Tingere i capelli con estratti naturali è possibile

24 giugno 2014
Non perdetevi i nostri consigli per scoprire le migliori tinte naturali, prive di ingredienti aggressivi e che non danneggiano ne la vostra salute ne l'ambiente.

Le tinte dei capelli ci permettono di cambiare il nostro aspetto, dare loro un’aria più moderna, nascondere i capelli bianchi, ecc. Quasi sempre, però, richiedono una visita dal parrucchiere; possiamo anche decidere di farlo da sole, ma i prodotti impiegati sono sempre dello stesso tipo e in molti casi possono risultare aggressivi e dannosi per la struttura del capello.

Ma sapevate che esistono degli estratti naturali con cui potete tingerli? E non stiamo parlando di tinte acquistate in erboristeria, ma di tinte che potrete preparare in casa utilizzando direttamente le piante e che, inoltre, nutriranno e apporteranno dei benefici ai capelli. In questo articolo vi spieghiamo quali sono e come prepararle.

Questi prodotti sono completamente naturali, per cui di sicuro non otterrete gli stessi risultati che si hanno con dei prodotti artificiali, che durano più a lungo e permettono cambiamenti di colore radicali. Tuttavia, daranno un colore bello e naturale ai vostri capelli e potrete utilizzarli abitualmente, visto che non li danneggiano e si possono impiegare anche durante la gravidanza.

Per tingersi di rosso

capelli rossi

Questa tinta è probabilmente una delle più conosciute all’interno dei prodotti naturali: l’hennè. Ha il pregio di riuscire a tingere fino alle radici e inoltre apporta spessore e salute ai nostri capelli ed è uno dei prodotti che dura di più: fino a tre mesi.

Mischiate l’hennè in polvere, che troverete in erboristerie e negozi di prodotti naturali, con un po’ di succo di limone e olio oppure con del balsamo, per far sì che non secchi troppo i capelli.

Fate attenzione a proteggere le vostre mani con dei guanti di plastica, perché potrebbe tingervi la pelle.

Per tingersi di biondo

La camomilla è uno dei metodi più conosciuti per schiarire il tono dei nostri capelli, tanto che anche alcune marche di shampoo la includono tra gli ingredienti per potenziare il biondo. Per ottenere ottimi risultati, preparate un infuso di camomilla e aggiungetevi della calendula; se volete, potete aggiungere anche un po’ di zafferano. Applicate l’infuso sui capelli e lasciate agire per almeno mezz’ora e poi sciacquate.

Per tingersi di castano

Le foglie del noce permettono di dare ai capelli un tono castano e allo stesso tempo conferiscono forza e lucentezza. Per prepararle fate bollire le foglie nell’acqua e quando questa sarà tiepida applicate il decotto sui capelli, lasciandolo agire per 15 minuti. Anticamente questa tinta veniva realizzata bollendo le foglie del noce nella birra, che è un altro ingrediente molto benefico per i capelli, visto che dà lucentezza e, quando viene fatto bollire, perde tutto l’alcol.

Un’altra opzione è quella di far bollire della salvia e del rosmarino in acqua per sei ore. La salvia, inoltre, ha la proprietà di mascherare la comparsa dei primi capelli bianchi e il rosmarino è una pianta eccellente per i nostri capelli, utilizzata tradizionalmente per evitarne la caduta. Quando l’infuso si sarà raffreddato, aggiungete un cucchiaio di aceto di mele e applicatelo per mezz’ora, poi sciacquate.

Per tingere i capelli di nero

capelli

In questo caso, preparate un infuso di tè nero, che vi aiuterà anche nel caso in cui vogliate ritornare al vostro colore naturale dopo aver fatto delle mèches. Preparate un infuso molto concentrato e lasciatelo riposare per mezz’ora. Poi applicatelo e lasciatelo agire per venti minuti.

Alcuni chiarimenti

  • Vi raccomandiamo di non utilizzare né recipienti né utensili di alluminio per la preparazione delle tinte naturali.
  • Quando le applicate sui capelli, cercate di coprirli con della pellicola trasparente per ottenere risultati migliori.
  • Dovrete ripetere il procedimento ogni due o tre giorni, fino ad ottenere il colore che desiderate.
  • L’unico svantaggio che hanno queste tinte rispetto a quelle artificiali è che non lasciano i capelli così luminosi. Potete però ovviare a questo inconveniente applicando abitualmente delle maschere idratanti e utilizzando come balsamo dell’aceto di mele mischiato con dell’acqua (più sono secchi i capelli, più aceto bisogna aggiungere in proporzione). Lasciatelo agire per un paio di minuti e sciacquate con acqua fredda o tiepida.
  • Vi raccomandiamo di usare sempre degli shampoo naturali e biologici in modo da non danneggiare i vostri capelli e permettere che il colore della tinta duri più a lungo. Sono un po’ più cari e non fanno così tanta schiuma, ma alla lunga i vostri capelli saranno più sani e non avrete bisogno di lavarli così spesso, visto che li manterrano puliti per più tempo.

Immagini per gentile concessione di miss pupik

Guarda anche