Palpebre gonfie: combattetele così

· 16 settembre 2014
Oltre a curare la salute di reni e fegato, per trattare le palpebre gonfie potete agire localmente, con ingredienti semplici ma efficaci, come il cetriolo e la patata

Le palpebre gonfie non sono solo un problema estetico, ma il riflesso di un sovraccarico dei reni e del fegato. Può capitare di trovarle gonfie al risveglio, ma per alcune persone si tratta di un problema abituale, cosa che conferisce loro un aspetto stanco e malaticcio. 

Ecco di seguito alcuni rimedi naturali che vi aiuteranno a risolvere il problema delle palpebre gonfie, accompagnati da qualche consiglio per riequilibrare la funzione renale ed epatica.

Reni sovraccaricati

Tra le principali cause di un sovraccarico dei reni troviamo un’alimentazione scorretta, ricca di grassi e di fritti. In questo modo, il corpo non riesce a eliminare i liquidi presenti in eccesso. Il risultato è la ritenzione idrica in diverse parti del corpo, come le gambe, il viso o le palpebre.

Quando vi capita di svegliarvi con le palpebre gonfie, vi consigliamo di consumare solo brodo di cipolle per tutta la giornata, fino a quando l’organismo non avrà eliminato l’eccesso di liquidi.

Per prepararlo, fate bollire due cipolle in un litro e mezzo d’acqua per trenta minuti, per poi lasciarle riposare per altri 10 minuti. Vi consigliamo di evitare di ricorrere al sale o di aggiungerne pochissimo. Per aumentare l’azione del brodo, potete infine aggiungere del sedano.

Un’alternativa è l’infuso di coda cavallina, dotata di forte azione diuretica.

Leggete anche: Coda cavallina: pianta dimagrante e rimineralizzante

Zuppa di cipolle

Fegato sovraccaricato

In alcuni casi è il fegato ad essere sovraccaricato. Dal momento che gli organi sono collegati tra loro, questo implica un maggiore lavoro da parte dei reni. Ancora una volta la conseguenza è il gonfiore, anche delle palpebre.
Per questo motivo, può essere una buona abitudine dedicare un giorno intero alla depurazione del fegato.

Vi suggeriamo un menù ideale per una giornata di pulizia epatica, che potete realizzare una volta alla settimana, al mese o quando ne avvertite il bisogno:

  • A digiuno: un bicchiere di acqua tiepida, il succo di mezzo limone e un cucchiaio di olio extravergine di oliva.
  • Colazione: frullato di frutta con una bevanda vegetale, frutta secca, lievito di birra.
  • A metà mattina: infuso di cardo mariano e dente di leone; se volete addolcirlo, usate la stevia.
  • Pranzo: insalata verde con avocado, riso integrale, lenticchie.
  • Nel pomeriggio: infuso di cardo mariano e dente di leone, una mela al forno con miele e cannella.
  • Cena: vellutata di verdure con avena e pane.

La sera è importante mangiare presto, poiché cenare tardi contribuisce a sovraccaricare il fegato.

Insalata mista

Rimedi per trattare le palpebre gonfie

Rondelle di cetriolo

Il cetriolo, sia consumato crudo, sia applicato sulla pelle, è un potente diuretico, ideale in caso di ritenzione idrica.

Per ridurre le palpebre gonfie, quindi, potete mangiarlo in insalata, frullarlo o ricorrere al tradizionale metodo delle fettine di cetriolo sugli occhi. Lasciatele agire sulle palpebre per trenta minuti. Al termine sciacquate il viso con l’acqua fredda.

Cetrioli

Patata cruda

La patata cruda è un potente antinfiammatorio. Nel caso in cui non abbiate a disposizione del cetriolo, potete anche ricorrere a due fettine di patata cruda. Tenetele sugli occhi chiusi per almeno venti minuti.

Bustine di camomilla

Un altro rimedio classico: le bustine di camomilla. Aiutano a decongestionare gli occhi quando sono arrossati ed irritati. Non dovete far altro che utilizzare le bustine di camomilla avanzate dalle tisane. Ricordatevi di metterle in frigorifero e, una volta fredde, potete metterle sugli occhi chiusi. La gradevole sensazione di frescura, inoltre, vi aiuterà a rilassarvi durante le ultime ore del giorno.

Lo sapevate? Colon irritabile: tè con zenzero e camomilla

Bere molta acqua

Non dimenticate che il modo migliore per eliminare i liquidi e aiutare i reni, è bere acqua durante l’arco della giornata. Vogliamo però ricordarvi di non bere acqua fredda e di evitare di bere durante i pasti. 

Se non riuscite a bere molta acqua durante il giorno, provate ad aggiungere del succo di limone o della stevia, in modo da bere una bevanda più gustosa, ma altrettanto salutare.

Immagini per gentile concessione di Lablascovegmenu, Blue moon in her eyes, Zeetz Jones

Guarda anche