State cercando di perdere peso? Evitate queste 6 bibite

Anche se spesso non lo teniamo in considerazione, ci sono molte bevande il cui apporto calorico è molto più alto di ciò che pensiamo e che possono essere la causa di una mancata perdita di peso.

L’alimentazione è uno dei fattori più importanti per tutti coloro che stanno cercando di mantenersi in forma.

Una dieta povera di calorie, grassi e zuccheri, è il miglior alleato per combattere i chili di troppo che, oltre a danneggiare il nostro aspetto, mettono a rischio la nostra salute.


È altrettanto necessario limitare il consumo di alcune bevande che generano disturbi metabolici che ostacolano la perdita di peso.

L’elevato contenuto di calorie e additivi si accumula nelle cellule dette adipociti, generando infiammazione e difficoltà nel metabolizzare i grassi.

Il loro consumo abituale, infatti, è uno degli ostacoli per raggiungere le misure desiderate, soprattutto nella zona addominale.

Per questo motivo, oggi vogliamo elencarvi le bevande da eliminare affinché possiate sostituirle con alternative più sane.

Scopritele insieme a noi!

1. Bibite sportive

Le bevande energetiche in vendita al supermercato si impiegano di solito per aggiungere liquidi e sali minerali che il corpo perde durante l’esercizio fisico ad alta intensità.

Il loro consumo dovrebbe essere limitato agli sportivi o a chi realizza un lavoro che prevede un notevole sforzo fisico. Per le altre persone, infatti, l’apporto calorico di tali bevande risulta eccessivo.

Il loro contenuto di zuccheri, sodio e altri componenti risulta controproducente se non si pratica l’attività fisica necessaria a bruciarli.

Leggete: I 6 esercizi che consentono di bruciare più calorie

2. Bibite zuccherate

Le bibite zuccherate in vendita al supermercato, anche quelle che vengono etichettate come “light” o con “zero calorie”, sono tra i peggiori nemici per chi sta cercando di perdere peso.

Contengono fruttosio, sciroppo di mais e altri zuccheri raffinati che, ingeriti in eccesso, generano difficoltà metaboliche e problemi cardiovascolari.

Ogni lattina di queste bevande equivale a 3 o 4 cucchiai di zucchero, ovvero a circa 120 calorie.

3. Latte scremato

Il latte scremato sembra essere una buona opzione per chi vuol dimagrire perché il suo contenuto di grasso è inferiore alla versione intera o parzialmente scremata di questo prodotto.

In realtà continua a rappresentare una significativa fonte di calorie che, ingerite sempre, impedisce di raggiungere il peso desiderato.

Bisogna anche considerare che il problema può diventare più grave per chi soffre di intolleranza al lattosio, dato che fa aumentare l’infiammazione dei tessuti.

Dunque, sarà meglio sostituire questa bevanda con alternative poco caloriche come il latte di mandorle o di riso.

4. Succhi di frutta zuccherati

I succhi di frutta naturali sono un’ottima opzione da integrare alla dieta perché forniscono al corpo un extra di principi nutritivi essenziali che aiutano a migliorare la salute e a perdere peso.

È importantissimo sapere, però, che, se preparati con zuccheri raffinati, le loro proprietà nutrizionali diminuiscono e aumenta il contenuto calorico.

Sia le confezioni commerciali sia le ricette naturali, infatti, perdono fibre e vitamine quando si aggiungono grandi quantità di dolcificanti.

Per questo motivo, l’ideale sarebbe prepararli con frutta e verdura 100% biologiche, senza alcun tipo di additivo artificiale.

5. Tè freddo

I tè freddi che è possibile bere nei ristoranti o acquistare al supermercato non rappresentano una buona opzione per le diete, anche se le pubblicità li presentano come bevande sane.

Sebbene siano elaborati con estratti di piante e frutta, il contenuto di zuccheri è uguale a quello di altre bibite.

Le porzioni individuali possono contenere fino a 175 calorie e l’equivalente di 8 o 10 cucchiaini di zucchero.

Leggete: Frullato dimagrante a base di fragola, avena e zenzero

6. Bibite energetiche

Il consumo di bibite energetiche è aumentato in modo considerevole negli ultimi anni, non solo perché ricaricano il corpo quando sopraggiunge l’affaticamento, ma anche perché contribuiscono a migliorare il rendimento fisico durante alcune attività.

Il problema è che, nonostante abbiano queste qualità, il loro consumo regolare danneggia il funzionamento del metabolismo e può condurre a problemi di sovrappeso e diabete.

Il loro contenuto di caffeina e zuccheri artificiali interferisce in modo diretto con questi processi, ne rallenta il funzionamento e, allo stesso tempo, danneggia altri sistemi del corpo.

Per fortuna è molto facile sostituirle dato che esistono frullati e alimenti energetici che forniscono effetti simili all’organismo.

Assumete alcune di queste bevande? Cercate di escluderle dalla vostra dieta per perdere peso senza inconvenienti.

Aumentare il consumo d’acqua e di bevande naturali è il miglior modo per mantenersi idratati e pieni di energia.