Piante per smettere di fumare

· 16 aprile 2014
Insieme alla vostra forza di volontà, piante come la passiflora o la liquirizia vi aiuteranno a ridurre gli effetti della sindrome da astinenza.

Fumare è uno dei vizi peggiori per la salute; nonostante ciò, la dipendenza causata dalla nicotina e da tutti i suoi componenti cancerogeni, obbliga a essere giornalmente schiavi delle sigarette che segnano le ore e le abitudini di chi ne è dipendete, minando a poco a poco la sua salute.

Smettere di fumare  richiede grande forza di volontà e forte determinazione che permetta di abbandonare questa cattiva abitudine ed iniziare una vita più sana in cui dire addio a tutti gli effetti secondari causati dal tabacco.

Per riuscirci, potrebbe essere necessario l’aiuto di un professionista, del vostro medico o soltanto di una forte motivazione personale; che ci crediate o meno, infatti, le statistiche confermano che sono molte le persone che sono riuscite a smettere di fumare da sole: volontà, perseveranza e la necessità di avere una vita più sana, devono essere i pilastri su cui fondare la propria determinazione, soprattutto se si fumano 20 o più sigarette al giorno.

Le piante che vi presentiamo a seguire possono aiutarvi a ridurre l’ansia, a rilassarvi e ad affrontare la sindrome da astinenza. Sono piante facili da reperire, si possono trovare al supermercato o in erboristeria; la loro preparazione è altrettanto semplice: è sufficiente includerle giornalmente nella propria dieta, cercando, soprattutto, di cambiare le proprie abitudini, praticando attività fisica e combattendo il più possibile il desiderio di lanciarsi sulla prima sigaretta della giornata appena svegli.

Passiflora o fiore della passione

Questo bel fiore è in grado di ridurre gli effetti della sindrome d’astinenza, rilassa e aiuta a riposare. Per assumere il fiore della passione, si consiglia di utilizzarne sia le foglie sia i fiori (entrambi secchi); immergete in una teiera con acqua bollente un cucchiaio contenente alcuni fiori e delle foglie e lasciate riposare per 10 minuti.

Potete bere questo infuso prima di andare a letto, riposerete meglio e vi sveglierete rilassati.

Liquirizia

La liquirizia da secoli è utilizzata come sostituto del tabacco; masticare radice di liquirizia apporta un grande beneficio fisico e psicologico, rilassa e i suoi componenti, inoltre, non solo riducono gli effetti della sindrome d’astinenza, ma aiutano anche a prevenire il cancro alla pelle.

Si tratta di una pianta dalla bassa tossicità, anche se bisogna ricordare che non è adatta per i diabetici, poiché interagisce con alcuni medicinali. Potete assumerla in vari modi: un infuso, sotto forma di decotto, masticando semplicemente la sua radice o anche assumendo le compresse di liquirizia che è possibile acquistare in erboristeria.

Zenzero

(Foto: Organicus Blog / Flickr.com)
(Foto: Organicus Blog / Flickr.com)

Lo zenzero apporta numerosi benefici alla nostra salute, ed in particolare al nostro sistema digerente; per questo motivo è così frequente in molte ricette di cucina e in molti preparati di medicina naturale. La parte della pianta che si utilizza di solito è il suo rizoma o radice, poiché è facile da preparare sotto forma di tè o infuso.

Lo zenzero riduce la voglia di fumare e, come la liquirizia, grazie al suo forte sapore, lascia una sensazione di sazietà nel palato che riduce il desiderio delle sigarette.

Il noni

Conosciuto anche come gelso bianco, si tratta di un’ottima pianta medicinale dai frutti molto caratteristici, utilizzata in molte antiche civiltà come rimedio per numerosi disturbi e malattie.

In questo caso, per smettere di fumare, sarà conveniente utilizzare le foglie secche del noni per preparare degli infusi. Non solo vi farà rilassare e vi aiuterà a combattere la sindrome d’astinenza, ma vi permetterà anche di riposare e migliorerà la digestione.

Vogliamo sottolineare ancora una volta l’importanza della vostra forza di volontà. Essa è indispensabile per liberarvi a poco a poco di questa dipendenza. Potete iniziare riducendo il numero di sigarette da fumare ogni giorno, praticando sport e controllando i momenti in cui aumenta l’irrefrenabile voglia di nicotina (quando ci si alza, dopo mangiato, quando si beve il caffè, quando ci si incontra con amici o familiari…).

Le piante medicinali saranno sempre un grande alleato, ma la vostra forza di volontà sarà la vostra arma principale per dire definitivamente addio alla nicotina.

Guarda anche