Sorprendenti benefici del cavolfiore

7 gennaio 2015

Il cavolfiore è un ortaggio molto salutare facente parte della famiglia delle verdure crucifere, tra cui troviamo il broccolo. È composto per circa l’85% da acqua, privo di carboidrati, proteine e grassi, ma ricco di nutrienti importanti come vitamine, sali minerali, antiossidanti e altri fitochimici.

È ideale per una dieta bilanciata così come per diete dimagranti poiché possiede uno scarso apporto calorico. L’aspetto migliore è che si tratta di una verdura molto versatile che può essere mangiata cruda, al vapore, nelle insalate e in altri piatti della nostra cucina. Volete altre ragioni per includerlo nella vostra dieta? Eccole qua.

Favorisce la salute del cuore

Il cavolfiore contiene una sostanza chiamata sulforafano, un composto dello zolfo che aiuta a migliorare i problemi di pressione arteriosa e le funzioni renali. Secondo le ricerche, il sulforafano potrebbe essere associato alla metilazione del DNA, chiave per un funzionamento cellulare normale, così come per un’espressione genica adeguata, in particolare nello strato interno delle arterie che sono propense a subire danni.

È anticancerogeno

Il sulforafano contenuto nel cavolfiore è un composto di cui è stata dimostrata l’efficacia nell’uccidere le cellule madre del cancro, bloccando la crescita del tumore. Secondo le ricerche, eliminare le cellule madre del cancro potrebbe essere una possibile soluzione per controllare questa malattia. Ad esempio, secondo questi studi, il connubio di cavolfiore e curcumina (presente nella curcuma) può risultare efficace nella prevenzione e nel trattamento del cancro alla prostata.

Negli studi condotti su animali è stato riscontrato che il sulforafano può essere la chiave per ridurre l’indice di tumori al seno. Altri composti del cavolfiore, come l’indolo e gli isotiocianati, hanno dato risultati positivi nell’inibizione dello sviluppo del cancro alla vescica, al seno, al colon, al fegato, ai polmoni e allo stomaco.

Favorisce la salute cerebrale

Un altro dei composti benefici del cavolfiore è la colina, una vitamina del gruppo B che svolge un ruolo molto importante nella salute e nello sviluppo del cervello. Il consumo di colina durante la gravidanza, infatti, può apportare incredibili benefici all’attività cerebrale del feto, convertendosi quindi nel possibile miglioramento della funzione cognitiva, dell’apprendimento e della memoria.

Favorisce la disintossicazione dell’organismo

cavolfiore

Il cavolfiore contiene antiossidanti che, insieme ai nutrienti posseduti dallo zolfo, favoriscono le attività disintossicanti dell’organismo. In più, anche i contenuti di glucosinolati attivano gli enzimi per la disintossicazione.

Possiede proprietà antinfiammatorie

Il cavolfiore possiede una quantità di nutrienti antinfiammatori tra cui l’indolo-3-carbinolo o I3C, un composto antinfiammatorio che agisce aiutando a prevenire le reazioni infiammatorie ad alto livello.

Fa bene all’apparato digerente

colite

Visto che rappresenta un’importante fonte di fibre, il cavolfiore è un buon alleato della salute digestiva. Tuttavia, secondo World’s Healthiest Foods, il consumo di cavolfiore può anche aiutare a proteggere il rivestimento dello stomaco poiché il sulforafano aiuta a prevenire la proliferazione batterica dell’Helicobacter pylori nello stomaco e a evitare che aderisca alle pareti.

È ricco di antiossidanti e fitonutrienti

Il consumo di cavolfiore apporta all’organismo un’ingente quantità di antiossidanti e di fitonutrienti, fondamentali per la prevenzione di diverse malattie. Questo ortaggio contiene vitamina C, betacarotene, caempferolo, quercetina, rutina e acido cinnamico tra gli altri composti. Questi antiossidanti aiutano l’organismo a proteggersi dai danni dei radicali liberi. Grazie a ciò, aiuta anche a ritardare l’invecchiamento e a prevenire danni a diversi tessuti e organi.

Come trarre beneficio dal cavolfiore

Come dicevamo all’inizio, il cavolfiore è un ortaggio molto versatile che può essere incluso facilmente in diversi piatti. Una buona idea è cuocerlo intero o a ciuffi. Se volete cuocerlo intero, vi consigliamo di rimuovere le foglie e di immergerlo in un recipiente con acqua pulita e aceto in modo da pulirlo correttamente. Se volete mangiarlo a ciuffi, invece, l’ideale è tagliarlo con un coltello e poi eseguire la stessa procedura appena illustrata.

Per migliori risultati vi consigliamo di cuocerlo in una vaporiera e di aggiungere un po’ di curcuma per potenziarne gli incredibili effetti sulla salute.

Guarda anche