Trattare un orzaiolo con 5 fantastici rimedi naturali

6 Novembre 2018
Sebbene non si tratti di una patologia grave, la comparsa di un orzaiolo può essere ricorrente e accompagnata da fastidio e dolore. Per questo è sempre meglio avere a portata di mano dei metodi naturali per alleviarne i sintomi.

Trattare un orzaiolo è possibile? L’orzaiolo è un piccolo rigonfiamento rosso che appare sul bordo della palpebra e somiglia a un brufolo. È sensibile al tatto e può contenere pus. Si tratta di un’infezione batterica causata da Staphyloccocus aeurs (stafilococco ).

Non rappresenta un problema serio, poiché guarisce spontaneamente in due o tre giorni, anche senza la necessità di trattamento. Tuttavia, a causa del fastidio che genera, in molti preferiscono utilizzare dei rimedi per lenire il gonfiore e il dolore.

Fortunatamente esistono alcune soluzioni di origine naturale, che donano una sensazione di sollievo senza causare effetti indesiderati.

In questa occasione vogliamo condividere com voi i principali fattori associati all’infezione e i diversi rimedi casalinghi da prendere in considerazione per trattare un orzaiolo.

Trattare un orzaiolo: quali sono le cause?

Orzaiolo

L’orzaiolo è causato dal blocco della ghiandola sebacea all’interno della palpebra. Ciò facilita la proliferazione dei batteri (stafilococchi) e innesca una piccola infiammazione.

Fattori di rischio

Le probabilità di sviluppare un orzaiolo aumentano se:

  • Ci tocchiamo gli occhi con le mani sporche.
  • Mettiamo le lenti a contatto senza disinfettarle o senza lavarci le mani.
  • Dormiamo con il trucco.
  • Usiamo cosmetici scaduti.
  • Siamo soggetti a blefarite, un’infiammazione cronica dei bordi della palpebra.
  • Soffriamo di rosacea, una malattia della pelle che provoca rossore al viso.

Può interessavi anche: Struccanti naturali per pelli secche, grasse e sensibili

Come riconoscere un orzaiolo?

L’orzaiolo ha un forma simile ai brufoli causati dell’acne, pur non avendo niente a che vedere con questa patologia. In alcuni casi se ne possono sviluppare più di uno contemporaneamente.

I sintomi includono:

  • Un brufolo rosso sul lato esterno della palpebra
  • Dolore o sensibilità nella zona della palpebra
  • Infiammazione della palpebra
  • Lacrimazione
  • Sensazione di occhi sabbiosi
  • Sensibilità alla luce

Trattare un orzaiolo: soluzioni naturali

Nella maggior parte dei casi non è necessario utilizzare rimedi specifici per trattare un orzaiolo. Benché scompaia da solo, alcuni rimedi naturali possono comunque aiutare a calmare i sintomi.

1.  Aloe vera

Aloe vera

I cristalli contenuti nella pianta dell’aloe vera contengono principi attivi ad azione antibatterica e antinfiammatoria che favoriscono una sensazione di sollievo.

Come utilizzarla?

  • Prendete una piccola quantità di gel di aloe vera e massaggiate la zona interessata.
  • Lasciate agire per 5 minuti e risciacquate con acqua fredda.
  • Utilizzatela 2 o 3 volte al giorno, fino alla scomparsa dell’infezione.

Leggete anche: 9 proprietà medicinali del gel di aloe vera

2. Cetriolo

Questo ortaggio rinfrescante, possiede un leggero effetto antinfiammatorio che può favorire la riduzione della protuberanza.

Come utilizzarlo?

  • Tagliate alcune fette di cetriolo, mettetele a raffreddare nel congelatore e una volta gelate, applicatele sopra le palpebre.
  • Lasciate agire per 10 minuti e ripetete il trattamento per 2 volte al giorno.

3. Menta piperita

Menta piperita

L’effetto rinfrescante delle foglie di menta favorisce la diminuzione di prurito, dolore e arrossamento, causati da questa infezione.

Come utilizzarla?

  • Pestate alcune foglie di menta in un mortaio e applicate la pasta ottenuta, con un impacco, sulla palpebra interessata.
  • Fate agire per 5 minuti e risciacquate.
  • Ripetete il trattamento per due volte al giorno.

4. Patata cruda

Il succo che sprigiona la patata cruda è un noto rimedio per l’infiammazione e il fastidio causato dall’infezione agli occhi.

La sua applicazione sulla palpebra calma il bruciore e favorisce la diminuzione dell’orzaiolo.

Come utilizzarla?

  • Tagliate alcune fette di patata, lavatele bene e mettetele a raffreddare nel frigorifero.
  • Quando sono ben fresche, applicatele sulle palpebre e lasciatele agire per 5 minuti.
  • Eseguite il trattamento 2 volte al giorno.

5. Foglie di guava

Foglie di guava

Le foglie di guava sono diventate popolari come il rimedio alternativo più efficace per rimuovere l’orzaiolo.

Possiedono proprietà antitetiche, antimicrobiche e antinfiammatorie che aiutano la zona interessata, bloccando la proliferazione batterica.

Come utilizzarle?

  • Scaldate alcune foglie di guava, e quando raggiungono una temperatura adatta all’uso, applicatele sull’occhio interessato.
  • In alternativa, preparate un’infusione e usate il liquido per fare degli impacchi tiepidi.
  • Ripetete il trattamento per 2 o 3 volte al giorno.

Tenete a mente che, oltre ad impiegare questi rimedi casalinghi, dovete evitare di condividere oggetti d’uso personale, come asciugamani e cosmetici, per non propagare il contagio dell’infezione.

Non truccate gli occhi ed evitate di esporli per troppo tempo alla luce degli schermi.

1. Cheng K, Law A, Guo M, Wieland LS, Shen X, Lao L. Acupuncture for acute hordeolum. Cochrane Database of Systematic Reviews. 2017. 2. Lindsley K, Nichols JJ, Dickersin K. Interventions for acute internal hordeolum. Cochrane Database of Systematic Reviews. 2013. 3. Denk L. Hordeolum. In: Pediatric Clinical Advisor. 2007. 4. Lindsley K, Nichols JJ, Dickersin K. Non-surgical interventions for acute internal hordeolum. Cochrane Database of Systematic Reviews. 2017. 5. Mueller JB, McStay CM. Ocular Infection and Inflammation. Emergency Medicine Clinics of North America. 2008. 6. McAlinden C, González-Andrades M, Skiadaresi E. Hordeolum: Acute abscess within an eyelid sebaceous gland. Cleve Clin J Med. 2016;