7 rimedi naturali per eliminare l’alito cattivo

9 settembre 2017
Il succo di limone è uno dei rimedi più efficaci per regolare il pH della saliva e per combattere i batteri che provocano l'alito cattivo.

L’alito cattivo è un sintomo comune che può generare insicurezza e problemi di autostima a causa dell’impatto che esercita sulle nostre interazioni sociali.

È caratterizzato da un odore sgradevole in bocca, quasi sempre generato da un’infezione batterica o dall’accumulo di residui di cibo tra i denti.

Sebbene l’uso giornaliero di dentifricio e collutorio aiuti a neutralizzarlo, a volte sono necessari altri rimedi per eliminarlo.

Per fortuna, grazie alle loro proprietà, alcuni ingredienti naturali possono tenere sotto controllo questo problema sin dall’inizio ed evitare che persista o peggiori.

Oggi vogliamo condividere con voi 7 alimenti il cui consumo riduce notevolmente l’alitosi.

Scopritele!

1. Yogurt naturale

Il consumo regolare di yogurt naturale con probiotici è una delle migliori opzioni per tenere sotto controllo l’alito cattivo e i problemi orali.

Questi fermenti vivi aiutano a regolare il pH della bocca e, allo stesso tempo, riducono la proliferazione dei batteri e l’eccesso di acidità.

Poiché migliora la digestione, lo yogurt naturale è ideale anche per regolare i problemi gastrici che influiscono sulla comparsa di tale condizione.

Cosa bisogna fare?

  • Mangiate mezzo vasetto di yogurt a digiuno accompagnato solo da qualche pezzetto di frutta.
  • Mangiate l’altro mezzo vasetto nel pomeriggio.

2. Tè nero

I polifenoli contenuti nel tè nero gli permettono di combattere efficacemente i cattivi odori della bocca.

Questi antiossidanti frenano la crescita dei batteri nocivi e, a loro volta, facilitano la pulizia orale nelle aree poco accessibili.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di tè nero (10 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Cosa bisogna fare?

  • Riscaldate l’acqua e, una volta giunta ad ebollizione, aggiungete il cucchiaio di tè nero e lasciate riposare l’infuso per 10 minuti.
  • Bevetelo a digiuno e ripetetene l’ingestione dopo pranzo.

3. Succo di limone

La natura acida del succo di limone può essere utilizzata come integratore per combattere l’alito cattivo e le infezioni orali.

Le sue proprietà regolano il pH della saliva e promuovono l’eliminazione dei microbi che generano cattivi odori e malattie.

Ingredienti

  • Il succo di 1 limone
  • ½ bicchiere d’acqua (100 ml)

Cosa bisogna fare?

  • Spremete il succo di un limone e mescolatelo a mezzo bicchiere d’acqua tiepida.
  • Realizzate gargarismi con la bevanda 2 o 3 volte al giorno.
  • Se volete, potete assumere anche un bicchiere d’acqua con limone a digiuno.

4. Infuso di prezzemolo

Anche se molti combattono l’alito cattivo masticando un pezzetto di prezzemolo, anche il consumo del suo infuso può rivelarsi efficace per affrontare questo fastidioso sintomo.

Questa bevanda possiede proprietà depurative e antiossidanti che eliminano i residui che, in qualche modo, influiscono nella comparsa ricorrente di tale condizione.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di prezzemolo (10 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Cosa bisogna fare?

  • Aggiungete un cucchiaio di prezzemolo in una tazza bollente e lasciate riposare l’infuso per 10 minuti.
  • Filtrate la bevanda e consumatela.
  • Potete assumerla fino a 3 volte al giorno.

5. Infuso di menta

La menta è un’altra pianta utile per combattere l’alito cattivo e i sintomi di alcune infezioni a denti e gengive.

Presenta proprietà antibatteriche e antinfiammatorie che risultano utili per promuovere la pulizia della bocca.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di menta (10 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Cosa bisogna fare?

  • Versate un cucchiaio di menta in una tazza di acqua bollente e, una volta raggiunta la temperatura adeguata, filtrate e bevete l’infuso.
  • Bevetelo fino a 2 volte al giorno.

6. Aceto di mele e acqua

Gli acidi naturali contenuti nell’aceto di mele sono potenti antibatterici che aiutano a pulire la bocca per prevenire e trattare l’alitosi.

Il suoi principi attivi regolano il pH dello stomaco e riducono la produzione eccessiva degli acidi.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di aceto di mele (10 ml)
  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml)

Cosa bisogna fare?

Aggiungete un cucchiaio di aceto di mele in un bicchiere d’acqua tiepida e bevetelo a digiuno.

Volete saperne di più? Leggete: 8 benefici di un cucchiaio di aceto di mele al giorno

7. Infuso di camomilla

L’infuso di camomilla è molto utile per ridurre l’alito cattivo se dipende da problemi epatici o da alterazioni batteriche del corpo.

Le sue proprietà depurative rimuovono le tossine del sangue e favoriscono il processo di disintossicazione del fegato.

L’aspetto più interessante è che la sua azione antinfiammatoria riduce anche il mal di denti e alle gengive contrastando le infezioni orali.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di fiori di camomilla (10 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Cosa bisogna fare?

  • Mettete un cucchiaio di fiori di camomilla in una tazza di acqua bollente e lasciatela riposare per 10 minuti.
  • Filtrate e bevete fino a 3 volte al giorno.

State lottando contro questo problema? Scegliete una qualsiasi delle bevande menzionate e assumetela regolarmente per approfittare delle sue proprietà.

Tenete sempre presente che dovete unire la bevanda scelta a corrette abitudini di igiene orale.

Guarda anche