Trattamenti contro l’acne, i farmaci più prescritti

27 Gennaio 2020
L'acne deve essere affrontata sin da subito. È importante perciò andare dal dermatologo alla comparsa dei primi sintomi. Scoprite quali sono attualmente le principali terapie disponibili.

Al giorno d’oggi sono disponibili diversi efficaci trattamenti contro l’acne, una malattia che rappresenta il 25% dei motivi di visita dermatologica nel nostro paese. Questa percentuale aumenta nei pazienti in età pediatrica e nelle cure primarie.

L’insorgere dell’acne è collegato a fattori di varia natura, viene infatti considerata una malattia multifattoriale. Abbiamo attualmente a disposizione un ampio arsenale terapeutico in grado di controllare ognuno di questi fattori.

Per capire il modo più indicato per trattare ogni singolo caso, occorre conoscere innanzitutto cosa produce questo disturbo, ovvero quali sono i fattori scatenanti. È quindi importante sottoporsi da subito a una visita dermatologica. Vediamo in che cosa consiste questa malattia della pelle e quali trattamenti abbiamo a disposizione.

Che cos’è l’acne, come si produce?

È una malattia così comune che di sicuro molti ne hanno avuto esperienza diretta. All’inizio, l’acne interessa i follicoli piliferi, elementi della pelle da cui nascono i peli.

All’interno dei follicoli tendono ad accumularsi il grasso e le cellule morte. Si creano, di conseguenza, punti neri e brufoli, i due segni principali di questo disturbo, che possono apparire in diversi punti del corpo. Le zone più colpite sono il viso, la schiena, il petto e le braccia.

Ragazza con pelle acneica
L’acne è una malattia cutanea di origine multifattoriale. È caratterizzata dalla presenza di punti neri e brufoli.

In quanto alle cause, abbiamo detto che si tratta di una malattia multifattoriale. Si possono, tuttavia, individuare quattro fattori scatenanti principali:

  • Eccessiva produzione di sebo.
  • Infezioni batteriche come quella causata dal Propionibacterium acnes.
  • Ostruzione dei follicoli piliferi, legata a un accumulo di grasso e cellule morte.
  • Attività ormonale elevata, soprattutto androgeni.

Atri fattori favoriscono la comparsa dell’acne o la aggravano. Lo stress, ad esempio, può peggiorarla, così come alcuni farmaci o la dieta.

Leggete anche: Acne sul viso: combatterla con 5 frullati detox

Quando e come si deve trattare l’acne?

I trattamenti contro l’acne vanno adottati alle prime avvisaglie. Non appena compaiono i primi sfoghi, sarebbe bene recarsi dal dermatologo; risalendo alla causa, è possibile determinare l’approccio migliore al caso specifico ed evitare la comparsa di sintomi più fastidiosi.

Ogni caso, infatti, richiede un trattamento specifico. Potrebbe quindi essere necessario sottoporsi a un esame diagnostico.

In generale, la cura dell’acne ha come obiettivo ridurre l’infiammazione e bloccare lo sviluppo dei batteri. Il trattamento deve essere applicato su tutta l’area interessata e non solo sul singolo sfogo. Vediamo, a seguire, alcune delle terapie più utilizzate.

I principali trattamenti contro l’acne

A seconda dello scopo cui sono rivolte, possiamo classificare le terapie antiacne in:

  • Terapie volte a ridurre la desquamazione delle cellule epiteliali.
  • Volte a combattere le infezioni batteriche.
  • Destinate a diminuire la produzione di sebo. Il farmaco più prescritto in questo caso è l’isotretinoina, un prodotto del metabolismo della vitamina A. Si tratta del farmaco d’elezione quando è alto il rischio di cicatrici.
trattamenti contro l'acne, pulizia allo specchio
In alcuni casi, oltre ai trattamenti topici per combattere l’acne, è necessario ricorrere a farmaci per via sistemica.

Trattamenti contro l’acne per ridurre la desquamazione delle cellule epiteliali

Tra i più comuni troviamo:

  • Tretinoina: è un farmaco retinoide che aiuta a normalizzare l’ostruzione dei follicoli. Possiede inoltre azione antinfiammatoria e preventiva contro la formazione dei brufoli.
  • Acido salicilico: è dotato di effetto antinfiammatorio, ma è meno efficace della tretinoina.
  • Adapaleno o tazaroteno: sono trattamenti nuovi, con efficacia simile alla tretinoina.

Scoprite anche: Acido salicilico: proprietà e usi più comuni

Farmaci utilizzati per combattere le infezioni batteriche

Il batterio Propionibacterium acnes è piuttosto sensibile a molti antibiotici. Tra i medicinali più prescritti a tale scopo troviamo:

  • Perossido di benzoile, soprattutto associato all’eritromicina.
  • Clindamicina.
  • Antibiotici sistemici come la doxiciclina, minociclina o cotrimossazolo.

In breve

I trattamenti contro l’acne a disposizione sono diversi. Vi consigliamo di consultare sempre il medico di base o il dermatologo per adattare la cura al vostro caso specifico.

  • Haider, A., & Shaw, J. C. (2004). Treatment of acne vulgaris. Journal of the American Medical Association. https://doi.org/10.1001/jama.292.6.726
  • Pérez, J. M. P., & De Hoyos López, M. C. (2012). Acné. Pediatria Integral. https://doi.org/10.1016/s1761-2896(16)80894-8
  • Fox, L., Csongradi, C., Aucamp, M., Du Plessis, J., & Gerber, M. (2016). Treatment modalities for acne. Molecules. https://doi.org/10.3390/molecules21081063