Quando la menopausa arriva prima del tempo

23 luglio 2014

La menopausa precoce o prematura oggigiorno è un disturbo abbastanza diffuso tra le donne. Implica la scomparsa del ciclo mestruale e la funzione delle ovaie al di sotto dei 40 anni. Questo si traduce nella perdita della capacità riproduttiva prima del tempo e la comparsa di alcuni sintomi che di solito appaiono in età più avanzata. Scoprite meglio questo problema leggendo questo articolo!

Cosa è la menopausa precoce?

Durante questa fase (che può durare diversi mesi o anni) si verifica una considerevole riduzione della quantità di estrogeni, motivo per cui si perde in maniera considerevole la protezione organica di fronte ad alcune malattie. Questo vuol dire che le donne con menopausa precoce hanno maggiori probabilità di soffrire di problemi di cuore, osteoporosi o accidenti cerebrovascolari.

La menopausa è una naturale fase dell’invecchiamento delle donne, ma per alcune arriva prima del previsto. Circa il 6% della popolazione femminile odierna smette di essere fertile a 40 anni. Smettendo di ovulare, il livello di estrogeni si riduce e cessa il ciclo mestruale. Normalmente questo succede tra i 45 ed i 55 anni, verificandosi soprattutto a 51 anni.

menopausa2

La maggior parte dei casi di menopausa precoce è dovuta alle terapie per il cancro all’utero oppure ad interventi chirurgici di rimozione delle ovaie o dell’utero. Tuttavia, è altrettanto importante sapere che le donne che fumano hanno maggiori probabilità di entrare prima del tempo in menopausa. Può anche succedere, però, che le ovaie smettano spontaneamente di produrre gli ovuli, anche se la causa non è nota.

Entrare in menopausa significa perdere la capacità di riproduzione e questo porta la maggior parte delle donne a risentirne non solo a livello fisico, ma anche psicologico. Non sempre è possibile individuare con chiarezza la causa della menopausa prematura, ma di sicuro il sovrappeso, uno stile di vita sedentario e il fumo sono fattori da tenere in considerazione.

Quali sono i sintomi della menopausa prematura?

Il primo sintomo che notano le donne è un ciclo mestruale irregolare. Tuttavia, possono presentarsi anche altri sintomi nonostante il ciclo si presenti in modo regolare ogni mese. Bisogna sottolineare anche che questi sintomi possono presentarsi in modo sempre più intenso. I sintomi più comuni durante la menopausa precoce sono:

  • Sudore e vampate di calore durante la notte
  • Mal di testa
  • Cambiamenti nel ciclo mestruale, incluso nel sanguinamento stesso
  • Riduzione della libido
  • Irritabilità
  • Sbalzi d’umore
  • Depressione
  • Incontinenza e altri problemi urinari

w19

  • Insonnia
  • Secchezza vaginale
  • Bassa autostima 
  • Infiammazione della vagina o dell’utero
  • Cambiamenti del peso corporeo 
  • Dolore durante i rapporti sessuali
  • Secchezza negli occhi, pelle e bocca

Rimedi naturali per la menopausa

Nonostante i medici facciano una netta distinzione tra menopausa “comune” e menopausa “precoce”, di certo i sintomi sono gli stessi. La differenza consiste nel momento in cui si presentano. Se state soffrendo questo problema, quindi, potete ricorrere a piante e rimedi naturali per ridurre i disturbi più comuni, da usare come infuso o nelle pietanze. Tra questi ricordiamo:

Maca

Questa pianta di origine peruviana possiede una grande quantità di calcio e allo stesso tempo proprietà afrodisiache. Bisogna ricorrere a 3 grammi di maca al giorno sotto forma di infuso per due mesi, in modo da equilibrare la mancanza di estrogeni e/o di desiderio sessuale.

Cardamomo

Contiene sostanze con effetti simili agli estrogeni, per tale motivo aiuta a combattere i sintomi della menopausa. Preparate un’infuso con 20 grammi di semi macinati per mezzo litro d’acqua, da bere diverse volte al giorno.

Prugnulo

Preparate un infuso di mezzo cucchiaino di fiori secchi di questa pianta in una tazza d’acqua bollente. È l’ideale per i disturbi che si verificano durante la menopausa, sia fisici sia psichici, come ad esempio palpitazioni, vampate di calore, brividi, depressione o insonnia.

Trifoglio

Regola lo squilibro ormonale e aiuta ad alleviare i dolori, a rallentare il processo di decalcificazione ed evita i problemi cardiaci. Bevete diverse volte al giorno un infuso fatto con un cucchiaio di foglie secche di trifoglio per una tazza d’acqua.

Alfa-alfa

Può essere utile per compensare la mancanza di ormoni ed insieme per ridurre i sintomi della menopausa. Bisogna mangiare germogli di alfa-alfa oppure assumerla sotto forma di polvere da utilizzare nella preparazione delle pietanze.

Ortica

Molto indicata per trattare i problemi inerenti la menopausa. Bevete il succo della pianta di ortica pestando le foglie ed estraendo la polpa. Potete anche trovarlo già preparato in alcuni negozi di prodotti naturali.

Amamelide

Berne una tazza di tè fatto con un cucchiaino di foglie secche ed acqua bollente è l’ideale per ridurre le vampate di calore.

Achillea

Per ridurre il nervosismo e l’ansia tipici di questa fase. Bevete un infuso fatto con mezzo cucchiaino più un altro di camomilla.

Liquirizia

Regola la quantità di estrogeni e assunta durante la menopausa ne attenua i tipici sintomi. Potete assumere un preparato di liquirizia.

Fiore della passione

Aiuta a stabilizzare i problemi nervosi che impediscono di dormire o causano dolore. Bevete un infuso con diversi cucchiai della pianta secca per ogni mezzo litro d’acqua.

Valeriana

Possiede gli stessi effetti della precedente e le dosi sono di 15 grammi di radice della pianta, che si lasciano riposare tutta la notte in una tazza con acqua; poi scolate e bevete.

Immagini per gentile concessione di Dell Inc, Adrian Gaskell, Jodi Womack, epSos.de, Pedro Ribeiro Simoes.

Guarda anche