Sbiancare le fughe delle piastrelle in 5 modi ecologici

Nelle fughe delle piastrelle si accumulano residui di prodotti per la pulizia, polvere e altre sostanze che provocano lo sviluppo di muffe. Per questo è importante disinfettarle periodicamente.

Per sbiancare le fughe delle piastrelle, non è necessario usare prodotti chimici. Anche al supermercato è possibile trovare soluzioni efficaci, ovvero ingredienti ecologici a basso prezzo e che faciliteranno il lavoro.

Le fughe sono riempite con un impasto che di solito si sgretola per colpa dell’umidità, della polvere e di altre sostanze che si accumulano. Sebbene all’inizio non ci si faccia caso, col passare del tempo assumono un colore scuro per via del proliferare della muffa.

La cosa più sgradevole è che le pareti iniziano ad apparire sporche e l’accumulo di questi microrganismi può facilitare la comparsa di allergie. Per questo motivo è importante dedicare alcuni minuti alla pulizia delle fughe delle piastrelle, almeno una volta alla settimana.

Come sbiancare le fughe delle piastrelle?

Conoscete già i prodotti naturali per sbiancare le fughe delle piastrelle? In questo articolo vogliamo condividere con voi i cinque migliori rimedi. Non esitate e provateli oggi stesso!

1. Aceto bianco

Ben noto come prodotto per la pulizia naturale, l’aceto bianco è uno degli alleati per sbiancare le fughe delle piastrelle. Grazie al suo alto contenuto di acidi naturali, scioglie la muffa ed elimina le macchie di umidità.

Aceto bianco

Ingredienti

  • ½ tazza di aceto bianco (125 ml)
  • ¼ di tazza di acqua tiepida (62 ml)

Preparazione

  • Versate l’aceto bianco in un recipiente e mischiatelo con l’acqua tiepida.
  • Dopo aver ottenuto questa soluzione, conservatela in una bottiglia.

Modo d’uso

  • Versate il detergente sulle fughe delle piastrelle e lasciate agire per 10 o 15 minuti.
  • Strofinate con una spugna o uno spazzolino prima di sciacquare.

Nota bene: se le macchie sono molto difficili, strofinate direttamente con aceto bianco senza diluirlo

Consigliamo di leggere anche: Rimedi naturali per pulire le fughe delle piastrelle

2. Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è uno dei “detergenti” ecologici più efficaci che possiamo usare. Grazie alla sua azione astringente e antimicotica, rimuove i residui di muffa che fanno sembrare le fughe sporche. Per di più, neutralizza i cattivi odori e i batteri.

Ingredienti

  • ½ tazza di bicarbonato di sodio (100 g)
  • Acqua calda (quanto basta)

Preparazione

  • Mettete il bicarbonato di sodio in un recipiente e inumiditelo con acqua calda fino a ottenere una pasta densa.

Modo d’uso

  • Strofinate la pasta di bicarbonato per sbiancare le fughe delle piastrelle.
  • Lasciate agire per 30 minuti e sciacquate.

3. Succo di limone

Succo di limone

L’acido citrico contenuto nel succo di limone è un componente che aiuta a limitare lo sviluppo della muffa e dei batteri presenti nelle fughe delle mattonelle. La sua applicazione diretta non elimina solo lo sporco, evita anche che si sporchi in un secondo momento o che si macchi.

Ingredienti

  • ½ di succo di limone fresco (125 ml)
  • ¼ di tazza di acqua calda (62 ml)

Preparazione

  • Diluite il succo di limone fresco con l’acqua calda.
  • Versate in una bottiglia con nebulizzatore.

Modo d’uso

  • Strofinate il preparato sulle fughe delle mattonelle e strofinate con una spugna
  • Sciacquate e ripetete l’applicazione fino a completa rimozione dello sporco

4. Aceto di mele

È cosa nota che l’aceto di mele viene impiegato principalmente in cucina o nella medicina naturale. Ma grazie alla sua alta concentrazione di acidi, rappresenta una soluzione interessante anche per la pulizia delle mattonelle e dei sanitari.

Ingredienti

  • ½ tazza d’aceto di mele (125 ml)
  • ½ tazza d’acqua (125 ml)

Preparazione

Modo d’uso

  • Immergete una spugna nella soluzione e strofinatela sulle fughe delle piastrelle.
  • Ripetete l’operazione fino a sbiancare la superficie desiderata.
  • Sciacquate con acqua tiepida.

5. Acqua ossigenata e bicarbonato di sodio

Bicarbonato di sodio

Uno dei prodotti più consigliati per sbiancare le fughe delle piastrelle e altre superfici simili è l’acqua ossigenata. In questo caso proponiamo di mischiarla al bicarbonato di sodio, in modo da eliminare le macchie di umidità e i resti dei detersivi.

Ingredienti

  • ½ di acqua ossigenata (62 ml)
  • ½ tazza di bicarbonato di sodio (100 g)

Preparazione

  • Unite l’acqua ossigenata con il bicarbonato di sodio fino a ottenere una pasta semisolida.

Modo d’uso

  • Stendete uno strato sulle fughe delle piastrelle e strofinate con uno spazzolino o una spugna.
  • Lasciate agire per 10 minuti e sciacquate con acqua calda.

Nota bene: se le macchie di muffa rimangono, applicate un po’ di aceto bianco dopo aver usato l’impasto di acqua ossigenata e bicarbonato.

Avete notato delle sgradevoli macchie nelle scanalature tra le piastrelle del bagno o della cucina? Provate queste semplici soluzioni. Come potete immaginare, sono facili da preparare e non richiedono ingredienti costosi.

Categorie: Buone abitudini Tags:
Guarda anche