Rimedi naturali per la rosacea

29 aprile 2014
Per evitare possibili incompatibilità tra questi rimedi naturali e i vostri trattamenti medici, è sempre bene che vi rivolgiate ad uno specialista prima di utilizzarli.

Al giorno d’oggi siamo sempre più esposti ad un’infinità di malattie, da quelle più conosciute a quelle più rare.

Esistono alcune malattie che passano inosservate nella maggior parte delle persone e altre, come l’acne rosacea, che, invece, sono impossibili da nascondere perché, in un gran numero di casi, si manifestano sul viso dei pazienti che ne sono affetti

Oltre ai fastidi fisici che accompagnano questa malattia, bisogna considerare gli aspetti che colpiscono l’autostima e che possono causare forme di depressione, fino a generare delle vere e proprie difficoltà nel momento in cui si è alla ricerca di un lavoro che preveda il contatto diretto con altre persone.

Che cos’è la rosacea?

La rosacea è una malattia cronica della pelle per cui questa si infiamma e i vasi sanguigni diventano visibili. Come abbiamo già accennato, riguarda generalmente la pelle del viso, in certi casi colpisce anche le palpebre e, più raramente, altre zone del corpo.

La rosacea provoca un arrossamento della pelle del viso, solitamente localizzato nella zona centrale del volto. Possono comparire, inoltre, noduli infiammati, nonché gonfiore e bruciore. Possono risultare visibili anche alcune vene sotto la pelle. Generalmente questa malattia colpisce le persone tra i 30 e i 50 anni di età.

Se la rosacea colpisce gli occhi, questi si possono infiammare, si seccano e si avverte la sensazione di avere un corpo estraneo al loro interno. A causa di questa malattia, la pelle si può ispessire ed è per questo motivo che il naso risulta gonfio e, quindi, più grosso. L’alterazione della struttura cutanea del naso colpisce soprattutto gli uomini ed è conosciuta come “rinofima”.

Sfrotunatamente, non è stata ancora trovata una cura per questa malattia. Tuttavia, esistono dei rimedi che aiutano a trattarla e a tenerla sotto controllo. Come per qualsiasi altra malattia, si ottengono maggiori e migliori risultati se la rosacea viene diagnosticata precocemente.

Il trattamento medico può includere l’applicazione di farmaci per uso topico nei casi di lieve entità. Se, invece, la malattia è in uno stadio avanzato, in genere vengono somministrati farmaci per via orale.

Rimedi naturali per la rosacea

Se avete l’intenzione di iniziare un trattamento naturale, ricordate di avvisare sempre il vostro medico in modo da evitare interazioni con altri farmaci che dovesse avervi prescritto. 

I rimedi naturali che vi presentiamo in questo articolo si caratterizzano per i loro effetti antinfiammatori e antimicrobici. Il loro scopo è quello di ridurre l’infiammazione dei vasi sanguigni del viso e di impedire che microrganismi sviluppino infezioni a partire dalle lesioni cutanee già presenti.

  • Camomilla: pulite il viso con un infuso a base di camomilla. Bastano due cucchiaini di fiori di camomilla in un paio di bicchieri d’acqua.
  • Aceto di mele: pulite il viso con l’aceto di mele, un cucchiaio in un bicchiere d’acqua.

Anche i saponi con estratto di camomilla possono apportare molti benefici se soffrite di rosacea.

  • Olio d’oliva: applicate l’olio di oliva sul viso con dei leggeri massaggi, realizzando dei cerchi con le dita.
  • Cetriolo: applicate delle fette di cetriolo sulle zone infiammate e lasciate agire per cinque minuti.

Le creme a base di cetriolo fanno molto bene ai pazienti che soffrono di questa malattia.

  • Avena: la farina d’avena riduce il bruciore, diminuisce il rossore ed inoltre agisce come antinfiammatorio. Mettete un po’ d’acqua in una tazza e aggiungete due cucchiai di farina d’avena. Sfregate la pasta ottenuta sulla zona del viso infiammata.
  • Olio tea tree: quest’olio è molto indicato per le sue proprietà antisettiche ed antinfiammatorie. Applicate qualche goccia con l’indice e sfregate lentamente.
  • Trifoglio rosso: contiene calcio, potassio, magnesio, fosforo, tiamina (vitamina B1), niacina (vitamina B3) e vitamina C. Potete preparare un tè di trifoglio rosso e berne una tazza due volte al giorno.

La rosacea si caratterizza per episodi infiammatori frequenti, per questo dovete evitare i fattori che li scatenano.

Fattori scatenanti

  • Contatto diretto con il sole
  • Attività fisica intensa
  • Stress
  • Vento
  • Menopausa
  • Temperature molto fredde
  • Bagni di acqua calda

Alimenti da evitare

  1. Condimenti vari
  2. Cereali integrali
  3. Formaggi stagionati
  4. Bevande alcoliche
  5. Cibi piccanti

Alcuni consigli

Utilizzate sempre una protezione solare, scegliete cosmetici adatti alle pelli sensibili, asciugate il viso tamponandolo dolcemente, assumete vitamine del gruppo B.

Fate attenzione agli alimenti o alle situazioni che scatenano gli episodi di rosacea in modo tale da poterli evitare e diminuirne la frequenza. 

Se manifestate i sintomi della rosacea, consultate immediatamente il vostro medico per impedire che la malattia peggiori.

Guarda anche