5 soluzioni naturali per alleviare il prurito vaginale

· 19 luglio 2018
Se nonostante il ricorso a questi rimedi il disagio non si placa, è consigliabile andare dal medico affinché possa esaminarci ed evitare tutti quei fattori che possono causare il prurito vaginale.

Il prurito vaginale è un sintomo fastidioso che può essere causato da un’alterazione nel PH della zona intima o da una malattia ginecologica.

È abbastanza fastidioso per chi ne soffre, dato che può essere accompagnato da arrossamento, secrezioni anomale e altre manifestazioni che causano insicurezza.

Anche se si verifica sporadicamente, quasi sempre a causa di una lieve infezione, molte donne cercano un trattamento per alleviare il problema e accelerarne la guarigione.

Fortunatamente, oltre alle opzioni farmacologiche, ci sono rimedi naturali al 100% che aiutano a controllare il prurito vaginale in modo sicuro ed efficace.

In questo articolo vogliamo condividere con voi 5 soluzioni fatte in casa che potete preparare quando vi trovate ad affrontare questo problema.

Da cosa è causato il prurito vaginale?

L’area vaginale è protetta da una flora batterica che è responsabile della lotta contro i microrganismi patogeni che possono produrre infezioni.

Quando si generano alterazioni nel suo pH, il livello di protezione diminuisce e di conseguenza virus, batteri e funghi riescono a proliferare.

Questa situazione può essere causata da:

  • Uso di saponi profumati
  • Applicazione di talco
  • Uso di biancheria intima bagnata o materiale sintetico
  • Abbigliamento troppo stretto
  • Uso eccessivo di antibiotici
  • Cattiva alimentazione
  • Indebolimento del sistema immunitario

Soluzioni naturali per il prurito vaginale

Le proprietà di alcuni ingredienti naturali aiutano a ripristinare il pH della flora vaginale per calmare il prurito e l’irritazione nella zona.

Tuttavia, se l’origine è un’infezione, è meglio consultare il medico per determinare se è necessario utilizzare altri trattamenti.

1. Basilico

Basilico

Le proprietà antibatteriche e antimicotiche delle foglie di basilico aiutano a fermare l’attacco dei microrganismi che producono infezioni nella vagina.

Il suo effetto rinfrescante riduce l’irritazione della pelle della zona intima e calma il prurito e il bruciore che vengono percepiti.

Ingredienti

  • 3 cucchiai di foglie di basilico (45 g)
  • 2 tazze di acqua (500 ml)

Preparazione

  • Aggiungete le foglie di basilico in una pentola con 2 tazze d’acqua e portatele a ebollizione.
  • Quando il tutto arriva a ebollizione, togliete dal fuoco la bevanda e lasciatela riposare a temperatura ambiente.
  • Dopo circa 20-30 minuti, filtrare con un colino.

Modalità d’uso

  • Utilizzate la preparazione per fare dei bagni da sedute.
  • Ripetete 2 volte al giorno.

Leggete anche: 6 consigli per combattere le micosi vaginali in modo naturale

2. Rosmarino

Le foglie di rosmarino hanno proprietà antibiotiche e antimicotiche che favoriscono il controllo delle infezioni che alterano il pH vaginale.

I loro estratti naturali proteggono le aree esterne della vagina e riducono il prurito sofferto dalla pelle delicata di questa zona.

Ingredienti

  • 3 cucchiai di foglie di rosmarino (45 g)
  • 2 tazze di acqua (500 ml)

Preparazione

  • Versate le foglie di rosmarino nelle tazze di acqua bollente.
  • Coprite la bevanda e lasciate riposare per circa 20 minuti.

Modalità d’uso

  • Risciacquate le aree esterne della vagina con l’infuso.
  • Lasciate asciugare senza risciacquare e ripetete la procedura 2 volte al giorno.

3. Calendula

Calendula per alleviare il prurito vaginale

La calendula è una delle piante medicinali più utilizzate nel trattamento dei problemi che affliggono l’area vaginale.

Ha composti antimicrobici e anti-infiammatori che placano il bruciore e il prurito causato dagli squilibri della flora.

Ingredienti

  • 3 cucchiai di fiori di calendula (45 g)
  • 2 tazze di acqua (500 ml)

Preparazione

  • Aggiungete i fiori di calendula nelle tazze d’acqua e mettete a bollire a fuoco basso, per 5 minuti.
  • Una volta passato questo tempo, rimuoveteli e lasciate riposare per 20 minuti.
  • Filtrate la bevanda con un colino e usatela per bagni da sedute.

Metodo di applicazione

  • Risciacquate l’esterno della vagina con il liquido.
  • Se ricompare il sintomo, ripetete l’uso due volte al giorno.

Date un’occhiata a questo articolo: La calendula e i suoi benefici per la salute

4. Salvia

Le foglie di salvia hanno proprietà che regolano l’attività di batteri sani della vagina, prevenendo lo sviluppo di infezioni.

La loro applicazione diretta calma il prurito e rinfresca la pelle.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di foglie di salvia (30 g)
  • 2 tazze di acqua (500 ml)

Preparazione

  • Mettete le foglie di salvia in 2 tazze di acqua bollente.
  • Coprite la bevanda e lasciate riposare per 20 minuti.

Metodo di applicazione

  • Usate il liquido per fare dei bagni da sedute due volte al giorno.

5. Aloe vera e vitamina E

Aloe vera in gel

Una crema naturale di aloe vera e olio di vitamina E aiuta a lubrificare l’area intima per ridurre il prurito prodotto dall’eccesso di secchezza.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di gel di aloe vera (30 g)
  • 1 cucchiaino di vitamina E (5 gr)

Preparazione

  • Mescolate il gel di aloe vera con un cucchiaino di vitamina E.

Metodo di applicazione

  • Strofinate il rimedio sulle parti esterne della vagina, massaggiando delicatamente le aree irritate.
  • Usatelo 2 volte al giorno, fino ad alleviare il disagio.

Sentite un forte prurito nelle parti intime? Notate secchezza o secrezioni anomale? Scegliete uno dei rimedi citati e combattete il problema prima di soffrire di altre complicazioni.

Guarda anche