Quali bibite fanno ingrassare?

· 4 Aprile 2014
Le bibite

Dovremmo eliminare dalla nostra dieta quotidiana tutte le bibite che fanno ingrassare, perché apportano un eccesso di calorie oppure perché influiscono direttamente sulla ritenzione idrica.

Molte persone riescono ad assumere i due litri di liquidi al giorno raccomandati dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), ma solamente una piccola percentuale lo fa bevendo acqua.

Gli eccessi di zucchero e di calorie nella nostra dieta liquida incidono negativamente sulla nostra silhouette e anche sulla nostra salute in generale. A seguire vi diremo quali bibite fanno ingrassare di più e perché.

Bibite aromatizzate e ricche di zuccheri, succhi di frutta, infusi zuccherati, bevande alcoliche e bibite gassate sono le più bevute, non solo durante i pasti, ma anche come fonte di idratazione contro il calore e la perdita di liquidi.

Ma sapete davvero come, quanto e perché fanno male queste bevande?

Le bibite che più ci fanno ingrassare!

Le bevande alcoliche

L’alcol è amico dell’obesità per vari motivi. Comporta l’ingestione di molte calorie e di conseguenza il fegato deve lavorare intensamente per smaltirle.

Ecco perché il consumo eccessivo di alcol danneggia seriamente quest’organo vitale. Mentre il fegato brucia l’alcol, non può anche bruciare i grassi che ingeriamo.

Se aggiungete il fatto che queste bevande non spezzano l’appetito, ma l’aumentano, allora l’alcol diventa nemico diretto di una bella silhouette.

Dovete sapere che l’alcol è considerato una droga leggera e può creare dipendenza. Dovete avere grande forza di volontà per moderare il consumo di alcol e limitarvi ad un bicchiere di vino ogni tanto, durante i pasti, o ad una birra con gli amici.

Per saperne di più: Birra: fa ingrassare o migliora la salute?

Le bibite gassate

Le bibite gassate sono quasi sempre piene di zuccheri e sono un altro dei principali responsabili dell’obesità. Qualsiasi bibita gassata contiene zuccheri aggiunti che normalmente provengono da sciroppo di mais transgenico, economico e della peggior qualità.

Inoltre, per creare dipendenza, sono riempite di glucosio per cui le quantità di zucchero per dolcificare queste bibite sono molto elevate.

Anche le bibite light hanno delle controindicazioni. Di solito sono prodotti edulcorati con aspartame, considerato nocivo per la salute.

Non aggiungere zuccheri alla dieta è l’idea migliore. Al loro posto, dobbiamo utilizzare dolcificanti naturali come la stevia, come ha iniziato a fare Coca Cola in Argentina (anche se solo parzialmente, ovvero senza eliminare lo zucchero, ma solo riducendone la quantità).

Non contengono solo edulcoranti artificiali nocivi, ma anche un eccesso di sodio che provoca la ritenzione di liquidi. Il consumo abituale di queste bibite ci fa ingrassare e risulta stressante anche per reni e fegato.

I succhi di frutta

Succhi di frutta

Non c’è niente di più energetico, salutare e saporito di un succo di frutta naturale. Ancora meglio se la frutta è biologica e non è stata trattata con fertilizzanti chimici o pesticidi.

Se comprate questo tipo di succhi, è importante che abbiano il marchio biologico. Questo garantisce che raccolta ed stoccaggio della frutta siano stati fatti secondo le norme, nel rispetto delle sue proprietà.

I succhi industriali, oltre ad avere poca frutta, sono prodotti con aromi e coloranti nocivi, solitamente sono ricchi di zuccheri aggiunti di bassa qualità. La cosa migliore da fare è quella di preparare da soli i succhi in casa con frutta e verdura fresca della migliore qualità.

Vi consigliamo inoltre di leggere Cibi che fanno ingrassare di più: i 4 peggiori.

Le bevande migliori

Senza paura di sbagliare, vi consigliamo di bere acqua pura, la bevanda migliore per soddisfare la vostra sete. Ancor meglio se è minerale e proviene dalle sorgenti di alta montagna. La trovate in qualsiasi supermercato o negozio di alimentari ad un prezzo modico.

Bere acqua e non bibite

Preparare un tè o una tisana a base di erbe, spremere il succo fresco di frutta e verdura naturali, il latte vegetale d’avena, di riso o di mandorle, così come qualsiasi altro cereale tostato e disciolto in acqua come il caffè o l’orzo, sono tutte cose che fanno molto bene alla salute.

 

  • Testino, G., Ancarani, O., & Scafato, E. (2011, October). Bevande alcoliche e cancro: Uso, abuso o consumo? Recenti Progressi in Medicina. https://doi.org/10.1701/955.10455
  • Bonaccorsi, G., Perico, A., Colzi, A., Bavazzano, P., Di Giusto, M., Lamberti, I., … Lorini, C. (2012). [Benzene in soft drinks: a study in Florence (Italy)]. | Benzene nelle bibite analcoliche: un’indagine fiorentina. Igiene e Sanit? Pubblica68(4).
Guarda anche