Prendersi cura della biancheria intima

· 27 ottobre 2018
Per prendersi cura della biancheria intima e mantenerla in buono stato, bisogna ricorrere ad alcuni trucchi. Una biancheria intima in buone condizioni fa sentire a proprio agio e più sicuri durante la giornata.

Molte persone hanno l’abitudine di lavare e asciugare la biancheria intima alla buona, ma questo è un errore. D’altra parte, ci sono molte altre azioni che, lungi dall’aiutare a prendersi cura della biancheria intima e mantenerla come nuova, la rovinano facilmente. A seguire ne parliamo in dettaglio.

La biancheria intima, indipendentemente dallo stile e dal materiale con cui è fabbricata, deve risultare comoda e gradevole alla vista.

Dobbiamo ricordare che sono indumenti che usiamo tutti i giorni e che entrano in contatto con un zona del corpo molto delicata: i genitali. Per tale motivo, è estremamente importante sapere come prendersi cura della biancheria intima.

Trucchi per prendersi cura della biancheria intima

Slip in cotone

1. Lavarla a mano

Il primo trucco per mantenere in buono stato la biancheria intima riguarda l’uso della lavatrice. Molto meglio lavarla a mano. A tale scopo, si consiglia di usare un sapone neutro (senza aroma) oppure uno speciale per capi delicati. È molto importante ricordare che non bisogna eccedere nell’uso del sapone, in quanto può irritare la pelle.

Non si tratta solo di scegliere il sapone giusto, anche la temperatura dell’acqua è un aspetto a cui prestare particolare attenzione, in quanto deve essere compresa tra i 20 ºC e i 30 ºC. In questo modo i capi non si deformeranno.

Allo stesso modo, bisogna mettere la biancheria intima ammollo per circa 20-30 minuti prima di sfregare e sciacquare. Nel caso in cui si decida di usare la lavatrice, è meglio ricorrere a speciali sacchi di tela per proteggere i capi.

Leggete anche: Detersivo naturale con borace e bicarbonato di sodio

2. Rimuovere le macchie dalla biancheria intima

Per quanto riguarda le macchie, bisogna procedere con delicatezza. Spesso ci disperiamo e tendiamo a sfregare con forza, senza per questo ottenere i risultati sperati. Se si presentano inconvenienti di questo genere, l’ideale è ricorrere ai seguenti trucchi:

  • Se la macchia è di sangue o di un altro fluido corporeo, mettete il capo in una bacinella e versate dello shampoo sulla macchia. Aggiungete dell’acqua fredda e lasciate riposare per 20-25 minuti prima di sciacquare con abbondante acqua. Dopo aver eliminato la macchia, potrete lavare il capo come d’abitudine.
  • Se il capo è completamente bianco, per eliminare la macchia l’ideale è aggiungere un cucchiaio di succo di limone o di bicarbonato di sodio.
  • Nel caso in cui il capo tende a scolorire con facilità o se resta ruvido e rigido, lavatelo sempre separatamente. Aggiungete sale grosso all’acqua mentre è ammollo.
  • Se il capo è di seta, bisogna lavarlo sempre con una piccola quantità di balsamo per capelli.

2. Asciugare la biancheria intima correttamente

A meno che la biancheria intima non sia del tutto bianca e che la nostra intenzione non sia sbiancarla, non conviene asciugarla al sole. In caso contrario, perderà facilmente colore. Meglio stenderla in un luogo in cui circola l’aria e in cui il sole non batte direttamente.

D’altra parte, bisogna sempre evitare di usare l’asciugatrice. Perché? Ciò si deve al fatto che le fibre con cui viene fabbricata la maggior parte della biancheria intima si deteriorano (perdono elasticità) a causa delle alte temperature. Fate pertanto a meno di questo elettrodomestico per asciugare i capi intimi. E lo stesso vale per i termosifoni, poiché causano il medesimo effetto.

Se stendete la biancheria intima per farla asciugare, assicuratevi di strizzarla bene e di usare mollette che non siano troppo forti, in caso contrario lasceranno dei segni e deformeranno gli estremi del capo. Si consiglia, anzi, di stenderla senza mollette, in uno stendibiancheria da interno.

Leggete anche: Proteggere i vestiti con 13 trucchi

3. Riporre per bene la biancheria intima

Cassetto per la biancheria intima

È importante sapere come riporre i reggiseni affinché non perdano la loro forma. Se disponiamo di spazio sufficiente, l’ideale è metterli uno sopra l’altro senza piegarli. Se invece abbiamo poco spazio, possiamo mettere una coppa sull’altra, in modo che i ferretti formino un cerchio.

Per quanto riguarda gli slip, non è necessario comprimerli come i calzini, basta piegarli per riporli senza che occupino molto spazio.

È possibile prendersi cura della biancheria intima con pochi semplici trucchi. Non richiedono molto tempo né grandi sforzi. Iniziate a metterli in pratica sin da subito per dare una vita più lunga ai vostri capi intimi!

Guarda anche