Prevenire la ritenzione idrica: 6 consigli

L'esercizio fisico è adatto per prevenire e combattere la ritenzione idrica, poiché stimola la circolazione ed elimina scorie e tossine

La ritenzione idrica, un disturbo conosciuto anche come edema, si verifica quando i liquidi dell’organismo si accumulano nei tessuti infiammandoli. Vediamo come prevenire la ritenzione idrica in modo naturale.

Non si tratta di una malattia, ma la sua comparsa ricorrente può fungere da segnale per scoprire affezioni che necessitano di maggiore attenzione.

In generale quando compare in forma frequente la causa è da ricercarsi nei cambiamenti ormonali bruschi, nelle difficoltà circolatorie o anche in ostruzioni del sistema linfatico.

Anche se l’infiammazione può essere lieve, in alcuni casi è accompagnata da dolore, rigidità e da altri sintomi che interferiscono con lo svolgimento delle attività quotidiane.

Per fortuna, oltre a cure adeguato, esistono abitudini sane che, se messe in pratica con costanza, aiuta a prevenire la ritenzione idrica.

Nel seguente spazio condivideremo le migliori 6, così che possiate includerli nel vostro stile di vita.

Prevenire la ritenzione idrica

1. Consumare acqua e bevande naturali

Acqua

Il consumo di acqua e altre bevande naturali è uno dei rimedi migliori atti a curare e prevenire la ritenzione idrica e l’infiammazione.

Al contrario di quello che pensano in molti, l’acqua non aumenta la quantità dei liquidi accumulati, bensì ne stimola l’eliminazione attraverso i reni.

Il suo effetto diuretico e disintossicante sostiene i processi che eliminano gli scarti dell’organismo e grazie a questo riduce l’edema.

Consigli

  • Assicuratevi di bere tra i 6 e i 7 bicchieri d’acqua al giorno.
  • Se vi risulta difficile, scegliete bevande come le tisane e i succhi di frutta.

2. Dormire bene

Si potrebbe pensare che non abbia nulla a che vedere con la ritenzione idrica, ma una corretta igiene del sonno aiuta a controllare e prevenire la ritenzione idrica e i disturbi a essa associati.

Durante il riposo la circolazione scorre meglio e si regola l’attività del sistema linfatico diretta all’eliminazione delle scorie.

Consigli

  • Cercate di dormire tra le 7 e le 8 ore senza interruzioni.
  • Se soffrite di disturbi del sonno, provate a individuarne le cause.
  • Conciliate il sonno con tisane e altri rimedi naturali.

3. Limitare il consumo di sale

Limitate il consumo di sale

Il sale è uno dei condimenti più  usati in cucina; tuttavia, il suo consumo eccessivo è tra le cause principali dell’accumulo di liquidi nel corpo.

I livelli elevati di sodio sbilanciano gli elettroliti dell’organismo, di conseguenza ostacolano la rimozione dell’eccesso di liquidi.

Consigli

  • Evitate di aggiungere troppo sale ai vostri piatti.
  • Quando comprate i vostri alimenti, verificatene sull’etichetta il contenuto di sale.
  • Limitate il consumo di prodotti con troppo sodio: insaccati, cibi in scatola, condimenti etc.

4. Mangiare più frutta e verdura

Gli alimenti freschi e crudi come la frutta e la verdura sono pieni di antiossidanti, fibre, acqua e molti altri nutrienti che prevengono l’infiammazione.

Il loro consumo costante, almeno 3 volte al giorno, garantisce il corretto funzionamento dei reni e aiuta a prevenire la ritenzione idrica.

Consigli

  • Consumate frutta e verdura crude e ricche di acqua.
  • Preparate più spesso insalate, frullati e succhi di frutta.

5. Attività fisica

allenamento

L’esercizio fisico è una delle abitudini più consigliate in caso di ritenzione idrica. I movimenti eseguiti nel corso delle attività stimolano la circolazione e  i processi di rimozione di fluidi e tossine dal corpo.

È adatto anche a proteggere i reni, poiché migliora la produzione di urina e stimola la pulizia delle vie urinarie.

Consigli

  • Allenatevi almeno 30 minuti al giorno.
  • Se non siete abituati all’esercizio fisico, cominciate a svolgerlo in modo graduale.

6. Riattivare la circolazione del sangue

È inevitabile che a volte la circolazione presenti dei problemi. Sport in eccesso, un’alimentazione scorretta e alcune malattie possono ridurre il passaggio del flusso sanguigno.

Se la ritenzione idrica compare in forma ricorrente e risulta difficile da curare, è probabile che si renda necessario riattivare la circolazione con terapie alternative.

Consigli

  • Massaggiatevi con oli essenziali.
  • Fate docce calde e fredde.
  • Applicate degli impacchi.
  • Sollevate le gambe a fine giornata.
  • Fate nuoto.

Avete notato le estremità sono infiammate? Sentite dolore e pesantezza? Se vi accade spesso, ricordate questi consigli e metteteli in pratica per prevenire la ritenzione idrica ed evitare che causi malattie più gravi.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche