Sbiancare il bucato senza cloro: 5 soluzioni naturali

· 4 settembre 2015
Oltre a eliminare i cattivi odori, il bicarbonato smacchia apportando al contempo morbidezza ai nostri capi. Basta aggiungerlo al detersivo che usiamo abitualmente e lavare come sempre.

I capi bianchi tendono a macchiarsi molto facilmente con qualsiasi tipo di sostanza entrino in contatto, inoltre quando vengono usati molto, cominciano a ingiallire inesorabilmente. Per sbiancare il bucato, in genere ricorriamo ai prodotti chimici in vendita sul mercato, specialmente quelli che contengono cloro e che sembrano essere la migliore soluzione per recuperare il bianco originario dei nostri capi preferiti.

Effettivamente questi prodotti funzionano e sembrano essere il modo più semplice per sbiancare il bucato; tuttavia, le sostanze chimiche di cui sono composti non fanno bene alla nostra pelle e anche all’ambiente.

Per evitare di usare candeggianti a base di cloro e ottenere un bucato perfetto in modo più ecologico, di seguito condivideremo 5 trucchi per pulire la biancheria con prodotti naturali. Teneteli in considerazione per i prossimi bucati!

5 modi per sbiancare il bucato in modo ecologico

Aceto bianco

Oltre a rimuovere macchie e sporco, l’aceto bianco non è aggressivo sui tessuti e li rende più soffici senza ricorrere all’uso dell’ammorbidente.

Come si usa?

  • Aggiungete mezza tazza di aceto bianco distillato al vostro detersivo in polvere per lavatrice e procedete con il lavaggio normale.
  • Se i vostri capi presentano macchie su collo, ascelle o altre aree, applicatevi l’aceto e lasciatelo agire per un’ora prima di sciacquare.

Leggete anche: Pulire casa con l’aceto

Bicarbonato di sodio

bicarbonato di sodio

Oltre a essere economico, agisce in profondità sui capi eliminando le macchie e conferendo morbidezza ai tessuti.

Come si usa?

Aggiungete mezza tazza di bicarbonato di sodio al vostro detersivo e realizzate un lavaggio normale. Ricordate di separare sempre bianchi e colorati.

Per trattare macchie resistenti, applicatelo direttamente, mescolandolo con un po’ di succo di limone.

Acqua ossigenata

mani versano acqua ossigenata su una garza

L’acqua ossigenata aiuta a sbiancare il bucato, ma allo stesso tempo se ne prende cura perché non contiene cloro.  

Come si usa?

Aggiungete mezza tazza di acqua ossigenata al 3% al vostro abituale detersivo. Procedete con il lavaggio. Potete inoltre utilizzarla per tamponare le macchie più resistenti.

Vi consigliamo di leggere: L’acqua ossigenata e i suoi usi per la casa

Succo di limone

limoni

Il succo di limone è un astringente naturale. Pulisce in profondità, elimina qualsiasi tipo di sporco e lascia il bucato bianco splendente.

Come si usa?

Riempite una pentola con acqua e aggiungete delle fette di limone, portate a ebollizione e poi mettete a mollo il bucato per un’ora prima di lavarlo in lavatrice.

Un’altra buona opzione è quella di preparare una soluzione con sapone, un cucchiaio di sale e il succo di due limoni. Immergetevi il bucato e al termine fatelo asciugare al sole.

Latte

Anche il latte aiuta a sbiancare il bucato, prendendosi cura dei vostri capi. È consigliato soprattutto per gli indumenti delicati o di cotone.

Come si usa?

Mettete a mollo il bucato in una bacinella con latte per un paio d’ore. Al termine risciacquate normalmente.

Consigli per mantenere bianco il vostro bucato

I capi bianchi richiedono più cure se volete conservarli in ottimo stato e con la loro caratteristica brillantezza.

Se il bianco è il vostro colore preferito, non perdetevi i seguenti consigli:

  • Evitate di usare sbiancanti chimici su capi in poliestere o misti in poliestere e cotone. La reazione chimica tra cloro e poliestere potrebbe, infatti, far ingiallire il capo.
  • Prestate attenzione all’acqua che usate  per lavare, a volte infatti può essere torbida e può contribuire a far ingiallire il vostro bucato.
  • Per il lavaggio dei capi bianchi, potete usare un po’ di borace diluito, per non rischiare che si macchino.
  • Per non macchiare gli indumenti bianchi, cercate di non mettere profumi, deodoranti o altri elementi chimici a contatto con il tessuto. In genere creano macchie giallognole sui vestiti.
  • Cercate di asciugare il bucato al sole; i raggi UV infatti contribuiscono a mantenere la brillantezza del bianco.
Guarda anche