Piante in cucina: quali vantaggi offrono?

Le piante per la cucina sono molto belle e in più servono anche per aromatizzare i piatti. Scopriamo tutti i vantaggi che offre un angolo verde in questo ambiente domestico.
Piante in cucina: quali vantaggi offrono?

Ultimo aggiornamento: 18 giugno, 2021

Lavanda, aloe vera, basilico, menta e rosmarino sono solo alcune possibili piante in cucina. Sono in grado di offrirci numerosi vantaggi.

E se si dispone di poco spazio in cucina, è possibile disporle con un tocco artistico. Ma oltre l’aspetto estetico, esistono molti altri vantaggi per cui si consiglia di tenere alcune piante in cucina.

Piante in cucina

1. Condire i piatti

Le piante aromatiche conferiscono ai nostri piatti un sapore particolare, per cui averle fresche e a portata di mano è un grande vantaggio. Molte persone sostengono che coltivano le piante aromatiche a casa, dona essere un odore e un sapore più intensi.

Tra le piante per la cucina più usate si trovano basilico, rosmarino, coriandolo, prezzemolo e menta. Sicuramente state già pensando a quale piatto condire!

Assicuratevi solo che il vaso abbia dei fori sul fondo per consentire alla pianta di eliminare l’acqua in eccesso ogni volta che la innaffiate.

2. Kit di pronto soccorso

Mentre cuciniamo, potremmo avere un piccolo incidente: tagliarci con un coltello o bruciarci con l’olio, l’acqua o una padella calda.

Anche se in ogni casa c’è un armadietto dei medicinali, l’aloe vera aiuta a rigenerare la pelle, oltre a idratare l’area e calmare il dolore.

Tenete presente che l’aloe vera ha bisogno di luce naturale e ventilazione, quindi dovreste metterla vicino alla finestra. Se la pianta è piuttosto grande, fate attenzione a non innaffiarla troppo, perché le radici potrebbero risentirne.

Aloe vera.
L’aloe vera ha dimostrato di avere proprietà curative, motivo per cui molti la usano in caso di ferite alla pelle.

3. Le piante in cucina per un tocco decorativo

Senza dubbio le piante rappresentano un ottimo elemento decorativo per la casa: donano colore, luminosità e si abbinano a qualsiasi stile, oltre ad allietare le giornate con il loro profumo.

Potrebbero anche essere un motivo per far emergere il proprio lato creativo. Decorare un vaso o realizzarlo da soli per piantare le proprie piante darà alla cucina un tocco unico. Che aspettate?

4. Migliorano la salute generale

Uno studio pubblicato su Preventive Medicine Reports suggerisce che il giardinaggio aiuta a calmare l’ansia e la depressione, inoltre riduce l’indice di massa corporea (BMI). Ma non solo: migliora la qualità della vita e dona un senso di serenità e soddisfazione.

Trascorrere del tempo con le piante svolgendo attività come il rinvaso, la potatura e l’annaffiatura, potrebbe aiutare a uscire un po’ fuori dalla routine e a tenere lontane le preoccupazioni quotidiane.

5. Purificano l’aria

Alcune piante sono capaci di purificare l’aria. Oltre a dare ossigeno, riducono il fumo e gli odori più forti. Per citare alcuni esempi, la Sanseveria, l’areca e l’albero della gomma purificano l’aria e rendono l’ambiente fresco e pulito.

Suggerimenti per avere le piante in cucina

Le piante richiedono condizioni e cure specifiche. Sappiate, dunque, che non tutte le piante potranno sopravvivere al calore della cucina. Qui di seguito troverete alcuni consigli utili:

  • Scegliere le piante più adatte alla cucina.
  • Assicurarsi di disporle lontano dal calore dei fornelli, dal fumo e dalle correnti d’aria.
  • Mettere i vasi in un luogo luminoso, ma in cui la luce solare non sia diretta per molte ore.
  • Se lo spazio in cucina è limitato, una buona opzione è ricorrere ai vasi sospesi.
  • Evitare di mettere le piante vicino al lavandino, poiché potrebbero essere raggiunte da residui di sporco e detersivo.

Piante in cucina: benefici oltre l’estetica

Un’area verde può adattarsi a qualsiasi stile e ambiente della casa. E poi, avere delle piante in cucina può offrire molti benefici. Tra i più importanti la sensazione di pace e tranquillità che offrono, la purificazione dell’aria e l’aiuto in caso di emergenza.

Per le persone anziane, in particolare, le attività di giardinaggio sono sinonimo di migliore qualità della vita. L’umore ne giova quando investiamo il nostro tempo nella cura della natura.

Infine, avremo piante sempre fresche con cui insaporire i nostri piatti. Basta ricordare di collocarle in un angolo in cui non ricevano il calore diretto dei fornelli, né forti correnti d’aria e che il vaso abbia i fori necessari per drenare l’acqua quando la annaffiamo.

Potrebbe interessarti ...
Coltivare piante sul balcone: 10 consigli
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Coltivare piante sul balcone: 10 consigli

Sono sempre più le persone che decidono di coltivare piante sul balcone. All'inizio si commettono diversi errori, ma è possibile prevenirli.



  • Soga, M., Gaston, K. J., & Yamaura, Y. (2016). Gardening is beneficial for health: A meta-analysis. Preventive medicine reports, 5, 92–99. https://doi.org/10.1016/j.pmedr.2016.11.007
  • Gozalo Vallepuga, Nuria, and Ana Luisa Caballero Navarro. “Aplicaciones terapéuticas para hacer frente a la depresión en ancianos: una revisión bibliográfica.”