Realizzare un sacco da boxe in casa

Realizzare un sacco da boxe ci permette di allenarci in casa e di mantenerci in forma, con tutti i benefici che derivano dall'allenamento.
Realizzare un sacco da boxe in casa

Ultimo aggiornamento: 15 maggio, 2021

In questo spazio insegniamo a realizzare un sacco da boxe. Il pugilato è uno sport che offre tutti i classici benefici dell’esercizio fisico (riduzione del rischio di ipertensione, diabete di tipo 2 e obesità), oltre a un sonno ristoratore e il buonumore.

Tra i benefici dell’attività fisica ricordiamo che rafforza il sistema immunitario, fondamentale per combattere le patologie infettive, secondo quanto dichiarato da molti ricercatori.

Un modo pratico per allenarsi in casa è dedicarsi a discipline come la boxe o le arti marziali. Nelle righe che seguono spieghiamo come realizzare un sacco da boxe 100% fai-da-te. Una valida opzione se si dispone di abbastanza spazio e se si ha la possibilità di riciclare oggetti che non si usano più.

Cos’è un sacco da boxe?

Un sacco da boxe è una sacca dalla forma cilindrica, imbottita con materiali di diverso tipo per allenarsi con pugni e calci. Utili nel pugilato e arti marziali come kung fu, judo, karate e tae kwan do.

Oltre a eseguire movimenti specifici, l’allenamento con il sacco da boxe aiuta a calmare lo stress, a bruciare grassi e a sviluppare la muscolatura.

Due pugili sul ring.
Il pugilato è uno sport completo, in grado di offrire benefici alla salute. Tuttavia, se praticato a livello agonistico, si può incorrere in infortuni.

Realizzare un sacco da boxe con pneumatici

È possibile realizzare un sacco da boxe in casa riciclando vecchi pneumatici. Faremo un gran favore alle nostre finanze e proteggeremo il pianeta.

Materiali

  • 4 ganci circolari.
  • Pennarelli.
  • Rondelle.
  • Ganci a forma di S.
  • Trapano.
  • 3 pneumatici.
  • Chiave a cricchetto.
  • Gancio a moschettone.
  • Viti.
  • Lucchetti.
  • Chiave combinata.
  • Girelli.
  • Bulloni.

Passaggi da seguire

  • Pneumatici: con il trapano bisogna realizzare quattro fori a forma di croce (+) su ogni pneumatico. Quindi, prendere 2 delle 3 ruote, girarle e realizzare nuovamente i fori in modo che coincidano con quelli dell’altro lato.
  • Assemblaggio delle parti: unire i 3 pneumatici con i bulloni, le rondelle e i dadi.
  • Appendere il sacco: agganciare le catene dall’estremità alle rondelle già fissate agli pneumatici. Con l’altra estremità, appendere le catene a un gancio a moschettone. Quest’ultimo andrà agganciato al girello. Non resta che agganciare un supporto a una parte del soffitto resistente.

Realizzare un sacco da boxe con tessuto resistente

Ovviamente non tutti dispongono in casa di 3 pneumatici vecchi con cui realizzare un sacco da boxe. Se fosse così facile reperirli, il livello di inquinamento del pianeta sarebbe molto più basso.

Non dobbiamo neppure pensare di togliere gli pneumatici all’automobile che utilizziamo. La soluzione? Procurarsi una stoffa resistente.

Materiali

  • Forbici.
  • Punteruolo.
  • Pinze.
  • Colla.
  • Aghi speciali (molto resistenti e più spessi del normale)
  • Tela super resistente (può essere in cuoio sintetico o in stoffa).
  • 1 righello.

