5 consigli per proteggere il fegato dai danni causati dall’alcol

21 settembre 2016
Oltre a diminuire il consumo di alcol e a seguire una dieta equilibrata, bere molta acqua può aiutarci a depurare il fegato e ad ottimizzarne le funzioni.

Assumere in eccesso bevande alcoliche può avere varie ripercussioni sui principali organi del corpo, soprattutto su quelli che partecipano alla loro assimilazione e alla loro metabolizzazione.

I composti tossici dell’alcol vengono assorbiti durante il processo digestivo e, in un secondo momento, vengono filtrati attraverso il fegato per impedire che danneggino la qualità del sangue.

Nonostante questo organo abbia la capacità di metabolizzare l’alcol al 90% grazie ad un enzima chiamato deidrogenasi, la sua funzione può essere compromessa dall’eccesso di tossine.

Quando viene sottomesso ad un continuo lavoro a causa di queste sostanze, la sua struttura cellulare può modificarsi e possono presentarsi problemi nella digestione dei grassi.

Dato che danneggia le cellule e le fa deteriorare, l’alcol a lungo andare può causare malattie gravi e un notevole abbassamento della qualità di vita.

Ed infatti, anche se molti lo ignorano, il fegato ha il compito di realizzare funzioni vitali come disintossicare, scomporre proteine e grassi e mantenere l’equilibrio di alcuni ormoni.

La buona notizia è che ci sono alcune abitudini e diversi consigli che possono aiutare a proteggere il fegato dagli effetti negativi dell’alcol e da altre fonti di tossine.

Vi interessa conoscerli?

Come proteggere il fegato dall’alcol

1. Seguire una dieta sana

Alimentazione-equilibrata fegato

Seguire una dieta equilibrata e povera di grassi è uno degli aspetti più importanti per proteggere il fegato.

L’alimentazione svolge un ruolo fondamentale nel processo di depurazione e, pertanto, può agire a favore o contro la funzione epatica.

Il consumo giornaliero di alimenti ricchi d’acqua, antiossidanti e vitamine stimola l’eliminazione delle tossine e previene il deterioramento cellulare.

Alcuni dei cibi consigliati sono:

  • I frutti rossi
  • La mela
  • Le verdure a foglia verde
  • Il cocomero
  • Gli agrumi
  • Il melone

È anche importante ridurre il consumo di cibi raffinati, carne rossa e fonti di proteine animale.

Nonostante si possano ingerire occasionalmente, la cosa migliore è eliminarli per alcune settimane per alleviare il carico che deve sopportare il fegato quando si accumulano troppe tossine.

Leggete anche: Pulire il fegato e la cistifellea con olio di oliva e pompelmo

2. Aumentare l’ingestione d’acqua

La quantità giornaliera d’acqua è di 6 o 8 bicchieri ed è fondamentale per un corretto processo di disintossicazione e di eliminazione dei liquidi.

Proprio come altri organi, il fegato ha bisogno di grandi quantità di questo liquido per lavorare in ottime condizioni.

Si tratta anche della miglior alternativa alle bibite gassate che, anche se sembrano idratanti, in realtà rappresentano altre fonti di tossine.

3. Evitare gli oli idrogenati

Oli vegetali fegato

Gli oli idrogenati e l’eccesso di grassi saturi deteriorano la salute epatica e conducono ad un disturbo conosciuto come fegato grasso.

Il loro consumo abituale debilita le funzioni di questo organo e lo rendono più suscettibile ai danni di alcol e tossine.

Essi si possono trovare nella margarina e in alcuni oli vegetali come:

  • Olio di mais
  • Olio di soia
  • Olio di colza
  • Olio di cartamo

4. Assumere olio di cocco

Assumere ogni giorno un cucchiaio di olio di cocco protegge il fegato dalle tossine e dalle infezioni batteriche.

Questo alimento è composto per il 92% di acidi grassi a catena media, per il 6% di grassi monoinsaturi e per il 2% di polinsaturi che agiscono a totale beneficio di questo organo.

Possiede anche proprietà antinfiammatorie ed antibiotiche che riducono gli effetti negativi dell’alcol, delle sigarette e delle tossine ambientali.

Visitate questo articolo: 10 usi dell’olio di cocco per un aspetto più giovane

5. Cura del limone con olio d’oliva

olio d'oliva fegato

La cura del limone con olio d’oliva è un rimedio tradizionale che aiuta a pulire il fegato e la cistifellea.

Si tratta di un composto 100% biologico che, grazie al suo alto contenuto di antiossidanti, promuove l’eliminazione dei residui e contrasta i danni provocati dall’alcol.

Bisogna assumere tale rimedio tutte le mattine a digiuno, associandolo ad una dieta sana e povera di calorie.

Ingredienti

Come si prepara?

  • Spremete il succo di limone, unitelo con il cucchiaio di olio d’oliva ed assumetelo immediatamente.
  • Dopo mezz’ora, bevete un bicchiere d’acqua tiepida e fate colazione.
  • Assumete il rimedio tutti i giorni, per almeno tre settimane.
  • Se volete, potete potenziarne le proprietà aggiungendo uno spicchio d’aglio triturato.

Mettendo in pratica tutte queste abitudini, si possono ridurre gli effetti negativi dell’alcol dopo aver alzato un po’ il gomito.

Ovviamente tali effetti possono essere mantenuti solo se si evitano al massimo gli alcolici e se si mantiene uno stile di vita sano.

Guarda anche