Proteggere il fegato con 5 rimedi naturali

· 10 Aprile 2019
La curcuma è una spezia che fa molto bene alla salute del fegato in quanto favorisce l'eliminazione delle tossine e previene lo sviluppo del fegato grasso e altre patologie

Oggi vi daremo qualche consiglio per proteggere il fegato, ma prima parliamo di quest’organo e delle sue funzioni. Il fegato è uno degli organi vitali più importanti. Dal suo buon funzionamento dipende la salute di molti altri sistemi e la possibilità di prevenire determinate malattie.

Il fegato ha la capacità di filtrare le tossine che attraversano il sangue per eliminarle dall’organismo. Interviene anche nella digestione dei grassi, nel metabolismo e in diversi processi ormonali.

Tuttavia, può risentire di alcune anomalie e sviluppare disturbi che richiedono una certa attenzione e cura. A causa del sovraccarico di tossine, le attività del fegato si riducono e aumentano le probabilità di avere diversi problemi di salute.

In questi casi, i rimedi di origine naturale possono rivelarsi un’ottima idea per proteggere il fegato e mantenerlo in buone condizioni.

Si tratta di rimedi che possono avere dei benefici, ma dovete sapere che non tutti sono supportati da prove scientifiche. In caso di problemi al fegato è dunque importante consultare un medico che valuti il vostro caso specifico e vi sappia dare indicazioni anche in materia di rimedi naturali.

A seguire, vi presentiamo i rimedi naturali più noti per proteggere il fegato. Prendete nota!

Rimedi naturali per proteggere il fegato

1. Infuso di cardo mariano

Semi di cardo mariano

Il cardo mariano è uno dei rimedi a base di erbe che possono aiutare a proteggere il fegato contro disturbi cronici quali:

Il composto principale del cardo mariano, la silimarina, potrebbe migliorare il processo di digestione dei grassi e favorire la formazione di nuove cellule epatiche. Si tratta quindi di un’ottima opzione per proteggere il fegato e mantenerlo in buona salute.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di cardo mariano
  • 250 ml di acqua

Preparazione

  • Aggiungere il cardo mariano a una tazza d’acqua bollente.
  • Lasciare in infusione la bevanda per 10 minuti e filtrarla prima del consumo.

Modalità di consumo

  • Bevete una tazza di infuso a metà mattina, almeno 3 volte alla settimana.

Vi consigliamo di leggere anche: Fegato grasso: 5 bevande salutari

2. Bevanda ai carciofi

I carciofi sono noti nell’ambito della medicina naturale per i loro benefici per la salute del fegato. I loro nutrienti favoriscono l’eliminazione delle sostanze tossiche dal sangue, riducono l’eccesso di grasso e regolano il colesterolo.

Inoltre, hanno proprietà antinfiammatorie e diuretiche che aiutano a prevenire malattie croniche causate dall’eccessiva infiammazione. Per tutte queste ragioni, i carciofi sono un ottimo alimento per prendersi cura del fegato.

Ingredienti

  • 1 carciofo
  • 500 ml di acqua

Preparazione

  • Tagliate a pezzetti il carciofo e fatelo bollire nell’acqua.
  • Quando l’acqua inizia a bollire, abbassate il fuoco e lasciate cuocere altri 3 minuti.
  • Coprite la bevanda e lasciate raffreddare 15-20 minuti.

Modalità di consumo

  • Bevete una tazza di bevanda di carciofi a metà mattina e poi nel pomeriggio.
  • Continuate il trattamento per 3 settimane.

3. Infuso alla curcuma

Curcuma

Questa spezia dalle proprietà antiossidanti e antinfiammatorie è una delle migliori alternative naturali per prevenire lo sviluppo di malattie epatiche.

I composti della curcuma aderiscono alle tossine accumulatesi nel fegato e ne facilitano l’espulsione. Inoltre, riducono il colesterolo e prevengono il fegato grasso.

Ingredienti

  • Mezzo cucchiaino di curcuma
  • 250 ml di acqua

Preparazione

  • Scaldate l’acqua e aggiungete la curcuma. Lasciate riposare 5 minuti.

Modalità di consumo

  • Bevete l’infuso a piccoli sorsi, 2 o 3 volte al giorno.
  • Bevetelo almeno 3 volte alla settimana.

4. Frullato di barbabietola e limone

La combinazione delle proprietà alcalinizzanti del limone e degli ossidanti della barbabietola consente di ottenere un efficace rimedio per proteggere il fegato dalle tossine e dai metalli pesanti.

I composti di questo frullato facilitano il processo di digestione e riducono il rischio di sviluppare disturbi infiammatori o metabolici. Per questa ragione si tratta di un’ottima soluzione per proteggere il fegato.

Ingredienti

  • 1 barbabietola grande
  • Il succo di un limone
  • 100 ml di acqua

Preparazione

  • Lavate la barbabietola, sbucciatela e tagliatela a pezzetti.
  • Trasferitela nel frullatore con il succo di limone e l’acqua.
  • Frullate fino a ottenere una bevanda omogenea e poi servitela subito.

Modalità di consumo

  • Bevete il frullato a digiuno, 2 o 3 volte alla settimana.

Volete saperne di più? Leggete anche: Rimedi curativi a base di barbabietola

5. Infuso di ortica e piantaggine

Infuso di ortica

L’infuso di ortica e piantaggine racchiude composti medicinali antiossidanti che aiutano a scomporre i lipidi e a creare una barriera protettiva contro gli effetti nocivi delle tossine. È un ottimo rimedio per aiutare il fegato a svolgere correttamente le sue funzioni e per evitare disturbi cronici come il fegato grasso. Si tratta di una bevanda molto salutare.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di ortica
  • 1 cucchiaio di piantaggine
  • 500 ml di acqua

Preparazione

  • In una casseruola versate l’acqua e le erbe medicinali. Fate bollire a fuoco basso per cinque minuti.
  • Togliete la casseruola dal fuoco, lasciate riposare l’infuso 10 minuti e poi filtratelo.

Modalità di consumo

  • Bevete una tazza di infuso a metà mattina e una dopo pranzo.
  • Ripetete il trattamento 3 volte alla settimana.

La salute del vostro fegato vi preoccupa? Ricordate che è importante seguire un’alimentazione sana e praticare attività fisica regolare. In questo modo manterrete in buona salute non solo il vostro fegato, ma il vostro corpo in generale.

Avete notato i sintomi di una malattia epatica? Rivolgetevi al medico curante affinché possa valutare la situazione e darvi tutte le informazioni in merito. Non dimenticate di consultare il medico prima di ricorrere ai rimedi naturali che vi abbiamo proposto perché potrebbero interferire con il trattamento farmacologico a cui vi state sottoponendo.