Perché non bisogna obbligare i bambini a dare baci

· 29 novembre 2018
Se vostro figlio non vuole dare baci, non dovete obbligarlo: ve ne spieghiamo i motivi.

Per i bambini piccoli un bacio è una dimostrazione di affetto. Di solito baciano i loro genitori, fratelli o nonni come se si trattasse di un atto per dimostrare affetto. Pertanto, di fronte ad uno sconosciuto, un’azione del genere potrebbe farli sentire a disagio e dunque non è strano che si rifiutino di farlo. Non bisogna obbligare i bambini a dare baci.

Prima di obbligare i bambini a dare baci, dovremmo accertarci che si sentano a loro agio a salutare in questo modo. Il bambino dovrebbe avere l’opportunità di scegliere come salutare le persone. Potrebbe voler farlo con un bacio oppure con la mano.

Conoscere e stabilire limiti è una delle basi della crescita dei bambini. Anche questo ha a che fare con i limiti affettivi. Qualsiasi bambino può scegliere se desideri o meno essere vicino a una persona.

Alcuni genitori credono che i propri figli siano maleducati per il fatto di non voler dare baci. In realtà sono diversi i modi in cui i bambini possono dimostrare le proprie buone maniere.

Stringere la mano, salutare appena arrivati o dare una pacca sulle spalle possono essere segnali di buona educazione.

Ragioni per cui non bisogna obbligare i bambini a dare baci

È importante che i genitori mantengano una conversazione aperta con i propri figli sull’affetto e l’educazione. Le manifestazioni di affetto devono essere intese come un modo spontaneo di esprimere amore.

Le buone maniere e l’educazione, invece, dimostrano rispetto nei confronti dell’altra persona.

Famiglia felice

Sebbene i bambini debbano essere gentili con il prossimo, non bisogna obbligarli a dare baci. In tal modo saranno capaci di stabilire i propri limiti di fronte agli sconosciuti.

È importante non obbligare i bambini a dare baci, in quanto ciò può renderli vulnerabili. I piccoli possono assumere un atteggiamento molto compiacente nel dimostrare educazione e affetto. Ciò può esporli a molestie o abusi.

Gli abusi si verificano di solito da parte di persone vicine al minore e possono essere il risultato della volontà di dimostrare affetto.

I piccoli finiscono per sentirsi obbligati a compiacere e non sanno dire di no al contatto fisico.

Leggete anche: Come avere un buon rapporto madre-figlio?

Rispettate la volontà di vostro figlio

A partire da una certa età, alcuni bambini smettono di dare baci o lo fanno con minor frequenza rispetto a prima. Magari per timidezza, perché non amano le persone o, semplicemente, perché non sono dell’umore adatto.

Se il piccolo non vuole dimostrare affetto, bisogna insistere? Assolutamente no. Non bisogna obbligare i bambini a dare baci.

Mettetevi nei suoi panni e cercate di immaginare quanto sarebbe imbarazzante baciare qualcuno con cui non volete avere questo tipo di contatto. Come vi sentireste?

I baci non devono essere segnale di buone maniere

Sebbene per molti adulti il bacio sia un segnale di buone maniere e un modo per salutarsi, per i più piccoli un bacio è un modo per dimostrare affetto e, a sua volta, di essere amato.

Madre e figlio

Le buone maniere sono norme di comportamento che occorre insegnare al proprio figlio affinché vi ricorra nella vita di tutti i giorni.

Invece di obbligare i bambini a dare baci, insegnategli a dire “buon giorno” e “buona sera” tutte le volte che arriva in un posto.

I baci hanno un significato

Un bacio è una norma sociale. È abbastanza normale che quando ci si saluti lo si faccia con un bacio.

Per i bambini si tratta di una dimostrazione di affetto, pertanto non è corretto che bacino in maniera forzata.

Non bisogna obbligare i bambini a fare cose contro la propria volontà. Ancor meno li si deve far sentire in colpa per essersi rifiutati.

Non interpretate il loro rifiuto come un’offesa, interpretatelo come un punto di vista.

Potrebbe interessarvi leggere: I benefici di avere un animale in casa

Vostro figlio non diventerà una persona distante

A volte i bambini attraversano delle tappe in cui rifiutano di dare baci persino ai propri genitori o familiari vicini. Ciò non significa che diventeranno delle persone chiuse riguardo ai propri sentimenti.

Daranno i baci quando lo vorranno davvero e ne avranno voglia. Se obbligate un bambino a dare baci, riuscirete solo ad allontanarlo da voi.

Può diventare maggiormente vulnerabile all’abuso

Sebbene possa sembrare esagerato, se obbligate un bambino a dare baci quando non vuole farlo, sarà più propenso ad avvicinarsi agli sconosciuti.

Se non imparano a rifiutare il contatto fisico con altre persone sin dalla tenera età, i piccoli possono sviluppare l’idea che essere affettuosi con gli estranei sia sinonimo di educazione.

Bambina arrabbiata

Forzando un bambino a baciare è possibile trasmettergli l’idea che non sia padrone del suo corpo. È importante non trasmettere questo messaggio, in caso contrario potrebbe diventare più compiacente e passivo.

Conclusione

Affinché un bambino saluti con un bacio, è importante chiedergli direttamente se desidera farlo.

Non bisogna insistere e occorre chiarire che deve farlo solo se vuole e che si tratta semplicemente di un modo per salutare. “Vuoi salutare la tua cuginetta con un bacio?”, se risponde di no, meglio lasciarlo tranquillo.

In genere i bambini quando crescono cominciano a differenziare i baci d’amore da quelli di cortesia.

Il modo più veloce affinché imparino ciò è che osservino i propri genitori salutare tramite i baci. Così finiranno per imitare questo comportamento e per adattarsi a queste norme sociali.

Infine è necessario che i genitori mantengano una conversazione aperta con i propri figli riguardo alla differenza tra l’essere educati e l’essere affettuosi.

L’affetto deve nascere in modo naturale, non deve essere un modo per far piacere agli altri.

Guarda anche