Perché si ha freddo a mani e piedi?

24 febbraio 2015

Siete di quelli che hanno sempre le mani e i piedi freddi sebbene la temperatura esterna non sia molto bassa? Sapete perché succede? In questo articolo vi diamo la risposta curiosa a questo dubbio collegata al sistema digerente.

Scoprite come funziona la temperatura corporea e in che modo potete regolarla naturalmente.

La temperatura del corpo

In generale ci sono persone che tendono a essere più freddolose e altre più calorose, e che reagiscono in modo diverso a climi simili. Il segreto sta nella temperatura corporea; è importante cercare di equilibrarla poiché nessuno dei due casi estremi è positivo.

Le zone che di solito si raffreddano più facilmente sono le estremità, ossia mani e piedi. All’interno gli organi tendono a freddarsi: il fegato e i reni hanno più bisogno di calore, mentre lo stomaco e l’intestino tendono ad accumularlo.

Quando l’organismo deve compiere uno sforzo ulteriore in una determinata area, di solito aumenta la circolazione in questo punto causando un’infiammazione maggiore o minore che in realtà ha l’obiettivo di concentrare lì i meccanismi di autoguarigione.

Quando ciò avviene, può esserci una mancanza di circolazione nelle zone apparentemente meno vitali, che sono appunto i punti estremi del corpo.

mani gelate

L’apparato digerente

Per via di una cattiva alimentazione o di un’alimentazione continua durante l’arco della giornata, l’apparato digerente è solitamente sottoposto a un eccesso di calore poiché sta funzionando quasi ininterrottamente. Lo stomaco si vede obbligato a compiere grandi sforzi, aumentando la produzione di acidi gastrici e pertanto la temperatura.

Questi sforzi continuano poi nell’intestino. Se vi toccate la pancia, potete persino notare che la pelle è fredda, ma questo non è che un sintomo dell’eccesso di calore che c’è all’interno.

Mani e piedi sempre freddi, pertanto, potrebbero essere la conseguenza di un eccesso di calore nell’apparato digerente. Oltre al fastidio che comporta, è importante trattare questo problema principalmente per prevenire problemi articolari a lungo andare.

digestione

Si possono riequilibrare le temperature?

Certo che sì. Si può sempre e immediatamente diffondere un calore localizzato alle estremità nei seguenti modi:

  • Con bagni di acqua calda;
  • Coprendo bene le zone interessate con tessuti termici o lana;
  • Applicando creme riscaldanti a base di zenzero o cannella;
  • Facendo dei massaggi;
  • Applicando delle coperte elettriche riscaldabili o delle borse dell’acqua calda.

Nonostante ciò, dovete prendere in considerazione il fatto che questi sono solo rimedi palliativi e che se ciò che volete è equilibrare la temperatura corporea, che migliora anche la salute in generale, quello che dovete fare è facilitare il lavoro dell’apparato digerente.

pediluvio

Togliere calore al sistema digerente

Come farlo?

  • Scegliete alimenti salutari ed evitare quelli nocivi, in particolare la carne rossa e gli insaccati, i formaggi grassi, le fritture o determinati dolci.
  • State attenti a evitare quegli alimenti difficili da digerire come possono essere alcuni legumi e latticini.
  • Masticate bene gli alimenti.
  • Non mangiate in grandi quantità. Sappiate fermarvi prima di sentirvi troppo sazi.
  • Non mangiate di nuovo fino a che non abbiate finito di digerire il pasto precedente.
  • Non cenate troppo tardi o in quantità troppo abbondanti.
  • Evitate la stitichezza.
  • Se soffrite di iperacidità gastrica o di bruciori di stomaco, trattateli con rimedi naturali.
  • Alcalinizzate l’organismo.
  • Riposate un po’ dopo i pasti prima di fare degli sforzi.

Trattamento con acqua

Anche l’acqua può aiutare a regolare la temperatura corporea, ma bisogna farlo gradualmente. In generale fate la doccia con acqua calda o tiepida e progressivamente concludetela con acqua fredda che scorre su tutto il corpo a eccezione della testa. Le prime volte può durare qualche secondo, ma con il passare del tempo potete allungare questa durata di acqua fredda e addirittura alternarla con l’acqua calda.

È importante che prima e dopo la doccia non sentiate freddo in modo che il contrasto sia maggiore, e una volta finito sfregatevi bene con l’asciugamano per propagare il calore naturale.

Immagini per gentile concessione di: Taras Khimchak, Intercontinental Hong Kong e Filip Bunkens

Guarda anche