9 rimedi naturali contro la vitiligine

Per ridurre i sintomi della vitiligine, bisogna avere molta pazienza. Se volete ottenere maggiori risultati, potete combinare i rimedi topici con tisane e frullati adatti

Il nome scientifico della vitiligine è leucodermia ed è più comune di quanto pensiate. La vitiligine è una malattia caratterizzata dallo sviluppo di macchie chiare sulla pelle. 

In quest’articolo vi daremo più informazioni al riguardo, in quanto è un problema che può presentarsi in qualsiasi momento della vita.


Cosa c’è da sapere sulla vitiligine?

ragazza-con-la-vitiligine

Anticamente si diceva che le persone dalla pelle scura erano più propense a soffrire di vitiligine.

In seguito, si pensò che i più vulnerabili fossero, invece, le popolazioni di razza bianca a causa della produzione squilibrata di un pigmento chiamato melanina (generato dai melanociti).

Le macchie, dal colore bianco o rosato, appaiono soprattutto su viso, mani, torace, ascelle ed inguine. 

Ancora non si conoscono le cause esatte di questo problema che colpisce, allo stesso modo, bambini, giovani e anziani, a prescindere dal gruppo etnico di appartenenza o dal sesso.

Si pensa che la leucodermia possa scatenarsi a causa di:

  • Mal funzionamento della ghiandola tiroidea
  • Eredità
  • Cambiamenti ormonali
  • Stress
  • Depressione
  • Ferite
  • Diabete mellito
  • Morbo di Addison
  • Anemia perniciosa

Oltre a queste possibili cause, la teoria più avallata ritiene che la vitiligine sia provocata da un problema del sistema immunitario. Il corpo reagisce in diversi modi di fronte ai leucociti che, essendo pericolosi “invasori”, vengono distrutti.

Sebbene non si tratti di una malattia grave o mortale, per molti potrebbe essere fastidiosa e motivo di vergogna.

In un quarto dei pazienti affetti si produce quello che si conosce come “ripigmentazione spontanea”, causata da fattori quali:

  • Inizio recente (non superiore a 6 mesi)
  • Età del paziente (se è giovane)
  • Posizione delle macchie (zona facciale, ad eccezione delle labbra)

Leggete anche: 6 frullati per prevenire e trattare l’anemia

Rimedi fatti in casa per trattare la vitiligine mani-grandi-con-vitiligine

Molte persone si chiedono se esiste una cura per la vitiligine e se sono condannate a doverne soffrire per tutta la vita (con il rischio, inoltre, di estensione in altre parti del corpo).

Se consideriamo il fattore immunologico, inoltre, non sarà facile eliminare il problema alla radice. 

1. Frullato naturale contro la vitiligine

Ingredienti

  • ½ cetriolo
  • 1 yogurt naturale (125 g)
  • Aloe vera

Procedimento

  • Tagliate il cetriolo a pezzettini e mettetelo in un frullatore con un vasetto di yogurt naturale e del gel di aloe vera.
  • Processate il tutto fino ad ottenere un frullato omogeneo e bevetelo a digiuno tutti i giorni.

2. Ravanello e aceto di mele

Ingredienti

  • 4 cucchiai di semi di ravanello (40 g)
  • Aceto di mele (quantità necessaria)

Procedimento

  • Mettete in un recipiente i semi di ravanello ed ammorbiditeli con l’aceto di mele (fate in modo che i semi siano interamente coperti dal liquido).
  • Lasciate riposare per tutta la notte e poi pestateli con un mortaio fin quando raggiungano la consistenza di una pasta.
  • Applicate il tutto sull’area colpita dalla vitiligine e lasciate agire per due ore senza coprire.
  • Passato il tempo indicato, sciacquate con acqua tiepida.
  • Ripetete il trattamento tre volte alla settimana e non dimenticate che la pelle deve essere asciutta e pulita prima dell’applicazione.

3. Olio di germe di grano

Imbevete un batuffolo di cotone con dell’olio di germe di grano e passatelo delicatamente sulle macchie.

Una volta trascorsi 5 minuti (o quando si sarà assorbito), potete coprire la zona. Non è necessario risciacquare.

