Trombosi da anticoncezionali: in cosa consiste?

21 Agosto 2020
I contraccettivi ormonali sono un metodo anticoncezionale molto comune, ma non sono esenti da effetti indesiderati. C'è un rapporto tra estrogeni e trombosi che stiamo per spiegarvi in questo articolo.

L’uso di anticoncezionali ormonali è sempre più diffuso per prevenire gravidanze. Sebbene di solito sia sicuro, disponiamo di dati certi che rivelano che le donne che assumono questo tipo di farmaco presentano un rischio maggiore di trombosi da anticoncezionali.

Gli anticoncezionali ormonali sono un tipo di farmaci per via orale che attraverso la somministrazione esterna di ormoni sessuali impediscono la gravidanza. Per mezzo di questi ormoni si impedisce l’ovulazione a ogni ciclo mestruale della donna.

Oltre a questo, agiscono anche rendendo più spesso il muco vaginale, in modo da rendere più difficile agli spermatozoi attraversarlo. Sono altamente efficaci se utilizzati secondo le linee guida prescritte.

Quali sono gli anticoncezionali ormonali?

Ci sono molti tipi diversi di anticoncezionali ormonali. Possono essere i seguenti:

  • Orali: ovvero sotto forma di pillole anticoncezionali.
  • IUS ormonale: un dispositivo che viene inserito all’ingresso del collo dell’utero della donna e che rimani lì per qualche anno, liberando ormoni.
  • Cerotto anticoncezionale: è una striscia adesiva che si appiccica alla pelle e rilascia ormoni.
  • Anello vaginale: si tratta di un dispositivo da inserire in vagina a ogni ciclo mestruale, che rilascia ormoni a livello locale.
  • Innesto contraccettivo: si tratta di un innesto sottocutaneo che rimane lì per anni, secretando ormoni a ogni ciclo.

Visto che non si tratta di contraccettivi di barriera dobbiamo ricordarci che non proteggono dalle malattie a trasmissione sessuale, ma solo dalle gravidanze. Per i rapporti sessuali con persone sconosciute è ancora consigliato l’uso del preservativo.

Coppia che usa il preservativo.
A differenza del preservativo, gli anticoncezionali ormonali non proteggono dalle malattie a carattere sessuale.

Potrebbe interessarvi: Meglio fare una pausa dal metodo contraccettivo?

Cos’è la trombosi da anticoncezionali?

Viene definita trombosi quella formazione di un coagulo di sangue nelle vene profonde del corpo. Di solito colpisce soprattutto le gambe. Il coagulo può spostarsi lungo la circolazione sanguigna fino a stabilirsi in un vaso sanguigno più piccolo e interferire con la normale circolazione sanguigna.

Nel caso in cui questo coagulo si sposti verso i polmoni, prende il nome di embolo e diventa un’embolia polmonare. Questa è una situazione molto grave, con alta mortalità per le persone che ne soffrono.

Sono molti i fattori di rischio per sviluppare la trombosi. Tra le più comuni spiccano obesità e spesso immobilità.

Dopo un’operazione a seguito della quale bisogna rimanere sdraiati o nel caso di viaggi particolarmente lunghi sarà necessario prendere le precauzioni necessarie per non sviluppare trombosi. Altri fattori di rischio sono, ad esempio, il tabagismo e la gravidanza.

Potrebbe interessarvi: Pillole anticoncezionali: domande frequenti

Quali rischi a causa di una trombosi da anticoncezionali?

Illustrazione grafica della trombosi da anticoncezionali.
La formazione di un trombo è un evento grave, su cui bisogna intervenire subito

Sembrerebbe che gli estrogeni, elemento chiave degli anticoncezionali ormonali, siano responsabili di cambiamenti nel processo di coagulazione del sangue. Per questo motivo, prima di un’esposizione prolungata a elevati livelli ormonali, il rischio è un’anomalia nella coagulazione, oltre a un maggior rischio di trombi.

È stato calcolato che il rischio di soffrire di trombosi associata agli anticoncezionali è di 1 ogni 100.000 donne che li assumono.

Sebbene il rischio sembri basso, dobbiamo tenere conto che si tratta di donne giovani e con uno storico di salute sana, e che ci sono milioni di utenti di anticoncezionali nel mondo. Questo ne fa un ulteriore fattore di cui tenere conto quando scegliete questo tipo di anticoncezionale.

Eppure non tutti gli anticoncezionali ormonali presentano la stessa composizione. Sul mercato ci sono sempre più anticoncezionali con un dosaggio ridotto di estrogeni. In questo modo si riduce questo rischio e altri che potrebbero dipendere da questi ormoni.

L’anticoncezionale ormonale è comunque sicuro

Gli anticoncezionali ormonali sono tuttavia un metodo molto sicuro per prevenire la gravidanza. Un utilizzo diffuso e i progressi fatti nello sviluppo del farmaco lo rendono sempre meno responsabile di rischi. Tuttavia, non è esente da effetti indesiderati.

Per questo motivo l’ideale, prima di iniziare ad assumerli o a utilizzare qualunque tipo di anticoncezionali, è bene rivolgersi a uno specialista. Sarà questa figura a valutare i possibili fattori di rischio associati per decidere se l’uso è indicato o meno. Nel caso lo sia, verrà consigliato il formato e il dosaggio più sicuro.

  • Jordi Fontcuberta C. Trombosis en la mujer Aspectos prácticos.
  • Brito MB, Nobre F, Vieira CS. Hormonal contraception and cardiovascular system. Vol. 96, Arquivos Brasileiros de Cardiologia. Arquivos Brasileiros de Cardiologia; 2011. p. e81–9.
  • Contracepción hormonal y sistema cardiovascular [Internet]. [cited 2020 May 10]. Available from: https://www.scielo.br/scielo.php?pid=S0066-782X2011000400021&script=sci_arttext&tlng=es
  •  Amado JA, Flórez J. I. CONCEPTOS FUNDAMENTALES 1. Diferenciación gonadal y sexual 50 Hormonas sexuales: estrógenos, gestágenos, andrógenos y anticonceptivos hormonales.