Stitichezza severa: 7 rimedi fai da te

2 Dicembre 2019
Una dieta equilibrata ricca di fibre contribuirà a migliorare il movimento intestinale e a prevenire la stitichezza severa. Ricordate di accompagnarla con abbondante acqua

La stitichezza severa è un problema che va trattato tempestivamente con l’aiuto del medico, prima che evolva in complicazioni più serie. Il problema di non riuscire ad andare di corpo è un problema che condiziona la qualità della vita di molti adulti ed è dovuta a diversi fattori. In alcuni casi, si manifesta come sintomo secondario di una qualche patologia.

Una delle cause più frequenti della stitichezza severa è l’alimentazione non equilibrata, caratterizzata dall’alto contenuto di grassi e poche fibre. Altre cause possono risiedere nell’idratazione insufficiente, nello stile di vita sedentario e nel consumo di alcuni farmaci.

Oltre a non permettere di evacuare in modo corretto a causa delle feci solide, questo disturbo favorisce la comparsa di gas e crampi, dolore continuo nella zona addominale e del retto.

Trattandosi di un problema cronico, deve essere trattata in tempo con l’aiuto di un professionista. Secondo le necessità, il medico potrà prescrivere dei farmaci e dei lassativi, oltre a consigliare una modifica dello stile di vita.

Trattamento medico per la stitichezza severa

Prima di passare ai rimedi casalinghi contro la stitichezza severa, ricordate che la prima linea di trattamento è sempre quella suggerita dal medico. Secondo una pubblicazione divulgata su Clinics in Colon and Rectal Surgery, il trattamento medico iniziale di questa condizione può includere:

  • Cambiamenti nello stile di vita
  • Aumento dell’assunzione di liquidi
  • Incremento dell’assunzione di fibre

Inoltre, a seconda del caso, possono essere necessari lassativi in grani, lassativi salini, emollienti, tra gli altri. In presenza altri sintomi, il professionista può prescrivere anche degli esami diagnostici al fine di escludere patologie sottostanti.

Detto questo, condividiamo con voi alcuni dei rimedi casalinghi da sempre utilizzati nella cultura popolare per alleviare la stitichezza severa. È importante considerare che vanno usati come integratore e non come singolo trattamento.

1. Pomodoro contro la stitichezza severa

Pomodori e costipazione

Il pomodoro è un frutto che contiene alti livelli di fibre e pertanto aiuta ad alleviare la stitichezza. Come conclude uno studio pubblicato sul World Journal of Gastroenterology, il consumo di fibre favorisce la motilità intestinale nei pazienti con stitichezza severa.

Può essere consumato in una grande varietà di modi, sia crudo che cotto, in insalate, salse e sughi. Per combattere la stitichezza, si consiglia di prepararlo nel modo seguente:

Ingredienti

  • 4 pomodori.
  • 2 cucchiai di zucchero (20 g).
  • 4 tazze di acqua (1 litro).

Preparazione

  • Per prima cosa pelate i 4 pomodori e tagliateli in pezzi quanto più piccoli possibile.
  • Poi, metteteli in una pentola e cospargete con i 2 cucchiai di zucchero.
  • Quindi, aggiungete il litro di acqua e lasciate cuocere per almeno 45 minuti, mescolando spesso.
  • Togliete dal fuoco e lasciateli riposare.
  • Infine, versate il composto in un contenitore e mettete in frigorifero. Consumate il preparato freddo, a digiuno, per almeno 3 giorni.

Vi consigliamo di leggere anche: Perché vale la pena mangiare pomodori tutti i giorni?

2. Prugne secche

Una revisione pubblicata sulla rivista medica Alimentary Pharmacology & Therapeutics ha stabilito che le prugne secche possono migliorare la frequenza e la consistenza delle feci. Pera tale ragione, si configurano come un trattamento promettente per la stitichezza severa. Tuttavia, sono necessarie altre prove scientifiche.

  • Ad ogni modo, si consiglia di consumare 1 tazza di prugne (150 g) a colazione per almeno 4 giorni.

3. Miele, tra i rimedi casalinghi perla stitichezza severa

Miele e costipazione

Il miele è noto per le sue numerose proprietà per la salute. Ma sapevate che favoriscono anche i processi intestinali?

Di fatto, secondo alcuni studi, il consumo di miele produce un effetto lassativo che può rivelarsi utile nei casi di stitichezza. Inoltre, è delicato per lo stomaco e contribuisce ad alleviare le ulcere. Il seguente rimedio può aiutarvi nell’intento:

Ingredienti

  • 1 bicchiere di acqua (200 ml).
  • 1 cucchiaio di miele (25 g).

Preparazione

  • Prima di tutto, in una pentola aggiungete il bicchiere d’acqua e fate bollire per almeno 10 minuti.
  • Poi, trascorso il tempo indicato, spegnete il fuoco e aggiungete il cucchiaio di miele.
  • Lasciate riposare per 7 minuti.
  • Quindi bevete mentre è ancora caldo. Consumate questa miscela ogni sera prima di andare a letto e al mattino, a stomaco vuoto.

Vi consigliamo di leggere anche: Dadi di gelatina, curcuma e miele: un meraviglioso rimedio antinfiammatorio

4. Rimedio di olio d’oliva e limone per la stitichezza severa

Questi due componenti sono un rimedio alternativo molto popolare per la stitichezza. Di fatto, una ricerca condotta su 50 persone e pubblicata sul Journal of Renal Nutrition nel 2015 ha stabilito che l’olio d’oliva, al pari di altri oli, contribuisce ad alleviare i sintomi della stitichezza nei pazienti sottoposti a dialisi.

