Stress e malessere in aereo: come evitarli?

Chi soffre di stress e malessere in aereo viene sottoposto a una notevole sofferenza che è possibile evitare. L'aereo è il mezzo di trasporto più sicuro e le probabilità di essere coinvolti in un incidente sono estremamente basse. È bene informarsi ed evitare di alimentare pensieri negativi al riguardo.
Stress e malessere in aereo: come evitarli?

Ultimo aggiornamento: 24 maggio, 2021

Sono molte le persone che soffrono di stress e malessere in aereo; nella maggior parte dei casi, la mente gioca loro un brutto scherzo. Accade principalmente a chi non è abituato a volare, ma ci sono anche casi di viaggiatori abituali che presentano questo problema.

Lo stress e il malessere in aereo si manifestano in gradi diversi. C’è chi si limita a nutrire un po’ di paura che impedisce di mantenere la calma fino a quando non rimette piede a terra.

Per altre persone, invece, la questione è molto più complessa, al punto che chi ne soffre può arrivare a percepire la situazione come se si trattasse di un vero e proprio inferno.

Questi casi devono essere presi sul serio, perché la persona soffre notevolmente nel momento in cui deve affrontare un volo. Esistono efficaci metodi per superare lo stress e il malessere in aereo; talvolta consentono persino di risolvere definitivamente il problema.

Lo stress e il malessere in aereo

Quando si sta per affrontare un volo, si manifesta una certa dose di nervosismo, dal momento che noi esseri umani siamo animali terrestri e ci sentiamo molto più a nostro agio sulla terraferma.

È altrettanto normale che, durante una turbolenza o dopo il passaggio attraverso un vuoto d’aria, sentiamo una certa inquietudine.

Le difficoltà iniziano quando questa paura diventa molto pronunciata e cominciano a comparire sintomi più severi. Sudorazione alle mani, inquietudine, respiro affannoso e sospiri costanti sono segnali che ci dicono che abbiamo paura.

Lo stress e il malessere in aereo possono raggiungere anche livelli più elevati. È a questo punto che compaiono sintomi più intensi:

  • Ansia e agitazione
  • Tachicardia
  • Sensazione di soffocamento
  • Nausea
  • Sudorazione
  • Diarrea
  • Vomito

In questi casi non si parla più di una semplice paura, ma di una vera e propria fobia.

Uomo che soffre di stress e malessere in aereo.
Durante il volo i sintomi possono diventare molto intensi, al punto da trasformarsi in fobia.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Crisi di ansia e come affrontarla al meglio

Perché si verificano?

Lo stress e il malessere in aereo hanno diverse cause. In genere si tratta del risultato di due fattori: la mancanza di informazioni e le false convinzioni.

La prima è collegata alla mancata conoscenza del funzionamento degli aerei, nonché delle azioni che bisogna compiere per prendere un volo. L’insieme di stimoli poco comprensibili genera nervosismo.

Durante l’imbarco e nel corso del volo vengono forniti segnali di avvertimento, senza che in realtà sia presente un vero pericolo. L’ordine di rimanere seduti o di allacciare le cinture di sicurezza, così come lo spegnimento delle luci, possono confondere le persone.

Tuttavia, le convinzioni errate rappresentano il fattore che incide maggiormente sullo stato d’ansia. Quando si verifica un incidente aereo, la notizia riceve un notevole risalto, inducendoci a pensare che volare sia sinonimo di tragedia. Al tempo stesso, molti film affrontano questo argomento, contribuendo così ad alimentare paure infondate.

Esiste anche il caso di persone che sono già affette da ansia e per i quali l’esperienza di volare rappresenta un’ulteriore occasione di malessere in un quadro di costante inquietudine.

Inoltre, c’è chi ha avuto esperienze negative nel corso di un volo e che rivive le sue paure tutte le volte che sale su un aereo.

Aereo che si staglia contro il tramonto.
La paura di volare si nutre di false convinzioni sugli aerei e gli incidenti di volo.

Come possiamo evitarli?

Per evitare lo stress e il malessere in aereo, prima di tutto bisogna preparare il viaggio con sufficiente anticipo.

Se poco prima di prendere il volo state finendo di riempire le valige o sistemando gli ultimi dettagli, inizierete l’esperienza con i nervi alterati, anche prima di essere saliti sull’aereo. La cosa migliore, quindi, è avere tutto pronto uno o due giorni prima del volo.

Informarsi è un altro modo per ridurre il nervosismo. Una buona idea è creare un’immagine mentale di quello che accadrà prima e durante il volo. Ciò significa conoscere i protocolli di routine, che prevedono revisioni, verifiche e misure di sicurezza da adottare all’imbarco.

Le informazioni devono comprendere anche questioni come il grado di sicurezza di cui godono i trasporti aerei. È più facile essere colpiti da un fulmine che morire in un incidente aereo.

Allo stesso modo, sono maggiori le probabilità di vincere alla lotteria che di essere coinvolti in un incidente di volo. Queste percentuali sono destinate a ridursi ulteriormente, se il volo è gestito da una compagnia aerea che vanta una notevole esperienza.

Infine, è bene fare pasti leggeri ed evitare di consumare caffeina o alcol. Portate con voi un libro o un’altra fonte di intrattenimento che vi aiuti a tenere la mente occupata durante il volo. I

Cercate di viaggiare accompagnati e non abbiate paura di esprimere quello che provate.  A volte, quando manifestiamo a voce alta le nostre paure, queste si dissolvono come nebbia al sole.

Potrebbe interessarti ...
Paura di volare? Ecco come trattarla
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Paura di volare? Ecco come trattarla

Sono tante le persone che hanno paura di volare e che quindi non prendono mai l'aereo. Scoprite con noi in che modo è possibile sconfiggere questa ...



  • Rivera, B. O., Botella Arbona, C., & Quero Castellano, S. (2001). Tratamiento mediante realidad virtual para la fobia a volar: un estudio de caso. Clinical and Health, 12(3), 391-404.