Soft lift, contro i segni dell’invecchiamento

11 Agosto 2020
Il soft lift, una nuova tecnica di ringiovanimento del viso, prevede l'uso combinato della tossina botulinica e acido ialuronico. In cosa consiste? Quali vantaggi offre? Ne parliamo in questo articolo.

Il viso è il nostro biglietto da visita, non è quindi sbagliato volerlo mantenere giovane e naturale. Grazie a piccoli trattamenti estetici non invasivi, possiamo affrontare il passare degli anni senza ricorrere alla chirurgia plastica. Il soft lift, da oggi, è un nuovo alleato della nostra bellezza.

Che cos’è il soft lift?

È una tecnica indicata per qualunque età, per uomini e donne; offre un risultato naturale restituendo armonia al viso e ai lineamenti. Non ha controindicazioni ed è adatta a chiunque voglia recuperare un aspetto più fresco e giovanile.

Si realizza in ambulatorio e dopo una sola seduta si possono riprendere le normali attività. Offre risultati molto interessanti, poiché il viso assume subito un aspetto più fresco. Gli effetti durano circa 4 mesi.

Si tratta di una tecnica poco invasiva, che deve tuttavia essere eseguita da un medico specializzato e autorizzato. Una visita conoscitiva con il medico permetterà di stabilire se si potranno ottenere effettivi vantaggi dal soft lift.

Punti critici dell'invecchiamento nel viso femminile.
Il soft lift è una tecnica antietà non invasiva e dai risultati interessanti. Nel complesso aiuta a mantenere la pelle giovane e sana.

Il cronoinvecchiamento

L’invecchiamento del viso è segnato da una serie di cambiamenti quali rughe dinamiche, rughe statiche, perdita di collagene e acido ialuronico. Ciò è visibile attraverso diversi segni di rilassamento cutaneo. Tra i segni di invecchiamento facciale troviamo soprattutto:

  • Perdita del contorno del viso per effetto della gravità.
  • Minore fermezza.
  • Perdita di volume.
  • Alterazioni nella consistenza e nel colore della pelle.

Tutti questi cambiamenti danno al viso un aspetto invecchiato e stanco. Metodi come il soft lift, però, aiutano a mitigare i danni.

Potrebbe interessarvi anche: Nemici della pelle che spesso ignoriamo

In cosa consiste la tecnica del soft lift?

Il soft lift prevede l’uso di due sostanze:

  • Tossina botulinica di tipo A: indicata per il trattamento delle rughe dinamiche, ovvero quelle formate dal movimenti dei muscoli facciali (dette anche d’espressione).
  • Acido ialuronico: riempie le rughe statiche o permanenti. Spesso queste ultime sono più profonde e più visibili quando il viso è a riposo. È indicato anche per armonizzare il contorno del viso e delle labbra o per restituire volume alle aree alterate dall’invecchiamento.

Come sostiene uno studio pubblicato sull’International Journal of Biological Macromolecules, l’acido ialuronico migliora notevolmente l’aspetto della pelle.

Punti del viso su cui effettuare il lifting.
Il soft lift prevede l’uso della tossina botulinica di tipo A e dell’acido ialuronico.

Cambiamenti visibili già dopo la prima seduta

Il soft lift è una tecnica non invasiva e non chirurgica utile sui segni d’invecchiamento cutanei. Offre un aspetto più naturale, ringiovanito e gradevole senza dover affrontare i rischi o il periodo di convalescenza tipici della chirurgia estetica.

Si tratta quindi di una tecnica medica avanzata. Attraverso l’uso di trattamenti antiage all’avanguardia (filler con acido ialuronico e applicazione di tossina botulinica di tipo A), aiuta a ottenere un ringiovanimento totale del viso.

Quali aree si possono trattare?

Questa tecnica può essere applicata su qualunque area del viso. Per esempio:

  • Area del naso (rimodellamento della linea del naso e bunny lines).
  • Regione frontale (sollevamento sopracciglia e rughe frontali).
  • Solchi naso genieni e rughe agli angoli degli occhi (zampe di gallina).
  • Guance (restituzione del volume).
  • Definizione del contorno viso.
  • Labbra (rimpolpamento e modellamento di labbra e rughe delle labbra).

Le ultime tendenze nel campo del ringiovanimento mirano soprattutto a ottenere un risultato naturale e armonioso che consideri il viso nella sua totalità.

Dermatologo che analizza il viso di una donna prima di eseguire il soft lift
Con il soft lift è possibile migliorare qualunque zona del viso. I risultati si possono notare sin dalla prima seduta.

Leggete anche: La cura della pelle e tecniche di ringiovanimento

Le tre “R” del ringiovanimento

La grande differenza rispetto alle tecniche antiage convenzionali risiede principalmente nell’approccio valutativo del viso. In passato, infatti, si prendeva in considerazione il trattamento di una singola ruga o di una linea.

Il soft lift analizza il viso da un punto di vista tridimensionale. Tratta tutti i segni di invecchiamento del viso, garantendo le 3 R del ringiovanimento:

  • Rilassamento muscolare: riduce le rughe dinamiche grazie alla tossina botulinica.
  • Ridefinizione del contorno viso: aiuta a trattare le rughe statiche (acido ialuronico + tossina botulinica).
  • Rimpolpamento: dona volume sia se andato perso sia se non è mai stato armonico (acido ialuronico).

Il soft lift è il risultato di un trattamento innovativo unito a tecniche già consolidate; è per questo che si sta affermando come tecnica leader nel ringiovanimento del viso.

  • Small, R. (2014). Botulinum Toxin Injection for Facial Wrinkles. American Family Physician90(3), 168–175.
  • Sulamanidze M, Sulamanidze G. Facial lifting with Aptos Methods. J Cutan Aesthet Surg. 2008;1(1):7‐11. doi:10.4103/0974-2077.41149
  • Floyd, E. M., Sukato, D. C., & Perkins, S. W. (2019, May 1). Advances in Face-lift Techniques, 2013-2018: A Systematic Review. JAMA Facial Plastic Surgery. American Medical Association. https://doi.org/10.1001/jamafacial.2018.1472
  • Nigam, P., & Nigam, A. (2010, January 1). Botulinum toxin. Indian Journal of Dermatology. https://doi.org/10.4103/0019-5154.60343
  • Jankovic, J. (2010). Botulinum Toxin. In Encyclopedia of Movement Disorders (pp. 144–150). Elsevier Inc. https://doi.org/10.1016/B978-0-12-374105-9.00098-8