Reverse Skincare, la routine di bellezza inversa

Cosa accadrebbe se invertissi l'ordine convenzionale con cui applichi i cosmetici per l'igiene del viso? La Reverse Skincare è una pratica rivoluzionaria che è diventata molto popolare sui social.
Reverse Skincare, la routine di bellezza inversa

Ultimo aggiornamento: 01 ottobre, 2022

La cura della pelle del viso da sempre segue a un ordine specifico: detergere, tonificare e idratare. Ma la tecnica Reverse Skincare ha ribaltato questo schema. Seguendo questa tecnica, si comincia dalla fine a ritroso, per ottenere effetti migliori per la salute della pelle.

Questo metodo è diventato molto popolare sui social grazie ad alcune blogger che mostrano passo dopo passo il modo “inverso” di prendersi cura del viso. Perché è così virale? Non implica una maggiore spesa economica, ma semplicemente propone di sperimentare una nuova struttura. Quanto è efficace la procedura? Quali sono i suoi vantaggi? In questo articolo trovi tutti i dettagli.

Cos’è la Reverse Skincare?

Il metodo Reverse Skincare propone il cambiamento dell’ordine in cui normalmente applichi le sostanze per pulire e prenderti cura della pelle. Questa teoria suggerisce di iniziare con le consistenze più sottili per poi arrivare a quelle più spesse.

Secondo questa premessa, la prima cosa che il viso riceverebbe sarebbero le creme, mentre il tonico si dovrebbe spruzzare alla fine. Questo trucco di bellezza è diventato virale su TikTok, una rete in cui il Reverse Skincare è una tendenza.

L’idea è nata da Ava Lee, una creatrice di contenuti coreana, che ha diffuso i tutorial inversi fino a ottenere l’accettazione di migliaia di utenti sulla piattaforma. Secondo la Lee, che questa sequenza inversa è particolarmente efficace per migliorare la pelle danneggiata dal freddo.

Tra gli altri vantaggi, quando si inizia con lozioni e non con i tonici, si fornisce alla pelle del viso un blocco dell’idratazione e si rispetta l’idratazione topica.

Si dice che questa modalità di cura della pelle ottenga effetti immediati. Tuttavia, la raccomandazione dermatologica è di attendere almeno 10 minuti affinché l’idratazione sia completa, perché solo quando il derma assorbe bene il prodotto, il resto delle sostanze viene assimilato meglio.

Inoltre, trattandosi di un trattamento diffusosi sui social e limitato alle esperienze aneddotiche, i medici non lo supportano ancora del tutto e non sanno quanto sia conveniente la trasposizione dei cosmetici.

Reverse skincare: cos'è e come implementarlo
Questa tecnica propone l’uso inverso dei prodotti per la cura del viso.

Leggi anche: Siero viso alla caffeina per il contorno occhi: quali benefici?

Come seguire la Reverse Skincare

Le comuni routine di cura della pelle iniziano con l’applicazione del tonico, poiché è la formula più leggera del gruppo. Continuano con miscele pesanti come sieri e creme idratanti. Al contrario, l’idratazione diventa più importante come rimedio contro le intemperie e come preparazione a ciò che segue.

Una pubblicazione di Offarm rileva che se l’epidermide riduce la sua capacità di ritenzione idrica, sulla pelle compaiono manifestazioni di pelle secca, come le seguenti:

  • Rughe.
  • Peeling.
  • Flaccidità.
  • Aspetto avvizzito.

Evitare queste situazioni è ciò che si cerca quando si inverte l’ordine dell’igiene e per questo sono necessarie 3 fasi.

1. Idratare con la crema

La prima cosa da fare è stendere uno strato di crema idratante sul viso, fino a formare una maschera. Secondo l’Accademia Spagnola di Dermatologia e Venereologia, in questo modo si preserva quotidianamente il giusto livello di idratazione e si ripristina la funzione barriera dello strato corneo.

Aggiungono che è opportuno scegliere una crema idratante che contenga una crema solare, o dopo quella crema mettere un filtro, poiché i raggi UV sono un potente disidratatore della pelle. La consistenza della sostanza deve corrispondere al tuo tipo di pelle e al clima attuale.

2. Applicare il tonico per il viso

Assorbita la crema, si passa al tonico. Questo ordine ha molteplici vantaggi, tra cui la rimozione di impurità e cellule morte, oltre a un tocco di idratazione in più.

Anche se in commercio ci sono molte marche di tonici per il viso, se volete usate quelli preparati con composti rigorosamente naturali. Meglio quelli senza alcool, senza fragranze e senza principi attivi.

Una recensione sui prodotti per la pelle, rilasciata da Ars Pharmaceutica, sottolinea che i derivati vegetali sono sicuri per la salute e rappresentano una grande fonte di metaboliti secondari, utilizzati come materia prima nella produzione di cosmetici per la pelle.

La metodologia consiste nell’immergere i dischetti di cotone con il liquido e impregnare il viso con colpi morbidi. Attendere 15 minuti affinché penetri.

3. Reidratare

L’ultima procedura è ripetere la crema idratante, ma sulle guance. Alcune persone optano per le creme idratanti, in quanto hanno la particolarità di integrare la superficie cutanea e ripristinare lo strato acido della pelle.

Ricordarsi di applicare la protezione solare prima di continuare con il trucco, soprattutto se la formula idratante non prevede alcun fattore di protezione.

Ci sono controindicazioni?

In teoria, i seguaci di questa routine ne sottolineano il potere riparatore nei casi di pelle secca. C’è invece chi commenta che preferire prima le formule pesanti e poi quelle leggere impedirà a queste ultime di fare bene il proprio lavoro.

Ciò non significa che non ci saranno effetti, ma sarà difficile per toner e sieri raggiungere le profondità del derma se dovranno passare attraverso una pellicola di crema. A suo favore, la cura della pelle inversa difende l’idratazione profonda e superficiale, poiché mostrano la finitura lussureggiante.

Crema viso
Per ora non ci sono prove sui benefici della Reverse Skincare. I suoi effetti si basano su dati aneddotici.

Come rendere più sicura la routine Reverse Skincare

Indipendentemente dal fatto che si segua la routine tradizionale o viceversa, la sicurezza della pelle è garantita purché si applichino sul viso prodotti di qualità, adatti a ogni esigenza. Questi devono essere dermatologicamente approvati.

Pertanto, è fondamentale conoscere il tipo di pelle e gli ingredienti dei cosmetici. Devi anche essere costante e rigoroso con la cura in modo che il viso mantenga il suo aspetto sano.

Potrebbe interessarti ...
Pelle compatta e senza imperfezioni: i migliori consigli
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Pelle compatta e senza imperfezioni: i migliori consigli

Mantenere una pelle compatta e priva di imperfezioni non è sempre facile, ma semplici abitudini possono fare la differenza.




Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.