Passaggi da seguire

  • Taglio: tagliate la stoffa in altezza e in larghezza, a seconda di quanto volete che sia grande il sacco. Quindi, ottenete dal tessuto due cerchi. Uno servirà per la base e l’altro fungerà da “coperchio”.
  • Dare forma al sacco: unite con la colla le due estremità della stoffa ritagliata per formare il sacco.
  • Cucito: per renderlo più resistente, oltre a incollarlo bisogna cucirlo. Prima di procedere alla cucitura, possiamo utilizzare un punteruolo per bucherellare i punti da cui poi passerà l’ago.
  • Assemblaggio: incollate al cilindro uno dei due cerchi di stoffa ritagliato in precedenza, quindi cucite.
  • Fissare gli anelli: nell’estremità opposta alla base, fissate gli anelli che userete per appendere il sacco. Così come nelle fasi precedenti, gli anelli vanno attaccati e cuciti.
  • Riempimento: riempite il sacco come preferite per renderlo più duro o più morbido da colpire. La scelta dipenderà dal tipo di allenamento.
  • Fissare la copertura. Una volta riempito il cilindro, posizionate il coperchio sulla stoffa a forma di cerchio, seguendo la stessa procedura utilizzata per la base.
  • Appendere il sacco: potete appendere le catene a un supporto a soffitto oppure a una trave resistente.

Quale imbottitura scegliere per sacco da boxe?

Per realizzare un sacco da boxe fatto in casa e potersi allenare non bastano i passaggi descritti. Bisogna aver ben chiaro sin dall’inizio come si desidera riempire il sacco.

L’imbottitura, di fatto, consentirà un allenamento diverso. Poiché ne esistono di diverso tipo, a seguire presentiamo le migliori:

  • Stracci o vecchi indumenti: assicuratevi di creare una certa pressione all’interno del sacco, a seconda della consistenza desiderata. Il consiglio è assicurarsi che i tessuti siano stati precedentemente ritagliati in parti uguali.
  • Segatura: per aumentare il volume del sacco possiamo utilizzare diversi tipi di segatura, come trucioli e segatura.
  • Sabbia: si consiglia di scegliere sabbia molto sottile, altrimenti potrebbe contenere pietre.
Truciolato per imbottire il sacco da boxe.
Il truciolato serve a dare una buona consistenza al sacco da boxe, per cui è adatto all’imbottitura dello stesso.

Considerazioni sull’uso del sacco da boxe

I benefici dello sport in termini di salute fisica e psicologica sono inestimabili. Eppure, prima di iniziare a sferrare colpi al vostro sacco da boxe (o dedicarvi a qualsiasi altro allenamento), conviene seguire le seguenti indicazioni:

  • Bambini e ragazzi tra i 5 e i 17 anni: si raccomanda di svolgere un’ora di attività fisica al giorno, a intensità da moderata a forte.
  • Adulti (dai 18 anni in su): il consiglio è di svolgere almeno un’ora e 15 minuti a settimana di attività aerobica intensa o 2 ore e mezza di attività aerobica moderata.

In questo modo è possibile combattere la sedentarietà, prevenire malattie come obesità e ipertensione affrontare problemi psicologi come ansia o stress, riposare meglio e sentirsi di un umore migliore.

Potrebbe interessarti ...
Salute cerebrale: tutti i benefici dell’esercizio fisico
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Salute cerebrale: tutti i benefici dell’esercizio fisico

Che l'esercizio faccia bene alla salute cerebrale lo si afferma fin dai tempi antichi. La famosa frase Mens sana in corpore sano ne è un esempio.



  • Sánchez Ruiz, Rocío. “Efectos del ejercicio físico sobre el sistema inmune.” (2020).
  • Rangel Colmenero, Blanca Rocío, Germán Hernández Cruz, and Adrián Geovanni Rosas Taraco. “El ejercicio físico y su relación con el sistema inmune.” Revista de Ciencias del Ejercicio FOD 5.2 (2009): 37-60.
  • Universidad Nacional Autónoma de México. Martínez Q., Carina. Vencer al sedentarismo. México 2018.
  • Rodríguez, Silvia M. Andia, et al. Manual para entender y tratar el sedentarismo: consejos para mejorar la calidad de vida. Ned ediciones, 2014.