Sintomi delle principali malattie cardiache nelle donne

Problemi emotivi, tensioni e ansia aumentano il rischio di sviluppare alcune malattie cardiache nelle donne: come riconoscere i sintomi?
Sintomi delle principali malattie cardiache nelle donne

Ultimo aggiornamento: 31 ottobre, 2021

È importante sapere che alcune malattie cardiache nelle donne si verificano quasi senza alcun sintomo evidente.

La malattia coronarica è una delle principali cause di morte; ecco perché è essenziale conoscere questi disturbi e saperne identificare i sintomi, non importa quanto lievi.

Vi consigliamo di consultare uno specialista se avvertite i seguenti sintomi. In questo articolo presenteremo le informazioni in modo chiaro e semplice sebbene non intendano sostituire le indicazioni del medico. 

Le cause della malattie cardiache possono cambiare a seconda del sesso. Le donne, in generale, sono più inclini a soffrire di determinate malattie in base allo stile di vita.

Fiato corto e una leggera stanchezza che giustifichiamo con la pressione degli impegni quotidiani… piccoli dettagli di cui occorre tenere conto, soprattutto se si è una donna.

Malattie cardiache nelle donne e loro sintomi

1. Angina pectoris

L’angina pectoris si verifica quando il cuore non riceve abbastanza sangue ricco di ossigeno. Negli uomini si manifesta con una pressione abbastanza forte sul petto che si può estendere fino al braccio.

Tuttavia, nelle donne di solito si sviluppa in modo diverso. Si manifesta come un bruciore, una pressione indefinibile al collo, alla mascella, alla gola, all’addome e persino alla schiena. È un dolore più diffuso che negli uomini.

  • Un dato importante: quando gli uomini soffrono di angina pectoris, avvertono più dolore durante l’attività fisica, ma si allevia quando sono a riposo. Al contrario, le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di angina mentre dormono.
  • Studi hanno dimostrato che problemi emotivi, stress e ansia aumentano il rischio di sviluppare questo tipo di malattia cardiaca nelle donne.

2. Infarto

Il sintomo più comune che precede un infarto è il dolore al petto. Ma secondo i dati statistici, solo la metà delle donne che subisce un infarto avverte dolore, pressione o disagio in questa parte del corpo. Dobbiamo tenere conto che:

  • Le malattie cardiache nelle donne sono talvolta confuse con altre condizioni. Occorre prestare attenzione a dolori continui alla schiena o al collo, cattiva digestione, bruciore di stomaco, nausea, estrema stanchezza e mancanza di respiro nel salire le scale.
  • Capogiri e vertigini sono altrettanto caratteristici nelle donne. Gli uomini, invece, spesso soffrono di sudore freddo e dolore al braccio sinistro.

3. Insufficienza cardiaca

Soffriamo di insufficienza cardiaca quando il cuore non è in grado di pompare sangue a sufficienza per portare avanti le attività del nostro corpo.

Come si manifesta nelle donne? Osservate le vostre gambe, le caviglie, le vene del collo. Se sono sempre gonfie o vi sentite molto stanche, andate dal medico per un controllo.

Potrebbe interessarvi anche: Tachicardia da ansia: definizione e consigli

4. Sindrome del cuore infranto o cardiomiopatia da stress

La “sindrome del cuore infranto”, o cardiomiopatia da stress, è una cardiomiopatia temporanea simile alla sindrome coronarica acuta, sebbene reversibile. In generale, ha una buona prognosi. Colpisce maggiormente le donne, quindi dobbiamo tenerne conto.

 

È causata da uno stress emotivo estremo che finisce per compromettere la funzionalità del cuore. Non ci sono indicazioni che le arterie siano bloccate, ma i sintomi sono molto simili a un infarto, quindi provoca estrema angoscia nel paziente.

È una delle malattie cardiache di recente identificazione e attualmente ha un’alta incidenza. È associata a un grave stress emotivo: a causa di una perdita, un livello di ansia quotidiana molto alto, problemi personali, ecc.

Un intenso stress fa gonfiare il cuore sulla punta del ventricolo sinistro a causa dell’iperstimolazione. I sintomi della cosiddetta sindrome del “cuore spezzato” sono fiato corto e stanchezza.

Se state attraversando una situazione complicata e sentite una costante difficoltà a respirare, andate dal medico per un controllo. Il tasso di mortalità associato a questa malattia è basso, ma si tratta comunque di un’alterazione nel funzionamento del cuore.

Questa malattia colpisce soprattutto le donne. Occorre tenere conto dell’impatto di ansia e stress, imparare quindi a gestire le emozioni magari attraverso tecniche di rilassamento o praticando un po’ di sport per scaricare la tensione. È essenziale per la salute. Non dimenticatelo.

Potrebbe interessarti ...
Le malattie cardiache non colpiscono solo il cuore
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Le malattie cardiache non colpiscono solo il cuore

Le malattie cardiache non colpiscono solo il cuore, infatti, possono interessare anche le gambe, i piedi, i reni e addirittura il cervello.