Rimedi per il fegato grasso: 6 trattamenti naturali

29 Gennaio 2020
Oltre ad includere questi trattamenti nella nostra routine giornaliera, è fondamentale adottare una dieta sana e praticare attività fisica in modo regolare, in modo da evitare l'accumulo di grasso.

Il fegato grasso, o steatosi epatica, è un disturbo molto comune al giorno d’oggi, prodotto di una dieta ricca di grassi ed uno stile di vita sedentario. Tuttavia, con un’alimentazione adeguata si può trattare il disturbo in maniera naturale. Come complemento, esistono alcuni rimedi per il fegato grasso a base di ingredienti semplici.

Questo problema rappresenta una delle maggiori preoccupazioni tra i pazienti adulti, ma la maggior parte di loro non ne è consapevole a causa dell’assenza di sintomi specifici. Alcuni studi, come questo pubblicato dalla Facoltà di Medicina dell’Università di Buenos Aires (Argentina), indagano sull’incidenza di tale malattia.

Per fortuna in molti casi non si presenta in forma grave e il suo impatto è quasi sempre reversibile mediante l’adozione di alcune sane abitudini.

Oggi analizzeremo alcuni dei rimedi per il fegato grasso a base di ingredienti naturali. Tuttavia, non dimenticate che, in presenza di qualsiasi sintomo, è fondamentale rivolgersi a un medico.

Cos’è il fegato grasso?

Si tratta di un problema che si produce quando il grasso rappresenta tra un 5% ed un 10% del peso totale del fegato.

Gran parte delle diagnosi di fegato grasso riguarda soggetti affetti da diabete o di età media di 45 – 50 anni; benché possa manifestarsi anche in soggetti giovani. Inoltre, una ricerca condotta dall’Ospedale Universitario di Valme (Spagna), afferma che esiste una relazione tra la comparsa del fegato grasso e l’arteriosclerosi subclinica. A seconda della causa, il fegato grasso viene classificato in due tipi e da essi dipende il trattamento.

fegato

Leggete: Frutta adeguata per trattare il fegato grasso

1. Fegato grasso da alcol

È causato da un eccessivo consumo di alcol, che danneggia il fegato rendendolo incapace di scomporre i grassi, i quali si accumulano in esso.

La buona notizia è che è reversibile in un periodo massimo di 6 settimane, ma solo se la persona abbandona per sempre l’abitudine di bere alcol; in caso contrario, il disturbo può avanzare fino a trasformarsi in cirrosi; come afferma questa ricerca dell’Istituto di Ricerca Princesa (Spagna).

2. Fegato grasso non alcolico

In questo caso la causa principale è l’obesità, condizione che secondo questo studio dell’Ospedale Generale di Mostoles (Spagna) si sviluppa in seguito a una cattiva alimentazione e all’assenza di attività fisica. Pertanto, un drastico cambio di abitudini potrebbe contribuire alla cura del fegato grasso.

Allo stesso modo, può avere origine dal diabete di tipo 2, da un alto livello di colesterolo e trigliceridi e dalla sindrome metabolica.

I rimedi naturali per il fegato grasso funzionano?

I trattamenti medicinali alternativi rappresentano un’ottima opzione quando si vuole curare questa affezione e prevenire le malattie croniche.

In questa occasione condividiamo con voi alcuni rimedi 100% naturali che possono aiutare a combattere questa condizione ed impedirne lo sviluppo, il quale potrebbe sfociare in conseguenze nefaste.

1. Carciofo

Questo vegetale è povero di calorie e presenta un’azione diuretica che favorisce l’eliminazione dei liquidi trattenuti, in modo da migliorare il funzionamento dell’organismo in generale.

Rimedi per il fegato grasso: carciofi

Tiene sotto controllo i livelli di colesterolo alto e di zucchero nel sangue, elemento che rappresenta uno dei suoi principali benefici nella lotta contro il fegato grasso, poiché aiuta a ridurre l’assorbimento dei grassi Secondo questo studio dell’Università del Cairo, è un alimento raccomandato per il trattamento dell’obesità.