Ripetete il trattamento tutte le sere.

4. Frullato di polline e kiwi

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di polline (15 g)
  • 1 kiwi

Procedimento

  • Prima di colazione, preparate questo frullato con un cucchiaio di polline ed un kiwi sbucciato e tagliato a fette.
  • Mettete tutti gli ingredienti nel frullatore e processate per bene.
  • Bevetelo tutti i giorni.

5. Cataplasma a base di basilico, fragola e succo di limone

Preparate un impasto con un pugno di foglie fresche di basilico tritate ed un po’ di succo di limone.

Applicatelo sulle macchie 3 volte al giorno (mattina, pomeriggio e sera) come se fosse un cataplasma.

Il basilico stimola la produzione di melanina e il succo di limone rimuove le macchie dalla pelle. Non dimenticate di risciacquare bene se decidete di uscire dopo avere applicato il trattamento.

6. Rimedio a base di scorza di limone e alcool

ragazza-con-la-vitiligine-nelle-braccia-e-nel-viso

Ingredienti

  • La scorza di due limoni (o lime)
  • 1 tazza di alcool bianco (250 ml)

Preparazione

  • Mettete la scorza dei due limoni in un recipiente di vetro e aggiungete l’alcool bianco.
  • Tappatelo e lasciatelo macerare per tre giorni in un luogo buio e fresco.
  • Una volta trascorso questo tempo, imbevete un batuffolo di cotone in questo preparato e applicatelo sopra le macchie.
  • Esponete la pelle al sole per alcuni minuti e poi sciacquate con acqua tiepida.
  • Ripetete l’applicazione tutti i giorni (o almeno 3 volte a settimana).

7. Argilla rossa e zenzero

Se riuscite a munirvi di argilla rossa (oltre a trovarsi in forma naturale nei letti dei fiumi, si può anche comprare in erboristeria), non esitate ad utilizzarla per contrastare questo problema.

Grazie al suo alto apporto di rame, aiuta a ripigmentare la pelle.

Ingredienti

  • Qualche cucchiaio di argilla rossa
  • 1 cucchiaio di zenzero grattugiato (10 g)
  • Acqua (la quantità necessaria)

Procedimento

  • Mescolate l’argilla con un po’ d’acqua e il zenzero grattugiato. Lavorate il tutto per bene fino a formare un impasto.
  • Applicate il trattamento sulle macchie.
  • Lasciate agire per qualche minuto e sciacquate con acqua tiepida. Ripetete l’applicazione ogni due giorni.

8. Radice di mango macerata nell’alcool

Ingredienti

  • 5 cucchiai di radice di mango (50 g)
  • 2 tazze d’alcool (500 ml)

Procedimento

  • Lasciate macerare la radice di mango nell’alcool per 20 giorni in un luogo buio.
  • Passato questo periodo, imbevete un batuffolo di cotone nel preparato e tamponatelo sulle macchie.
  • Non risciacquate, ma lasciate che si asciughi da solo.

Vi consigliamo di leggere anche: 7 incredibili motivi per mangiare il mango

9. Il pepe nero e la vitiligine

pepe-nero

Ultimamente alcuni studi hanno accertato che uno dei migliori rimedi per combattere la vitiligine è il pepe nero. Questa spezia è molto utilizzata in cucina ed è in grado di aumentare la produzione di melanina nella pelle.

Uno dei principali composti del pepe nero è la piperina, un’elemento che stimola la produzione dei melanociti. Per poter godere a pieno dei suoi benefici, deve essere utilizzato utopicamente.

È possibile trovare in commercio alcune creme o oli a base di pepe nero come componente principale, anche se potete prepararlo in casa.

Ingredienti

  • ¼ di tazza di pepe nero in grani (62 g)
  • 1 tazza d’olio di oliva (200 g)

Procedimento

  • Riscaldate l’olio d’oliva a fuoco lento ed aggiungete il pepe nero.
  • Lasciate cuocere il tutto per 5 minuti.
  • Trascorso questo tempo, spegnete i fornelli, lasciate raffreddare il tutto e poi filtratelo in un barattolo di vetro.
  • Applicatelo tutti i giorni con un batuffolo di cotone sulle zone interessate.