La scala della vita: come migliorare giorno dopo giorno in 5 passi

· 4 novembre 2016
Per superarvi, non dovete competere con nessuno se non con voi stessi. Imparate a trovare il vostro benessere e a proteggervi da possibili aggressioni esterne per realizzarvi come persone.

Per superarvi e migliorare giorno dopo giorno nella scala della vita, vi serve solo una cosa: determinazione. Forse in questo momento state provando delle sensazioni molto particolari.

Vi sentite stanchi, fisicamente e psicologicamente. Avete la sensazione che il mondo esterno segua una direzione e voi un’altra. Avete la chiara impressione di essere l’ultima persona che gli altri tengono in considerazione nelle loro decisioni e, in qualche modo, sentite di rimanere indietro.

Tutte queste dimensioni personali vi bloccano in un punto fisso. A tutto questo si aggiunge l’interpretazione che voi stessi date alla vostra situazione.

Questo ovviamente vi impedisce di andare avanti, di continuare ad avanzare nella scala della vita.

Al di là dell’immagine metaforica, c’è un aspetto molto chiaro da tenere in considerazione: avete bisogno di superarvi per essere felici. A seguire vi daremo 5 consigli per favorire la vostra crescita personale.

1. Primo passo per superarvi: smettete di essere permeabili

Se le critiche vi influenzano, siete permeabili. Qualora vi faceste condizionare da quello che gli altri vi dicono, vi raccomandano o vi suggeriscono senza tenere conto della vostra opinione, allora siete permeabili.

Vi consigliamo di leggere anche: Non date la priorità a chi vi considera solo un’opzione 

C’è di più, se vi fate dominare dalla negatività degli altri, dalle loro idee tossiche o limitanti, allora siete permeabili.

scale-in-natura

In un certo modo questa caratteristica, quella della permeabilità emotiva e personale, è qualcosa che in maggiore o minor misura caratterizza tutti noi.

  • Per smettere di essere permeabili, iniziate a visualizzare un muro.
  • Poi, interiorizzate una cosa molto semplice: nessuno attraverserà quel muro. Perché lì si trova la vostra dignità e la vostra autostima e nessuno può varcare questa frontiera.
  • Per proteggere questo confine, siate assertivi. Imparate a dire “no”.

2. Secondo passo: affrontate quello che vi fa stare male

La seconda fase per superare voi stessi e salire la scalinata della vita è risolvere tutti i problemi che vi fanno star male.

Stiamo parlando delle delusioni, dei fallimenti, delle bugie e di tutto ciò che non siete riusciti ad ottenere.

  • Riparate tutti questi vuoti e smettete di trascinarli con voi. Le delusioni fanno male, ma si superano con la consapevolezza che il mondo e le persone non possono essere come vogliamo.
  • Accettate il fatto che le persone possono sbagliare e che anche voi commettete errori di tanto in tanto. Cercate di capire che gli errori fanno parte del passato. Passato che deve rimanere tale e che non potete cambiare.
  • Quello che non si può cambiare si supera. Quindi superate un altro scalino dopo aver sanato queste ferite.

3. Terzo passo: la non-resistenza

Se volete superarvi, cominciate a far funzionare il meccanismo della non-resistenza. Quello che persiste resiste.

ragazza-al-mare

  • Se siete persone indecise, lasciatevi andare, spezzate le catene e fate un passo in avanti. Risalite la scalinata della vita uscendo dalla vostra zona di comfort. Tutto quello che volete, i vostri sogni, sono oltre quella barriera psicologica.
  • La paura è proprio quella che vi fa lo sgambetto ogni volta che tentate di avanzare.
  • Il timore di fallire, la paura di non essere come gli altri si aspettano o l’inquietudine di essere delusi mentre siete alla ricerca dei vostri sogni sono dimensioni comuni a tutti gli esseri umani.
  • La legge della non-resistenza si applica in diversi modi. Uno di questi è accettare gli altri per quello che sono. Non sperate di cambiarli.

Un’altra strategia utile è l’auto-conoscenza. Se sapete chi siete e quello che volete, dovete tagliare i ponti con tutto ciò che vi fa sentire in trappola, che vi obbliga a persistere nella sofferenza e nella tristezza.

Vi invitiamo a leggere anche: Instabilità emotiva: quando le giornate non sono tutte uguali

4. Quarto passo: la libertà personale

Il concetto di libertà personale non implica mollare tutto e andarsene, assolutamente no. La libertà, al di là di tutto, richiede responsabilità.

scalinata

Avete il diritto di essere liberi e di scegliere cosa volete e cosa non volete nella vita e anche chi volete accanto o meno. Meritate di salire la scalinata della vita senza vincoli inutili che vi impediscono di lottare per i vostri sogni e per quello che meritate.

Questo quarto passo richiede di essere prima di tutto coraggiosi. È il momento di lasciare andare certe cose e di fare il salto più complicato: quello delle decisioni.

5. Quinto passo: abbracciare l’amore

Abbracciare l’amore significa lottare per quello che è importante e sapere mantenerlo. La parte più difficile della scalinata della vita è riuscire a preservare quello che ci rende felici.

Senza dubbio accanto a voi avete persone che adorate, sono la linfa della vostra essenza: apprezzatele.

In questa fase della vostra esistenza, inoltre, si trova la vostra realizzazione personale. Quel momento il cui l’amor proprio brilla, con la calma e l’armonia di sentirsi se stessi e realizzati.

Arrivare fino a questo punto non è semplice. Come vi abbiamo già anticipato, vi serve grande determinazione. Tuttavia, potete sempre contare su persone che vi motivano, che vi danno la carica.

Sono queste persone magiche che alimentano la vostra anima e si rivelano la parte più intima della vostra esistenza.

Guarda anche