Il modo migliore di assumere il carciofo è sotto forma di infuso oppure in preparazioni leggere come al forno o cotto al vapore. Si consiglia di mangiarlo almeno 2 volte alla settimana.

2. Pompelmo

Questo popolare agrume non solo è ottimo per perdere peso e prevenire il diabete, ma riduce anche la steatosi epatica. I bassi livelli di glucosio lo rendono il rimedio ideale per trattare i problemi di diabete, secondo quanto afferma questa ricerca.

Scoprite: Pompelmo: usatelo per prevenire il diabete

Un composto presente nel pompelmo, conosciuto come naringenina, potrebbe essere il responsabile di una maggiore ossidazione dei componenti grassi. Una spremuta di pompelmo 100% naturale è il modo migliore per godere di tutte le proprietà di questo alimento.

3. Ravanelli

Poveri di calorie, i ravanelli presentano un’azione antinfiammatoria e depurativa che contribuisce a migliorare lo stato del fegato grasso. Come afferma la ricerca dell’Università Giordana di Scienza e Tecnologia.

Il suo consumo frequente aiuta a curare il fegato grasso e a ridurre il grasso corporeo ed impedisce che esso continui ad accumularsi in questo importante organo. I ravanelli si possono mangiare crudi in insalate e frullati

Ravanelli

4. Barbabietola

Questo ortaggio presenta una potente azione depurativa che facilita l’eliminazione del grasso e di altre sostanze di scarto che si accumulano quando il fegato non lavora in condizioni ottimali. Così afferma questa ricerca dell’Università del Benin

Mangiare la barbabietola cruda in frullati o succhi naturali è la migliore alternativa per godere al massimo delle sue proprietà; tuttavia, può essere anche bollita con un po’ d’acqua e prepararvi insalate o altre ricette.

5. Dente di leone

Secondo questo studio dell’Università di Aarhus, in Danimarca, l’infuso di dente di leone si è guadagnato uno dei primi posti nel catalogo dei rimedi per il fegato grasso, per depurare l’organismo e migliorare il funzionamento epatico.

Le sue proprietà nutrizionali aiutano a depurare il fegato ed eliminare le sostanze di scarto, inoltre accelerano il metabolismo in modo da bruciare più grassi. Un infuso di dente di leone 3 volte al giorno è sufficiente per ottenere questo beneficio

6. Cardo mariano

Secondo questo studio dell’Università di Concepcion in Cile, il cardo mariano è una delle piante più popolari tra i rimedi per il fegato grasso. Il suo estratto contiene un composto noto come silimarina, attivo medicinale che protegge il fegato dai radicali liberi.

In erboristeria vendono questo prodotto in capsule o in estratti naturali. Qualsiasi sia la vostra scelta, assicuratevi che presenti almeno un 80% di silimarina.

Ora che sapete come curare il fegato grasso, ci auguriamo che vi involgi ad apportare dei cambiamenti nella vostra alimentazione senza troppi sforzi per godere dei benefici associati.

  • Petts, G., Lloyd, K., & Goldin, R. (2014). Fatty liver disease. Diagnostic Histopathology. https://doi.org/10.1016/j.mpdhp.2014.01.008
  • Melzer, O. A., Rothkopf, M. M., & Ganjhu, L. (2014). Nonalcoholic fatty liver disease. In Metabolic Medicine and Surgery. https://doi.org/10.1201/b17616
  • Scherer, A., & Dufour, J. F. (2016). Treatment of Non-Alcoholic Fatty Liver Disease. Digestive Diseases. https://doi.org/10.1159/000447278
  • Kirpich, I. A., Marsano, L. S., & McClain, C. J. (2015). Gut-liver axis, nutrition, and non-alcoholic fatty liver disease. Clinical Biochemistry. https://doi.org/10.1016/j.clinbiochem.2015.06.023