Portulaca: 10 proprietà di questa pianta medicinale

Per ottenere i massimi benefici dalla portulaca, è importante che quando la si raccoglie ci si assicuri di farlo in zone libere da inquinamento.

Molti la considerano un superalimento, grazie ai suoi eccellenti valori nutrizionali.

Scoprite in questo articolo quali sono le proprietà medicinali sconosciute della portulaca, una pianta selvatica. Nell’antica Grecia o nella medicina cinese veniva già consumata per le sue virtù diuretiche e lassative, oltre che per purificare l’organismo.

La portulaca, una presunta erba cattiva

Fino a qualche anno fa la portulaca ( Portulaca oleracea) era popolarmente conosciuta come un’erba cattiva che cresce ovunque. Un germoglio di portulaca potrebbe apparire anche in una fessura nel cemento a terra. Nemmeno gli agricoltori la apprezzano, in quanto può danneggiare i loro raccolti.

Tuttavia, questa pianta con fiori gialli o rosa si distingue per la sua grande resistenza e per i valori nutrizionali eccellenti. Attualmente rappresenta un superalimento economico e accessibile che possiamo mangiare come qualsiasi altro ortaggio e questo può aiutarci a migliorare molti disturbi della salute.

Mazzo di portulaca

Componenti della portulaca

La portulaca è ricca di vitamine A, del gruppo B e C e di minerali come il potassio, il magnesio, il calcio, il ferro, lo zinco e il selenio, oltre a molti altri. Inoltre, è una delle piante più ricche di acidi essenziali omega 3, in particolare nei suoi semi.

Questa pianta contiene anche buone quantità di mucillagine (fibra), antiossidanti, flavonoidi, fitoestrogeni e acidi organici come quello citrico e quello malico. Inoltre, una curiosità è che i suoi componenti includono la melatonina, che è l’ormone che regola il sonno e la veglia. 

Leggete anche: Frutta e verdura anticancerogena da consumare regolarmente

Benefici per la salute

Insalata di portulaca

Di seguito evidenziamo 10 proprietà molto benefiche per la saluta che la portulaca offre:

  • Antinfiammatoria: ha potenti proprietà antiinfiammatorie grazie alle mucillagini, agli acidi omega 3 e alla sua ricchezza in minerali. In questo modo ci permette di trattare diversi tipi di dolori e fastidi, specialmente quelli che colpiscono il sistema urinario e digerente.
  • Antiossidante: poche piante sono così ricche di antiossidanti come la portulaca. Le vitamine C ed E, i flavonoidi, gli alcaloidi, il beta-carotene e il glutatione aiutano a combattere i radicali liberi e prevenire l’invecchiamento.
  • Nutritiva: la sua ricchezza di sostanze nutritive, così come il suo alto contenuto di omega 3, ne fanno una pianta che ci nutre profondamente dall’interno. In questo modo migliora la salute di pelle, capelli, unghie, articolazioni, ecc.
  • Antisettica: ha proprietà antimicrobiche molto efficaci.
  • Cardiovascolare: gli acidi essenziali omega 3 hanno anche il pregio di migliorare la salute cardiovascolare. Questi nutrienti migliorano la circolazione, regolano la pressione sanguigna, prevengono le aritmie, ecc.
  • Digestiva: grazie al suo contenuto di mucillagine, la portulaca produce un effetto emolliente nel nostro corpo. In altre parole calma e ammorbidisce il nostro apparato digerente e il tratto urinario, per evitare le patologie più frequenti. Inoltre, combatte la stitichezza grazie al suo alto contenuto di fibre e previene i parassiti intestinali.
  • Diuretica: agisce come un eccellente rimedio naturale per eliminare il liquido in eccesso che tratteniamo nel nostro corpo. In questo modo combattiamo il gonfiore e il sovrappeso.
  • Antiulcera: le mucillagini della portulaca proteggono inoltre le pareti degli organi e prevengono gastriti e ulcere che compaiono nel tratto digestivo.
  • Antifebbre: riduce la febbre in modo naturale.
  • Ipoglicemica: la portulaca aiuta a ridurre naturalmente i livelli di zucchero nel sangue. In questo modo possiamo prevenire disturbi come il diabete, l’obesità o la resistenza all’insulina.

Vi consigliamo di leggere: Aceto di mele: un rimedio naturale per tenere sotto controllo il diabete

Come la possiamo mangiare?

Piatto con portulaca

Anche se la portulaca è un superalimento, ancora non viene classificata come un rimedio usuale per tutti questi disturbi. In questo senso, sebbene si stia facendo sempre più ricerca, è difficile trovarlo in diversi formati.

Raccomandiamo di coltivarla o raccoglierla da luoghi privi di contaminazione per consumarla come una verdura. Così come faremmo con il crescione o gli spinaci, possiamo cuocerla in cibi saltati, insalate, zuppe, creme o stufati.

Grazie al suo contenuto in mucillagini, che hanno una consistenza gelatinosa, con la portulaca possiamo apportare cremosità alle nostre vellutate. In questo modo eviteremo di aggiungere altri ingredienti meno sani quali panna, latte o formaggio.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche