Piante pensili da interno per decorare la casa

Idee vecchie e nuove per decorare con eleganza gli ambienti. Le piante pensili da interno riempiono di vita e colore la casa.
Piante pensili da interno per decorare la casa

Ultimo aggiornamento: 05 giugno, 2022

Le piante pensili da interno riempiono di vita la casa. Oltre a decorare, servono a pulire l’aria, a tenere lontano le zanzare e a regolare la temperatura. Creare un’oasi in casa è molto semplice.

Verde, verde e ancora verde… le piante naturali stanno guadagnando spazio nelle nostre case e negli uffici. Ma come prendersene cura? Niente paura! In alcuni casi, è davvero facile.

Aspettate! Non correte al vivaio a comprare una pianta qualsiasi. Data un’occhiata a questa selezione di piante pensili.

1. Tillandsia, una pianta senza radici

La tillandsia è una pianta molto esotica, dal momento che non è necessario piantarla in un vaso per farla crescere. Sì, avete letto bene: è una pianta così unica che potete sistemarla tra ciottolini, su supporti metallici, pezzi di legno o qualsiasi altro elemento decorativo. Questo perché le sue radici non crescono.

Potete anche sistemarla all’interno di un globo di vetro. La sua bellezza ci permette di creare svariate composizioni decorative. La cosa migliore è che è adatta anche a chi ha animali domestici.

Pertanto, il garofano dell’aria (altro nome della tillandsia) non richiede irrigazione, ma deve essere bagnata con il nebulizzatore una volta alla settimana. Assicuratevi che le foglie siano completamente bagnate.

2. Peperomia, classica e bella

La peperomia non passa inosservata in una stanza, con la sua forma e il bel colore verde. Soprattutto quando le sue caratteristiche foglie rotonde sono in piena fioritura.

Quanto alla cura, è presto detto: nessun sole diretto, ma luce e poca acqua. Sistematela in un bel vaso che metta in risalto le sue foglie carnose.

Pianta pensile Peperomia.
I fiori carnosi danno un aspetto rigoglioso alla peperomia.

3. Nido d’uccello, una pianta molto particolare

All’altezza del suo nome, questo tipo di felce ha foglie abbondanti con bordi ondulati che si sviluppano in una corona. Ben curati ricordano un bellissimo nido di uccelli, raggiungendo fino a 1 metro di altezza.

Grazie alle sue caratteristiche può crescere in ambienti poco luminosi. Ma è meglio fornire una buona fonte di luce, anche se senza sole diretto. Garantitele anche un’elevata umidità.

Il suo substrato deve essere umido, ma non impregnato d’acqua. Annaffiatela due o tre volte a settimana, a seconda della temperatura.

4. Pothos, un’altra classica pianta pensile

È una pianta con foglie verdi a forma di cuore. Forse una delle migliori pendenti per principianti, poiché molto resistente alle condizioni avverse.

Necessita di annaffiature moderate, è facile da riprodurre e non necessita di molta luce. Attenzione però, è sconsigliata se in casa si avete cani o gatti: il pothos è una pianta tossica per loro.

5. Pianta himalayana, frondosa e perenne

Una vera delizia per gli occhi con le cure adeguate. La pianta himalayana ha bellissime foglie, minuscole e sempreverdi, che le danno un aspetto molto cespuglioso.

La pianta himalayana non dovrebbe essere esposta al sole diretto. In tal caso, le sue foglie possono bruciare, quindi vi consigliamo di mettere la pianta al riparo dalla luce diretta del sole.

Aspettate che il terreno si asciughi completamente prima di annaffiarla. Potate i rami e le foglie che si sono seccati.

6. Felce

È una pianta pendente sicura per gli animali domestici e ideale per creare uno stile nordico in casa. Tenetela lontana dal sole diretto e bagnatela con moderazione. Pulitele le foglie di tanto in tanto.

7. Tradescantia, tra le più belle piante pensili

La tradescantia o miseria si distingue per i bei toni che vanno dal viola intenso al rossastro. È una pianta da interno molto resistente, quindi potete tenerla anche fuori casa, anche se non siete molto esperti nella cura delle piante.

Dovete fornirle solo luce naturale e non diretta, annaffiarla due volte a settimana nelle stagioni calde e proteggerla dalle temperature sotto i 12 gradi.

8. Pianta del rosario, inconfondibile per la sua forma

È anche conosciuta come collana di perle, grazie ai suoi caratteristici rami ricoperti di perle verdi. In realtà, sono le riserve idriche della pianta, che le consentono di sopravvivere a prolungate siccità. Tuttavia, ha bisogno di annaffiature moderate per prosperare. 

Questa succulenta richiede cure minime, nonostante il suo aspetto esotico. Dovete solo assicurarvi di sistemarla all’interno della casa, poiché non sopporta il freddo e le correnti d’aria.

9. Pothos d’argento

Questa pianta pendente da interno ha foglie verde scuro che fungono da tela per far risaltare le sue straordinarie macchie argentate. Dovete solo sistemarla su uno scaffale dove arrivi la luce naturale, ma non il sole diretto.

L’innaffiatura dovrebbe essere moderata: una volta alla settimana quando fa caldo e ogni due settimane in inverno.

10. Pianta ragno

Il nastrino, altro nome con cui è nota, è un’altra buona scelta tra le piante pensili. Conserva le riserve d’acqua nelle radici per resistere alla siccità. Un buon ritmo di innaffiatura è due o tre volte a settimana in estate e una volta alla settimana in inverno.

È una specie molto resistente e adatta anche alle persone più negligenti e smemorate. Ha belle foglie verdi e numerose. Apprezza le posizioni semi-ombreggiate e ama l’umidità.

11. Petunie, favolose e allegre piante pensili da interno

Una pianta d’appartamento con fiore che porta allegria in casa.

Le petunie non sopravvivono alle basse temperature, poiché sono originarie del Sud America. Pertanto, sistematele in un punto luminoso della casa e annaffiatele costantemente; non dovete però allagare il vaso o inumidire i fiori.

Petunie appese.
Sebbene sia consuetudine metterle all’esterno, le petunie crescono anche all’interno.

12. Hoya linearis, una pianta molto elegante

Foglie verde brillante, bellissimi steli a spirale ed eleganti fiori che sprigionano un gradevole aroma. La Hoya linearis è una pianta pensile completa. In cambio di tanta bellezza, richiede una buona illuminazione, evitando la luce solare diretta.

13. Orchidee pensili

Le più conosciute sono le orchidee Cymbidium, di origine asiatica. Crescono in verticale, riuscendo a raggiungere quasi 1 metro di lunghezza. Hanno bei colori e forme che conferiscono un tocco di eleganza alla casa.

Tenete presente che hanno bisogno di luce naturale, ma non di luce diretta, e che il supporto non deve mai essere completamente asciutto. Quindi l’innaffiatura dipenderà da questo. Considerate che la sua temperatura ottimale è compresa tra 15 e 18 gradi centigradi.

Piante pensili da interno: la decorazione perfetta per la casa

Le piante pensili per interni sono un elemento d’arredo che non passa mai di moda. La natura dona luminosità e vita alla casa.

Tenete presente che ogni pianta richiede cure diverse. I colori della natura sono la decorazione perfetta di cui la vostra casa ha bisogno!

Potrebbe interessarti ...
Piante in casa che favoriscono la salute
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Piante in casa che favoriscono la salute

Chi si diletta nel prendersi cura di se stesso e godersi la natura, dovrebbe prendere in considerazione l'idea di tenere delle piante in casa.