Ingredienti

  • 1 bicchiere di acqua (200 ml).
  • Il succo di mezzo limone.
  • Un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva (16 g).

Preparazione

  • Spremete il succo di limone e filtratelo.
  • Quindi, in un tegame mettete il bicchiere d’acqua con il succo di limone.
  • Fate pertanto bollire per 5 minuti e poi spegnete il fuoco.
  • Infine, aggiungete il cucchiaio di olio e lasciate riposare finché non diventa caldo. Bevete questa miscela ogni mattina a stomaco vuoto per almeno 5 giorni.

5. Avena e yogurt

Yogurt e avena contro la costipazione

L’avena è un cereale ricco di fibre che può contribuire ad alleviare i sintomi della stitichezza. Inoltre, in una revisione pubblicata sul British Journal of Nutrition hanno riscontrato che questo alimento favorisce l’incremento di peso delle feci e l’aumento del transito intestinale.

Da parte sua, lo yogurt fornisce i probiotici, che sono altamente consigliati per la salute digestiva e il corretto assorbimento dei nutrienti. Secondo una ricerca pubblicata nel 2015 sul Journal of Neurogastroenterology and Motility, aiuta a migliorare la motilità intestinale.

Ingredienti

  • 5 cucchiai di avena (50 g).
  • 4 yogurt naturali (500 g).

Preparazione

  • Mescolate l’avena con lo yogurt.
  • Quindi, lasciate riposare per almeno 20 minuti.
  • Infine consumate nel corso di tutta la giornata.

6. Semi di lino per contrastare la stitichezza severa

Questi semi contengono omega 3 e fibre e possono essere utilizzati per accelerare il sollievo dalla stitichezza.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di semi di lino (10 g).
  • 1 bicchiere di acqua (200 ml).

Preparazione

  • Lavate i semi di lino.
  • Metteteli nel bicchiere d’acqua e lasciate riposare per 3 ore.
  • Consumate questa miscela per almeno 4 giorni, la sera prima di dormire.

7. Crusca di grano

Crusca

Si tratta di un alimento ricco di ferro, fibre e potassio. Uno studio pubblicato su Digestive Diseases and Sciences afferma che la crusca allevia la stitichezza, migliorando la frequenza intestinale e l’espulsione delle feci.

Ingredienti

  • 3 cucchiai di crusca di grano (830 g).
  • 1 tazza di latte (250 ml).
  • 4 cucchiai di cereali (40 g) (qb).

Preparazione

  • Aggiungete la crusca di frumento alla tazza di latte e lasciate riposare per 10 minuti.
  • Una volta trascorso il tempo indicato, aggiungete il cereale. Si consiglia di consumarlo a colazione per almeno 5 giorni.

Importante

L’assunzione di questi rimedi dovrebbe essere abbinata una dieta equilibrata, che includa fibre e molti liquidi. Inoltre, se possibile, è anche importante eseguire dell’attività fisica. Tutto ciò, in aggiunta alle cure mediche, è fondamentale per combattere la stitichezza grave.

  • Portalatin M, Winstead N. Medical management of constipation. Clin Colon Rectal Surg. 2012;25(1):12–19. doi:10.1055/s-0032-1301754
  • Yang J, Wang HP, Zhou L, Xu CF. Effect of dietary fiber on constipation: a meta analysis. World J Gastroenterol. 2012;18(48):7378–7383. doi:10.3748/wjg.v18.i48.7378
  • Grupo de gastroenterología pediátrica zona suroeste de Madrid. (2012). Estreñimiento crónico. Guías conjuntas de actuación primaria-especializada. [En línea]. Disponible en: http://www.ampap.es/wp-content/uploads/2014/05/Estrenimiento_2012.pdf
  • Lever, E., Cole, J., Scott, S. M., Emery, P. W., & Whelan, K. (2014). Systematic review: The effect of prunes on gastrointestinal function. Alimentary Pharmacology and Therapeutics. Blackwell Publishing Ltd. https://doi.org/10.1111/apt.12913
  • Ladas, S. D., Haritos, D. N., & Raptis, S. A. (1995). Honey may have a laxative effect on normal subjects because of incomplete fructose absorption. American Journal of Clinical Nutrition62(6), 1212–1215. https://doi.org/10.1093/ajcn/62.6.1212
  • Thies, F., Masson, L. F., Boffetta, P., & Kris-Etherton, P. (2014, September 30). Oats and bowel disease: A systematic literature review. British Journal of Nutrition. Cambridge University Press. https://doi.org/10.1017/S0007114514002293
  • Choi, C. H., & Chang, S. K. (2015). Alteration of gut microbiota and efficacy of probiotics in functional constipation. Journal of Neurogastroenterology and Motility21(1), 4–7. https://doi.org/10.5056/jnm14142
  • Badiali, D., Corazziari, E., Habib, F. I., Tomei, E., Bausano, G., Magrini, P., … Torsoli, A. (1995). Effect of wheat bran in treatment of chronic nonorganic constipation – A double-blind controlled trial. Digestive Diseases and Sciences40(2), 349–356. https://doi.org/10.1007/BF02065421