Preservare la salute mentale evitando 5 abitudini

12 Luglio 2019
Certe abitudini piuttosto frequenti, e che magari ignoriamo, possono rappresentare un danno per la salute mentale. Vi riconoscete in qualcuna?

Da buon motore, anche il cervello richiede attenzioni, proprio come le altre parti del corpo. Per questo, è fondamentale imparare a prevenire i problemi, aspetto a cui la maggior parte di noi non pensa. Nell’articolo di oggi, parliamo di 5 abitudini che tutti dovremmo evitare per preservare la salute mentale.

Preservare la salute mentale è decisamente essenziale; ogni 10 ottobre si festeggia la Giornata mondiale della salute mentale, una data che serve a rendere visibile il pericolo silenzioso dei disturbi mentali e dei suoi stigmi. Sottolineando, inoltre, l’importanza di chiedere aiuto quando è necessario.

Non si è mai abbastanza consapevoli di quanto sia importante la salute mentale finché non la si mette a rischio. Vi siete mai chiesti quanto tempo dedicate alla vostra psiche?

Perché è importante proteggere la psiche?

Yoga al tramonto

Lo stato mentale è di uguale importanza, e forse di più, dello stato fisico; è quindi paradossale che si vada dal medico per qualsiasi malattia, ma ci si rifiuti di cercare l’aiuto di uno psicologo o di uno psichiatra nei momenti in cui si è sopraffatti dalle emozioni.

Non si può osservare la salute mentale a occhio nudo, dato che ciò che proviamo, il più delle volte, è qualcosa di soggettivo. I sintomi ci avvertono di malattie fisiche, mentre i disturbi psicologici li manifestano raramente, si tratta tuttalpiù di una sintomatologia interna.

Di solito non ci si preoccupa e non si cerca l’aiuto di un professionista. Proprio per questo, si rischia di incubare un disagio sufficientemente a lungo da farlo diventare un disturbo, mentre si sarebbe potuto trattare più facilmente all’inizio.

Abitudini da evitare per preservare la salute mentale

1. Saltare la colazione

Quante volte avete sentito che “la colazione è il pasto più importante della giornata”? Nonostante ciò, ci sono molte persone che abitualmente non fanno colazione e questo è un problema serio, perché saltando il primo pasto della giornata si avranno meno zuccheri nel sangue, e sapete cosa succede?

Non avendo fonti di zucchero, gli organi vengono compromessi nella loro funzione, generando un’insufficiente apporto di nutrienti al cervello, che va incontro a un lento declino. Inoltre, le performance cognitive durante la giornata risultano nettamente inferiori.

Leggete anche: Prima colazione sana e ricca di proteine con 5 idee

2. Dormire poco

Senza le giuste ore di sonno, il corpo non è in grado di rigenerarsi. Tante persone hanno l’abitudine di andare a letto tardi, in alcuni casi per via degli impegni oppure perché non riescono a prendere sonno. Quando questa pratica scorretta diventa un’abitudine, influenza sensibilmente i processi cognitivi.

Lo stress, la depressione e il cattivo umore a lungo termine possono causare disturbi cerebrovascolari. Si raccomanda di dormire una media  di 8 ore a notte, per il pieno recupero.

3. Fumare

Fumare fa male alla salute mentale
Smettere di fumare fa bene alla salute di tutto l’organismo, inclusa la salute mentale.

I professionisti della salute che si occupano di persone con problemi psichiatrici spesso trascurano l’abitudine del fumo dei loro pazienti, ritenendo più importante affrontare per primi i problemi di depressione, ansia o abuso di sostanze psicotrope.

Tuttavia, la ricerca dell’Università di Washington, negli Stati Uniti, dimostra che le persone alle prese con problemi di umore o di droga possono smettere di fumare senza alcun problema e, che inoltre, smettere di fumare e associato a una migliore salute mentale.

Può interessarvi anche: L’importanza di avere una buona salute mentale

4. Non fare attività fisica

«Sebbene l’impatto dell’esercizio fisico sulla salute mentale sia ancora in fase di studio, lo sport agisce sul sistema nervoso centrale, stabilizzando alcune proteine ​​e prevenendo le malattie causate dagli squilibri di queste sostanze», così afferma Miguel del Valle, professore del Università di Oviedo e delegato del Rettorato per lo sport e la salute.

Tenersi in movimento non giova solo al corpo, ma anche al cervello, in quanto una buona circolazione favorisce idee migliori. Inoltre aiuta a ridurre lo stress e a prendersi una pausa dalle preoccupazioni.

5. L’uso prolungato dei dispositivi elettronici

Donna che guarda il cellulare
L’esposizione eccessiva agli schermi digitali è associata all’insorgenza di problemi d’insonnia e all’aumento dei livelli di stress e ansia.

Attualmente buona parte delle pratiche sociali vengono vissute in rete. Il ritmo di vita, pertanto, si concentra sui dispositivi elettronici, da cui è possibile accedere ai social network o simili.

L’uso costante della tecnologia, in particolare degli smartphone, ci impedisce di vivere il presente. A lungo termine, inoltre, causa problemi di vista, stress, insonnia, depressione e ansia.

Adesso conoscete alcune delle abitudini quotidiane alle quali, forse, non avete mai dato troppa importanza. Con dei semplici cambiamenti è possibile migliorare notevolmente la qualità della vita e godere di un’ottima salute mentale.

  • Fernández Liria, Alberto. (2008). La nueva actualidad de la salud mental. Revista de la Asociación Española de Neuropsiquiatría28(1), 3-5.
  • Jané-Llopis Eva. La eficacia de la promoción de la salud mental y la prevención de los trastornos mentales. Rev. Asoc. Esp. Neuropsiq. 2004;  ( 89 ): 67-77.
  • Mrazek P.J., Hall M., “A policy perspective on prevention”, American journal of community psychology, 1997, Vol. 25: 221-226.
  • Hosman C., Jané-llopis E., Political Challenges 2: Mental Health, The evidence of health promotion effectiveness: shaping public health in a new Europe, pp 29-41, Brussels: ECSC-EC-EAEC, 1999.