Piedi freddi: perché succede?

I piedi freddi sono di solito un fastidio senza grosse implicazioni. Tuttavia, se si verifica spesso ed è accompagnato da dolore, potrebbe essere dovuto a una cattiva circolazione.
Piedi freddi: perché succede?
Leonardo Biolatto

Scritto e verificato da il dottore Leonardo Biolatto.

Ultimo aggiornamento: 08 dicembre, 2022

I piedi freddi sono un fastidio a cui di solito non si presta attenzione, perché si verifica solo sporadicamente. Tuttavia, quando si tratta di uno stato frequente, vale la pena consultare un medico, in quanto potrebbe essere il risultato di una cattiva circolazione o di altri problemi di salute.

Questa condizione è più frequente tra le donne, e il più delle volte non è molto importante, soprattutto se si verifica nelle stagioni fredde. Se si verifica in qualsiasi momento dell’anno ed è accompagnato da altri sintomi, può essere causato da cattiva circolazione.

Cattiva circolazione alle gambe e piedi freddi a volte sono accompagnati da formicolio, sensazione di intorpidimento e crampi. Se questo è il tuo caso, è meglio consultare un professionista.

La cattiva circolazione colpisce i piedi

Bisogna tener conto che i piedi sono una zona molto lontana dal cuore, e per questo è più difficile che il sangue possa raggiungerli. Ciò influisce in modo che abbiano quasi sempre una temperatura inferiore rispetto al resto del corpo.

Se hai sempre i piedi freddi, è possibile che questo sia l’effetto di una cattiva circolazione. In questi casi, non solo la distanza dal fattore cardiaco influisce, ma tende a esserci un problema che ostacola la circolazione sanguigna in quella zona.

piedi freddi
Avere i piedi freddi in una stagione non invernale potrebbe essere il sintomo di una cattiva circolazione del sangue.

Cause comuni dei piedi freddi

Malattia delle arterie periferiche

In questa patologia c’è accumulo di placca, restringimento e indurimento delle arterie. Il flusso sanguigno ai piedi e alle gambe è diminuito, rendendo la pelle pallida. A volte c’è dolore, formicolio e problemi muscolari simili a crampi.

Alcune persone sono a maggior rischio di sviluppare questa malattia, in particolare coloro che hanno la pressione alta, livelli elevati di colesterolo nel sangue o sono fumatori. Se tutti questi fattori di rischio sono combinati, il pericolo è alto.

Malattia di Raynaud

La malattia di Raynaud è una malattia dei vasi sanguigni che colpisce le dita delle mani e dei piedi. In condizioni di freddo o stress, i vasi si restringono e ostacolano il flusso sanguigno. L’episodio dura da 10 minuti a più di un’ora.

È normale che la pelle delle dita diventi bianca o bluastra e provi una sensazione di intorpidimento. Quando la circolazione viene ripristinata, la pelle diventa rossa, si avvertono formicolio, dolore e palpitazioni.

Altre cause di piedi freddi

La cattiva circolazione non è l’unico fattore che porta a piedi freddi. A volte, sullo sfondo c’è una neuropatia periferica, che è un disturbo neurologico comune nei diabetici. In questo caso, i piedi sono freddi dal punto di vista del paziente, ma caldi al tatto.

La neuropatia periferica si verifica anche nelle persone che hanno carenza di vitamina B, lesioni in cui è presente un nervo schiacciato, avvelenamento da metalli pesanti, uso problematico di alcol o malattie autoimmuni. Anche il bruciore ai piedi è associato, senza una spiegazione apparente.

La neuropatia diabetica può essere il primo motivo di consultazione tra le persone che non sono consapevoli del loro diabete

Sintomi di cattiva circolazione

I sintomi compaiono molto tempo dopo che la cattiva circolazione è già presente, e questo è un problema. I primi segni hanno a che fare con un eccessivo affaticamento dei piedi, forature e dolore. Altri segni associati sono i seguenti:

  • Ragni vascolari, che compaiono a causa di uno scarso ritorno del sangue e hanno la forma di una ragnatela.
  • Vene varicose: un allargamento delle vene.
  • Formicolio e crampi quando ci sono depositi di grasso che bloccano il flusso di sangue. È una condizione rischiosa a lungo termine.
  • Cambiamenti nelle unghie dei piedi con ispessimento evidente e cambiamento di colore che vira al bluastro o al viola.
  • Cambiamenti nella pelle dei piedi e delle gambe. Se compaiono macchie marroni, dovresti consultare uno specialista il prima possibile.

Attenzione alla cattiva circolazione!

Avere la pelle molto secca, lenta cicatrizzazione delle ferite agli arti inferiori o frequenti crampi dopo essersi spostati di pochi metri sono segnali di allarme che richiedono un consulto specialistico. I piedi freddi possono essere qualcosa di banale, ma dobbiamo essere sempre vigili, affinché una patologia più grave non ci accada senza rendercene conto.

Potrebbe interessarti ...
Cattiva circolazione delle gambe: i 7 consigli migliori
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Cattiva circolazione delle gambe: i 7 consigli migliori

Per migliorare la circolazione nelle gambe, ricordatevi di sollevarle per qualche minuto: questa posizione favorisce il ritorno venoso.



  • Campos, S. A. C. (2019). Si tienes diabetes, cuida tus pies. Aprendamos juntos. Atalaya Médica Turolense, (15), 99-133.
  • García-Gómez, M., Cabezón-Villalba, G., de Ybarra-Falcón, C., López-Díaz, J., & San Román-Calvar, J. A. (2019). Importancia del estudio sistemático de las palpitaciones. Rev Esp Casos Clin Med Intern (RECCMI), 2, 67-69.
  • Severac, D., Bura-Rivière, A., & Boccalon, H. (2007). Fisiología y exploración de la circulación arterial. EMC-Podología, 9(4), 1-22.
  • Rodríguez Heredia, Dunia. “Intoxicación ocupacional por metales pesados.” MediSan 21.12 (2017): 3372-3385.

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.