. 2012 Jan 28;379(9813):361-72.