Stanchezza mestruale: cos'è e come affrontarla?

È probabile che tu abbia sentito la fatica mestruale senza sapere di cosa si tratta. Impara a identificare questo sintomo e, soprattutto, come affrontarlo durante il ciclo.
Stanchezza mestruale: cos'è e come affrontarla?

Ultimo aggiornamento: 24 agosto, 2022

La stanchezza mestruale è uno dei sintomi premestruali più frequenti, che spesso continua durante il ciclo. Questa sensazione, più comune di quanto immaginiamo, funziona come un avvertimento di alcuni squilibri nel corpo.

Se ti senti molto stanca dopo il minimo sforzo e noti cali di energia, è probabile che tu stia soffrendo di fatica mestruale. Fortunatamente, è facile uscirne. Ne parliamo in questo articolo.

Stanchezza mestruale: cause

Donna con stanchezza mestruale sul divano.
Riduci la stanchezza mestruale prendendoti cura della tua dieta e del numero di ore di riposo ogni giorno.

Conosciuta anche come “affaticamento mestruale”, la stanchezza mestruale fa parte della sindrome premestruale (PMS) definita dall’Office of Women’s Health come “un insieme di sintomi che si manifestano una o due settimane prima del ciclo”.

In questa fase, è più probabile che si verifichino ansia, irritabilità, sbalzi d’umore, mal di testa, gonfiore e debolezza. Il grado dei sintomi aumenta con l’aumento della temperatura ambientale.

Con l’avanzare del ciclo, le sensazioni diminuiscono fino a quando, finalmente, la stanchezza scompare. Le sue cause sono associate ai fattori che elenchiamo di seguito.

  • Ormoni: i cambiamenti negli estrogeni e nel progesterone influenzano notevolmente la fatica. Le fasi follicolare e ovulatoria sono quelle che richiedono energia e supporto ormonale, ma a causa delle irregolarità potresti sentirti affaticato.
  • Carenza di ferro: MPG Journal specifica che la carenza di ferro porta a esaurimento, palpitazioni e vertigini. Inoltre, puoi soffrire di mestruazioni abbondanti o anemia da carenza di ferro a causa della mancanza di ferritina.
  • Crampi: durante la regola si amplificano gli agenti infiammatori che, mescolati agli ormoni, scatenano i crampi. L’intensità del dolore a volte porta a debolezza e vertigini.
  • Zucchero: nei giorni del ciclo può farti mangiare più dolci del normale. Immediatamente, sentirai una scarica di energia, ma una volta che svanisce, la fatica ti travolge. L’unica soluzione che troverai sarà quella di soddisfare una nuova brama, entrando in un circolo vizioso.

Come alleviare la stanchezza mestruale?

Prendi nota di quanto dura il disagio e quanto ti colpisce. Finché questi sintomi non peggiorano, ecco alcuni suggerimenti per ridurre la stanchezza mestruale.

1. Dieta sana

Migliorare le abitudini alimentari e rispettare gli orari dei pasti. Opta per spuntini che non contribuiscono all’abbassamento della glicemia. Includi nella tua dieta verdure e legumi, così come cibi a base di proteine, soprattutto da consumare come spuntino quando esci di casa. Un’altra raccomandazione sono cibi come gli spinaci, considerando la carenza di ferro nei periodi.

Allo stesso modo, evitare pasti abbondanti funziona contro la stanchezza mestruale. Anche se con loro ci sarà più spazio tra i pasti, il corpo utilizzerà tutta la sua energia per la digestione e questo innesca la stanchezza. Una soluzione sono spuntini sani.

2. Tenere traccia del ciclo

Approfitta della tecnologia e installa un’applicazione sul tuo telefono per controllare il tuo ciclo. Questi sistemi annunciano la vicinanza della regola, segnano il giorno in cui il ciclo inizia e quando finisce. Ti permettono anche di registrare emozioni e livelli di energia.

Tutte queste informazioni sono utili per costruire il modello del corpo prima e durante le mestruazioni, che aiuta ad anticipare i sintomi e a reagire meglio alla fatica.

3. Esercizio fisico

Secondo un articolo pubblicato da NeuroRehab News, l’esercizio aerobico porta benefici in pieno periodo, soprattutto sul dolore e sulla qualità della vita. Attraverso lo sport, fornisci energia al corpo e rilasci endorfine. Camminare, fare yoga o andare in bicicletta sono lusinghieri.

4. Idratazione

Cos'è la stanchezza mestruale e come affrontarla?
Una buona idratazione aiuta ad alleviare il mal di testa e altri sintomi premestruali associati alla stanchezza mestruale.

La disidratazione cause stanchezza. Per migliorare questa sensazione, cerca di bere almeno 2 litri di acqua al giorno e di uscire per un po’ all’aria aperta. Niente da bere bibite, caffè o altre bevande zuccherate, poiché in questo modo si evitano gas e insonnia.

D’altra parte, uno studio di dottorato pubblicato dall’Università di Santiago de Compostela indica che il consumo di alcol è associato a un moderato aumento della sindrome premestruale che, come è già noto, porta alla stanchezza come uno dei suoi segni.

5. Riposare

Dormire almeno 8 ore di notte mostra meno affaticamento mestruale all’alba. Un’ora prima di andare a letto, evita gli schermi.

Il Journal of the Faculty of Medicine of Mexico spiega che l’uso di dispositivi elettronici influisce sulla sindrome del sonno insufficiente, poiché l’esposizione notturna alla luce degli schermi interferisce con i ritmi circadiani e la produzione di melatonina.

Le conseguenze sono l’alterazione della normale struttura del sonno e sonnolenza il giorno successivo. Alcuni consigli aggiuntivi per riposare sono:

  • Crea un momento di andare a dormire. Sii puntuale ogni notte.
  • Stai lontano dal caffè dopo mezzogiorno.
  • Utilizzare un sistema di protezione mestruale che ti faccia sentire al sicuro in modo da non essere a conoscenza di perdite di sangue.
  • Riduci il rumore in modo che il riposo sia riposante.

6. Rilassarsi

Prendersi cura della salute mentale è importante per alleviare il carico causato dall’affaticamento mestruale. Alti livelli di stress comportano fluttuazioni ormonali che portano a cicli irregolari, tra gli altri effetti. Pratica esercizi di respirazione, yoga o dedica qualche ora a un hobby. Queste attività ti rilassano e calmano la stanchezza del periodo.

Quando bisogna andare dal dottore?

Per quanto frequenti siano i casi di stanchezza mestruale, se i sintomi fisici trascendono la disabilità, è tempo di fare una visita dal ginecologo. La gravità delle sensazioni può essere dovuta al disturbo disforico premestruale. Questa condizione comprende manifestazioni di grave preoccupazione medica, come depressione e ansia maggiori.

Inoltre, ci sono malattie associate al disagio prima e durante il ciclo; per esempio, sindrome dell’ovaio policistico, problemi alla tiroide e grave anemia.

Potrebbe interessarti ...
Mestruazioni con coaguli: cause e sintomi
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Mestruazioni con coaguli: cause e sintomi

Le mestruazioni con coaguli di sangue possono avere cause diverse. Ne parliamo in dettaglio in questo articolo. Leggete di più.