Perlite per le piante: cos'è e come agisce

La perlite non solo favorisce il drenaggio delle piante, ma le rende più belle e ne mantiene la freschezza. Ma come utilizzarla? Quali svantaggi presenta? In questo spazio sveleremo tutto quello che c'è da sapere.
Perlite per le piante: cos'è e come agisce

Ultimo aggiornamento: 11 settembre, 2021

Avete mai sentito parlare della perlite per la cura delle piante? Se amate circondarvi di verde, non perdete l’occasione di scoprire di più in merito.

Avere piante in casa ha i suoi vantaggi. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Psysiological Anthropology, le piante riducono lo stress e favoriscono serenità e comfort. Come se non bastasse, rendono più belli gli spazi domestici e contribuiscono a purificare l’aria.

La perlite è in grado di drenare l’acqua, di migliorare l’aerazione e di abbellire le fioriere. Nelle righe che seguono spieghiamo come usarla.

Cos’è la perlite per le piante?

La perlite è un minerale naturale, classificato come vetro vulcanico. In genere contiene circa il 5% di acqua, motivo per cui si espande se sottoposto a temperature elevate.

Da diversi anni, il suo impiego è stato esteso al giardinaggio, poiché non altera l’equilibrio del terreno, è leggera e previene la comparsa di parassiti e malattie.

Oltre a ciò, ha un costo contenuto ed è reperibile quasi in qualsiasi negozio specializzato in giardinaggio. In linea di massima, può essere applicata alle piante potenzialmente danneggiabili dall’acqua in eccesso (come i cactus o l’aloe vera), in quanto contribuisce al drenaggio dell’acqua.

Tra l’altro, può essere facilmente mescolata ad altri composti organici ricchi di nutrienti per le piante, come la lolla di riso, la fibra di cocco e il muschio di torba.

Aggiunta di perlite.
Per prendersi cura delle piante, la perlite può essere mescolata ad altri composti organici.

Potrebbe interessarvi anche: Piante da appartamento e come prendersene cura

Quali benefici offre?

Il beneficio principale della perlite è che favorisce il drenaggio e l’ossigenazione. Tuttavia, offre ulteriori vantaggi interessanti, tra i quali:

  • Il materiale della perlite assorbe un po’ di acqua e la trattiene. In questo modo, la pianta può utilizzarla al bisogno.
  • Non interferisce con i nutrienti della pianta e della terra, visto che ha un pH neutro.
  • Si tratta di un composto leggero e non infiammabile.
  • Migliora la consistenza dei terricci densi.
  • Si pensa possa aiutare a tenere lontani insetti, parassiti e funghi. 

Alcuni svantaggi dell’uso della perlite per le piante

La perlite non è adatta a tutte le piante. In alcuni casi, anzi, è nociva; proprio per questo, prima di utilizzarla in giardino o di aggiungerla alle fioriere da interni, è bene fare le seguenti considerazioni:

  • È sensibile alle basse temperature, pertanto nella stagione invernale può ostacolare il sano sviluppo delle radici.
  • Lo si considera un composto inerte; vale a dire che non offre nutrienti alla pianta. Questi ultimi vanno integrati mediante la fertilizzazione con altri composti organici.
  • Accresce il bisogno di irrigazione della pianta, visto che favorisce il drenaggio dell’acqua incrementando il rischio di disidratazione.

Come utilizzarla?

Il consiglio è spesso quello di mescolare la perlite ad altri composti nutrienti, come ad esempio l’humus di lombrico, la fibra di cocco, il muschio di torba.

In questo modo aumenterà il potenziale drenante e la capacità della pianta di trattenere i liquidi, e quindi lo stato di nutrizione della pianta.

Ebbene, nel caso in cui si optasse per la torba e la perlite è importante non esagerare. Se non siamo prudenti, questa combinazione può provocare asfissia alle radici durante l’irrigazione.

Se invece la vostra pianta si trova in un terriccio denso, potete aggiungere la perlite per ammorbidirlo e per favorire un drenaggio migliore.

Avete anche la possibilità di irrigare questo materiale dalla parte superiore del terreno, in modo da proteggere le radici dal sole durante la stagione estiva.

Tra le piante che traggono vantaggio da essa ci sono le piante grasse, l’aloe vera, i cactus, il bonsai.  È buona prassi aggiungere dell’acqua sia al terriccio che alla perlite quando mescoliamo.

Piante grasse.
La perlite aiuta a proteggere la pianta dall’effetto dei raggi solari., soprattutto in estate.

Perlite: un aiuto per la cura delle piante

La perlite è facilmente reperibile in commercio e, soprattutto, è economica. La sua funzione è quella di abbellire le fioriere o il terreno in giardino, ma anche di favorire il drenaggio e preservare la freschezza delle piante durante l’estate. Oltre a tutto questo, il suo pH neutro non interferisce con i nutrienti del terreno.

In base al tipo di pianta, il consiglio è mescolare questo prodotto con composti organici, in modo da intensificare i benefici.

Tuttavia, in inverno bisogna usarla con cautela, visto che può interferire con il normale sviluppo delle radici. Cosa aspettate a provare questo materiale?

Potrebbe interessarti ...
Piante in casa che favoriscono la salute
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Piante in casa che favoriscono la salute

Chi si diletta nel prendersi cura di se stesso e godersi la natura, dovrebbe prendere in considerazione l'idea di tenere delle piante in casa.