Sapete di cosa sono fatti gli hamburger dei fast food?

· 15 maggio 2015

Vi sono numerosi miti riguardo la materia prima utilizzata per preparare il cosiddetto fast food. Per questo motivo, sono state realizzate numerose ricerche al fine di sapere cosa ci sia davvero in questi alimenti. Volete leggere questo articolo per svelare il mistero e scoprire gli ingredienti degli hamburger dei fast food?

Cibo spazzatura: sempre più presente nella nostra dieta

Il cibo spazzatura, anche noto in inglese come fast food o junk food, causa numerose conseguenze negative per il nostro organismo. Se a questo sommiamo che uno stile di vita sedentario è molto frequente nella società attuale, non è illogico pensare che bisogna cambiare qualcosa nell’alimentazione e nelle abitudini di vita.

Al di là di questo, il cibo che abbiamo a disposizione in molti locali non è il più sano al mondo, anzi tutti il contrario. In diversi Paesi è più abituale mangiare un hamburger che un’insalata.

Se assumessimo questi alimenti solo ogni tanto per concederci qualcosa di sfizioso, in occasione di una festa oppure una volta al mese perché vogliamo mangiare qualcosa di diverso, non sarebbe un problema. L’inconveniente risiede nel fatto che molte persone mangiano nei fast food più di due volte alla settimana.

Gli hamburger, così come altri cibi di questo tipo, apportano un’elevata quantità di proteine di origine animale, additivi, conservanti, coloranti, esaltatori di sapidità, zucchero, grassi saturi, sodio e molte calorie. Come se non bastasse, non ci forniscono nessuna fibra né vitamine. Gli ingredienti del fast food sono additivi, quindi, per quanto suoni forte questa parola, creano dipendenza.

È per questo motivo che i bambini, una volta scoperti questi locali, non vogliono più mangiare le verdure né altri cibi preparati dai genitori. Negli adulti accade un processo simile, soprattutto perché optare per questi alimenti è più veloce e facile rispetto a dover cucinare.

Se mangiamo di frequente questi cibi, i livelli di colesterolo aumentano, si presentano problemi alle ossa (in seguito allo scarso apporto di calcio), malattie cardiovascolari, sovrappeso, stitichezza, carie, deterioramento generale della salute, digestione pesante e lenta, alterazione nel gusto e cambiamenti biochimici a livello cerebrale (come se si trattasse di una droga).

Motivi per i quali non mangiare hamburer dei fast food

Se oltre a voler mangiare più sano siete amanti dell’ambiente e dell’ecologia, allora avete ancora più motivi per abbandonare questi cibi. Tra i veleni chimici (che causano cancro e malattie croniche) e le conseguenze sul pianeta, non ci sarebbe bisogno di aggiungere altro.

cibo spazzatura

L’idrossido di carbonio è uno degli ingredienti usati per preparare gli hamburger, poiché ha la capacità di uccidere i batteri. È di colore rosa e si produce trattando i rifiuti di diverse carni; in altro modo non sarebbe commestibile.

In un hamburger vi sono così tanti additivi pericolosi per la salute che non potremmo nominarli in uno stesso articolo. Questo è uno dei motivi per cui questo alimento è devastante per il nostro organismo, oltre alle calorie e ai grassi che contiene.

Dopo quanto dato a conoscere in un programma di cucina dello chef Jamie Oliver, il quale mostrò quello che veniva fatta con questa “bava rosa” per riempire i nuggets di pollo o i wurstel, l’occhio è caduto sugli hamburger. 

Le catene di fast food allevano animali in condizioni artificiali, in modo che mangino senza potersi muovere per ingrassare. I metodi di morte sono lenti e dolorosi. I polli vengono sovranutriti, le uova vengono covate da galline ammucchiate in piccole gabbie e le mucche sono costrette a stare in spazi ridotti, mangiando mais o soia (si arriva addirittura a sottoporle ad un’operazione per togliere uno stomaco), affinché ingrassino più velocemente. Alle mucche, inoltre, vengono iniettate elevate quantità di antibiotici ed ormoni.

Fotograf’a de Alimentos

Per poter soddisfare la grande domanda di carne, le imprese devastano grandi superfici boschive e forestali. In questo modo, coltivano soia utilizzata per alimentare il bestiame. Per confezionare gli hamburger e le patate fritte, inoltre, tagliano milioni di alberi di eucalipto e gli involucri vengono fabbricati con materiali non biodegradabili, generando una grande quantità di spazzatura.

Cosa contengono i cibi da fast food?

Persone che hanno lavorato in fast food raccontano la propria esperienza sul posto e svelano cosa è contenuto nei menù più scelti al mondo. È stato possibile sapere tutto questo in seguito ad uno studio di una rete sociale chiamata Reddit, che riunì molti ex impiegati, affinché rivelassero i “segreti” del cibo spazzatura.

Hanno raccontato, per esempio, che l’aspetto degli hamburger (crudi) al momento di consegna nel locale è ben lontana da quella di un medaglione di carne, ancora meno dall’immagine delle pubblicità. Per questo motivo, vengono cotti il più possibile e poi si mettono diverse salse.

cibo-spazzatura-500x262

Raccontano anche che, nonostante i canoni di pulizia siano molto severi, i dipendenti, per mancanza di tempo, utilizzano sempre lo stesso olio per friggere tutto. 

Secondo un comunicato ufficiale della catena di hamburger più nota al mondo, si afferma che in un hamburger si possono trovare diversi elementi tanto difficili da leggere quanto da scrivere (tricloroetano, dieldrina, etilbenceno, tra molti). Questo è il motivo per cui possiamo lasciare un hamburger all’aria aperta per molto tempo senza che marcisca.

Guarda anche