Muffa sul soffitto del bagno e soluzioni naturali

24 Dicembre 2018
Se sulle pareti del bagno sono comparse delle macchie di muffa, ricordate di arieggiare più spesso e risolvete il problema scegliendo uno di questi accorgimenti naturali.

Il bagno, si sa, è un ambiente che facilmente subisce i danni dovuti all’umidità, soprattutto se non viene adeguatamente arieggiato. È sempre utile, quindi, sapere come comportarci quando compaiono quelle brutte macchie di muffa sul soffitto del bagno.

Le tecniche sono diverse, ma come avrete capito, il primo accorgimento è assicurare una corretta ventilazione. A volte, però, non è facile, dal momento che il bagno non sempre è dotato di finestre ampie come nel resto della casa.

Un altro consiglio elementare è assicurarsi che non ci siano infiltrazioni di acqua nel muro. In questo caso le macchie di muffa sul soffitto del bagno potrebbero comparire nel giro di pochi giorni.

Infine, per prevenire la formazione della muffa dalle pareti, sono ideali l’installazione di un buon isolante termico, un’illuminazione ottimale – meglio se naturale – e valutare la sistemazione di un deumidificatore o un estrattore di umidità.

5 modi per eliminare la muffa dal soffitto del bagno

A volte, per quanto si adottino le dovute precauzioni, agli angoli del soffitto del bagno compare la muffa. Oltre a essere esteticamente brutta, la muffa è soprattutto pericolosa per la salute

Per questo motivo, conviene intervenire subito. Ecco alcuni accorgimenti anti-muffa semplici e veloci.

1. Soluzione detergente a base di borace

Donna pulisce una macchia di muffa sulla parete

Con pochi ingredienti è possibile creare una soluzione anti-muffa molto efficace.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di borace (30 g)
  • ¼ di tazza di aceto (60 ml)
  • 2 tazze di acqua calda (500 ml)

Come procedere?

  • Mescolate gli ingredienti in un flacone con nebulizzatore. Spruzzate la soluzione sulle macchie di muffa. Assicuratevi di coprirle ed evitate di entrare in contatto con il liquido.
  • Utilizzate guanti e mascherina per proteggere le vie respiratorie.
  • Rimuovete la muffa con la parte abrasiva di una spugna, sciacquandola con frequenza.
  • Una volta terminato, spruzzate nuovamente la soluzione sulla macchia.
  • Infine arieggiate bene il locale e aspettate che il muro si asciughi.
  • A questo punto occorrerà pensare alla soluzione più indicata per prevenire la formazione di nuova muffa sul soffitto o valutare una mano di bianco.

2.  Usate l’aceto

Un altro buon modo per sbarazzarsi della muffa sul soffitto del bagno è usare l’aceto, un fedele alleato nelle pulizie. Utilizzate l’aceto bianco diluito in acqua. 

Come procedere?

  • Anche in questo caso dovrete procurarvi un flacone con nebulizzatore per raggiungere meglio la macchia di muffa. Nei punti molto scuri, in cui la muffa è più densa, applicate direttamente dell’aceto puro.
  • Anche se si tratta solo di aceto, prendete le precauzioni già indicate, facendo soprattutto attenzione agli occhi. Ricordate, inoltre, che l’aceto non deve mai essere mescolato alla candeggina perché genera un gas altamente tossico.

Leggete anche: Pulizie domestiche: 6 superfici che trascuriamo

3. Tea tree oil

È uno dei disinfettanti naturali più potenti che esistano. Preparando una semplice soluzione con questo ingrediente, potrete sbarazzarvi velocemente della muffa.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di tea tree oil (30 ml)
  • 2 tazze di acqua (500 ml)

Come procedere?

Mano spruzza un detergente contro la muffa sul soffitto del bagno

  • Con l’aiuto di un nebulizzatore e, naturalmente, indossando i guanti, spruzzate questa soluzione sulle macchie. 
  • In pochi minuti cominceranno a schiarirsi; dopo il risciacquo, la parete sarà pronta per una buona tinteggiatura; assicuratevi prima che l’umidità non è causata da un’infiltrazione di acqua.

Leggete anche: Tea tree oil: l’olio della vita e dai mille rimedi naturali

4. Acqua ossigenata

Sebbene possa risultare un po’ meno efficace rispetto alle soluzioni precedenti, anche l’acqua ossigenata ha una sua importante azione antibatterica da offrire. È una soluzione ideale per le piccole macchie o per quando la muffa comincia a comparire sulle pareti.

Come procedere?

  • Spruzzate l’acqua ossigenata sulla macchia o applicatela con una spugna e lasciatela agire. Dopo un quarto d’ora, eliminate i residui con l’aiuto di una spazzola. Se necessario, ripetete l’operazione da capo.

La muffa è un nemico di tutto rispetto, ma non invincibile. Basta affrontarla con le armi giuste. Adottate uno di questi consigli e non dimenticate l’importanza della prevenzione.