Specie di margherite e come prendersene cura

Sapevate che esiste un'ampia varietà di specie di margherite? Per coltivarle nel proprio giardino, bisogna sapere come prendersene cura. Lo spieghiamo in dettaglio.
Specie di margherite e come prendersene cura

Ultimo aggiornamento: 06 agosto, 2021

Se state pensando di piantare delle margherite in giardino o in un vaso sul balcone, non perdetevi questo articolo. Presentiamo diverse specie di margherite e le cure da riservare a ciascuna in modo che abbiano una vita lunga e sana. Continuate a leggere!

Specie di margherite e come prendersene cura

La margherita è uno dei fiori più famosi e apprezzati al mondo. In molte serie e film abbiamo visto il protagonista di turno staccare i petali di una margherita ripetendo il classico “m’ama, non m’ama”. Sapete che ne esistono molte specie diverse?

Per l’esattezza, vi sono oltre 140 specie di margherite. Il fiore più noto ha un centro giallo circondato da molti petali bianchi allungati. Tuttavia, si può anche trovare in diversi colori come giallo, rosa e arancione, tra gli altri.

1. Margherita Shasta

Margherita Shasta.
Questa margherita fiorisce tra giugno e settembre. Anche se il terreno dovrebbe rimanere umido, l’acqua stagnante va evitata.

Di solito è di grandi dimensioni e ha petali delicati. È originaria dei Pirenei, quindi è molto resistente ai climi freddi e al gelo, anche se necessita comunque del pieno sole per prosperare. Il periodo di fioritura è tra giugno e settembre.

Come prendersene cura

  • Piantatela in un terreno fertile con un buon drenaggio.
  • Mantenete il terreno umido, ma non impregnato d’acqua per consentire al fiore di svilupparsi correttamente. Le radici della margherita Shasta non tollerano l’acqua stagnante.
  • Si consiglia di tagliare i fiori ogni tanto per incoraggiare le fioriture.
  • A settembre, terminata la fase di fioritura, si consiglia di tagliare drasticamente la chioma.

2. Echinacea purpurea

Sebbene sia simile alla margherita Shasta, si distingue per il suo intenso centro rossastro e per i petali viola. Questo fiore di solito si trova facilmente nel Nord America e in alcune parti del Sud America e dell’Africa, dove è possibile vederlo raggiungere il metro o anche due di altezza.

D’altra parte, vale la pena di ricordare che l’echinacea non è solo famosa per il suo aspetto sorprendente, ma anche per i suoi usi medicinali. Viene infatti impiegata come integratore per aumentare le difese e curare le infezioni respiratorie.

Come prendersene cura

  • Richiede un terreno con un buon drenaggio, poiché l’acqua in eccesso la danneggia.
  • È anche importante rimuovere lumache e chiocciole dall’ambiente circostante, perché potrebbero danneggiare la pianta.

3. Gerbera

Margherita gerbera.
Questa margherita viene spesso usata per le composizioni floreali. Sono fiori delicati che richiedono cure.

Tra le diverse specie di margherite non possiamo non citare quella comunemente nota come “gerbera”. Sapevate che anche la gerbera è una margherita? Se la si osserva da vicino, si nota la somiglianza.

Le gerbere sono generalmente utilizzate nei bouquet da sposa e per ogni tipo di composizione floreale. Guardandole, è facile capire perché: sono semplicemente bellissime. Certo, sono fiori fragili che richiedono dedizione e cura.

Come prendersene cura

  • Si consiglia di piantarla utilizzando un terriccio nutriente. Inoltre, dovreste trapiantarla in primavera in un vaso più grande, almeno una volta ogni due anni, in modo che la pianta continui a crescere.
  • Come le specie di margherite precedentemente descritte, le gerbere non tollerano l’acqua in eccesso, ma necessitano comunque di terreno umido e ben drenato.

4. Margherita delle Canarie

La Argyranthemum frutescens è anche conosciuta come margherita delle Canarie per le sue origini. Nelle Isole Canarie cresce spontaneamente, anche se viene anche coltivata per la sua bellezza.

