Tutto quello che c’è da sapere sui nei

· 15 agosto 2014
Dovrete tenere sotto controllo i nei e rivolgervi ad uno specialista, per essere sicuri che non si tratti di altri problemi e per farne analizzare la forma, la dimensione e il colore.

I nei sono piccole macchie che compaiono sulla pelle. Sono molto comuni e si presentano di norma durante l’infanzia o l’adolescenza.

I nei si formano tramite l’azione di cellule incaricate della produzione dei pigmenti della pelle, chiamati melanociti.

Vengono denominati nevi o nei e possono avere differenti forme, possono essere piatti o voluminosi, lisci o rugosi, e anche il loro colore può variare.

Possono essere chiari, scuri o neri. In molte occasioni possono essere addirittura dello stesso colore della pelle.

La maggior parte dei nei non rappresenta nessun pericolo, quindi non c’è bisogno di estirparli.

Quasi tutte le persone hanno almeno dodici nei, sebbene esistano persone che ne hanno più di un centinaio, di cui la maggioranza è considerata attraente per via della forma e del luogo in cui si trova.

Tuttavia, quando un neo cambia colore, dimensione o forma, è importante consultare urgentemente il dermatologo.

Quando un neo smette di essere inoffensivo, inoltre, può causare bruciore, prurito, dolore o perdite di sangue.

I nevi displastici o nei atipici sono più grandi dei nei normali e possono arrivare a misurare più di un centimetro.

La forma può variare, così come il colore, da un colore chiaro pallido fino ad uno molto scuro su uno sfondo rosato.

Leggete anche: Attenuare il melasma: 3 trattamenti per ridurre le macchie

Osservare i nei

Esistono molte persone che possono arrivare ad avere cinque o più nei atipici. Anche in età avanzata possono continuare a presentarsi e si localizzano in qualsiasi parte del corpo, in particolare in quei luoghi che normalmente rimangono coperti.

Le persone che hanno molti nei atipici o precedenti familiari di melanomi, devono stare molto attente poiché sono maggiormente predisposte a soffrire di cancro alla pelle.

Le persone che hanno nei atipici devono stare ben attente ai cambiamenti che questi possono presentare e, a maggior ragione, se esistono precedenti di melanomi in famiglia.

Di fronte a qualsiasi dubbio, bisogna richiedere immediatamente l’aiuto di un esperto.

Non dimenticate, inoltre, che bisogna sempre utilizzare una buona crema solare perché i raggi del sole aumentano il rischio di sviluppare un cancro della pelle.

Leggete anche: Trattamenti disintossicanti per la pelle del viso

Come capire se i nei sono anormali?

Melanomi

È molto importante imparare a identificare i nei anormali; per poterlo fare bisogna esaminare la pelle con frequenza e stabilire la differenza tra un neo innocuo e uno cancerogeno.

Bisogna prendere in considerazione diversi fattori:

  • Un neo sospetto non è simmetrico, ossia una delle sue metà non è uguale all’altra e può variare in dimensione, forma, colore e spessore, non sembrando parte dello stesso neo;
  • I bordi sono molto irregolari, sono indefiniti e la forma non è precisa;
  • Il colore non è uguale in tutto il neo, può avere più colori allo stesso tempo;
  • La dimensione di un melanoma può essere tra i sei millimetri di diametro o un po’ più piccolo. Le dimensioni variano.

Di fronte a una qualsiasi di queste caratteristiche la cosa migliore da fare è consultare uno specialista perché se si lascia passare del tempo potrebbe diventare un problema di salute veramente complicato e pericoloso.

Ricordate che in casi come questo è fondamentale la prevenzione o, nel peggiore dei casi, se il melanoma si è ormai formato, la cura immediata è l’unico modo di fermare la malattia in tempo.

Guarda anche