I suoi fiori si distinguono per i bellissimi colori che includono bianco, giallo e rosa, nonché per le sue file di petali singoli o doppi. In ogni caso, anche la margherita delle Canarie richiede cure specifiche per evitare l’appassimento.

Oltre al suo uso ornamentale, nelle erboristerie è possibile trovare preparati a base di margherita delle Canarie, come il tonico per lo stomaco e rimedi contro l’asma.

Come prendersene cura

  • Ha bisogno del sole diretto per crescere e prosperare.
  • Se si utilizzano vasi, è meglio optare per misure grandi (oltre i 40 centimetri).
  • Nonostante resista bene al freddo (e anche al gelo), dà il meglio di sé a temperature superiori ai 20°C.
  • L’irrigazione dovrebbe essere moderata, senza ristagni e con il terreno ben drenato.

5. Specie di margherite: rudbeckia

Rudbeckia.
La rudbeckia è una delle specie di margherite più attraenti per i suoi colori sgargianti.

Tra le specie di margherite, la rudbeckia è una delle più appariscenti e sicuramente la più difficile da classificare come margherita a prima vista.

Si distingue dalla classica margherita per il suo centro sporgente scuro, con piccoli granelli gialli o arancioni alle estremità e per i suoi petali larghi che si assottigliano alle punte. La sua fioritura avviene tra giugno e ottobre.

Come prendersene cura

  • La rudbeckia tollera bene i luoghi semi-ombreggiati, ma si consiglia una regolare esposizione al sole.
  • Come le altre specie, anche questa richiede terreni ben drenati: si consiglia un’abbondante irrigazione in estate, senza lasciare però ristagni d’acqua.

6. Margherita Thymophylla tenuiloba

Anche conosciuta come margherita di Dahlberg, è la margherita gialla che conosciamo tutti, un bel fiore di semplice cura. In effetti, è una delle migliori specie di margherita per muovere i primi passi nel mondo del giardinaggio.

Come prendersene cura

  • La posizione migliore per questa pianta è in pieno sole.
  • L’irrigazione dovrebbe essere sufficiente a mantenere il terreno umido, senza eccessi.
  • All’occorrenza è possibile utilizzare concime naturale, sempre a piccole dosi.

7. Margherita Chrysanthemum frutescens

Margherita chrysnthemum frutescens tra le specie di margherite.
Per mantenere questi fiori in perfette condizioni, è importante offrire essi una buona annaffiatura e concimarli periodicamente.

Meglio conosciuta come margherita cespugliosa, è una pianta che richiede più cure delle altre citate poiché cresce un po’ più incontrollata, richiedendo quindi potature regolari.

Come prendersene cura

  • Si consiglia l’esposizione diretta al sole.
  • L’irrigazione deve essere abbondante, senza ristagni.
  • Necessita di concimazioni periodiche (anche se non in estate) per svilupparsi in modo sano.
  • Per evitare che la pianta appassisca, bisogna eseguire una potatura regolare.

8. Specie di margherite: Bellis perennis

Si tratta di un fiore delicato, che richiede cure leggermente diverse dalle sue sorelle. È la varietà che abitualmente troviamo nei prati, in modo naturale e spontaneo: è conosciuta infatti come Pratolina Comune.

Come prendersene cura

  • Questi fiori preferiscono la semi-ombra.
  • L’irrigazione deve essere abbondante, soprattutto nei mesi caldi. In autunno e in inverno, dovrebbe essere fatta a intervalli.
  • È importante tenere la pianta al riparo dal vento, poiché può danneggiarla gravemente.

Conclsuioni

Quelle presentate sono solo alcune specie di margherite presenti in commercio e con cui possiamo abbellire la casa. Mettetevi all’opera: piantate queste margherite e godetevi i loro bellissimi fiori. Ricordate di tenere in considerazione i nostri consigli per ottenere fioriture rigogliose e abbondanti.

Potrebbe interessarti ...
Piante resistenti che non richiedono molte cure
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Piante resistenti che non richiedono molte cure

Avere un giardino bello e fiorito non dev'essere un lavoro dispendioso. Scoprite quali sono le piante resistenti che potete seminare.