Varietà di lattuga e come coltivarle

14 Giugno 2019
Esistono oltre 200 varietà di lattuga. Tuttavia, alcune sono più comuni e facili da coltivare, come la lattuga romana o l'iceberg. Vediamo insieme alcuni consigli.

Esistono diversi tipi di lattuga che, oltretutto, possono essere coltivate nel proprio orto. Ce ne sono di diverse dimensioni, forma e sapore. Vi state domandando quale varietà di lattuga scegliere? In questo articolo vi spieghiamo quali sono le opzioni disponibili e come coltivarle.

Quale varietà di lattuga scegliere?

Le proprietà della lattuga sono molte. Oltre a essere ricca di benefici è anche deliziosa, nutriente e basso apporto calorico. È composta, infatti, quasi per il 95% di acqua e contiene solo 15 calorie per 100 grammi.

Per quanto riguarda suoi nutrienti, è ricca di vitamine del gruppo A e C, oltre che di acido folico. Inoltre, apporta minerali come il potassio, il calcio, il fosforo, il magnesio e il sodio. Tra i suoi benefici:

  • Aiuta a conciliare il sonno.
  • Presenta proprietà analgesiche e calmanti.
  • Stimola le ghiandole digestive.
  • Esercita un leggero effetto lassativo grazie al suo contenuto di fibre.
  • Se ne consiglia il consumo in caso di diabete.
  • Contribuisce alla prevenzione di alcune forme tumorali in quanto ricca di beta-carotene.

Quali sono le varietà di lattuga più diffuse?

Esistono oltre 200 varietà di lattuga. Tra queste, le più conosciute sono:

  • Lattuga iceberg
  • Lattuga romana
  • Lattuga mini romana
  • Lattuga meraviglia d’estate

In base alla varietà, la lattuga può essere seminata in qualunque periodo dell’anno e raccolta dopo circa tre o quattro mesi. Un altro aspetto che ne rende la coltivazione molto facile è che non viene attaccata quasi mai dagli insetti. Tuttavia, bisogna fare attenzione alle lumache e alle chiocciole, ai funghi, agli afidi e ai passeri.

Qui di seguito vi presentiamo quattro varietà molto popolari e che potete piantare perfettamente nel vostro orto.

Lattuga iceberg

Varietà di lattuga riccia
La lattuga è una degli ingredienti preferiti per preparare le insalate. Contiene nutrienti importanti e ha un basso apporto calorico.

Vi proponiamo la varietà di lattuga iceberg, perché può essere seminata in qualunque periodo dell’anno. In neanche tre mesi, potrete già gustarla nelle vostre insalate. Presenta una forma rotonda, molto simile a quella del cavolo. Le sue foglie sono croccanti, e per questo è la protagonista delle insalate.

Vi consigliamo di leggere: Insalate miste da provare assolutamente

Lattuga romana

Si tratta di una delle varietà di lattuga più diffusa, di certo perché è facile da coltivare ed è resistente. Le sue foglie sono allungate, con grossi nervi centrali e caratteristici. Inoltre, è una delle più diffuse in Italia. Può essere piantata in qualunque periodo dell’anno e richiede poche cure. Soprattutto in inverno, è importante proteggerla dalle gelate.

Lattuga mini romana o germogli

Questa varietà è molto simile alla romana, ma ha dimensioni molto ridotte, da cui il suo nome. È tuttavia  nota anche con altri nomi, come germogli di Tudela o germogli di romana.

Questa versioni mini ha un sapore molto più dolce rispetto a quella romana. Inoltre, le sue foglie presentano spesse nervature centrali, sono ricce ed è piuttosto compatta. 

Anche se non fa molto caldo in estate e può essere piantata in qualunque periodo dell’anno, è meglio farlo da gennaio ad aprile, per raccoglierla in estate, oppure da agosto a novembre, per raccoglierla in inverno.

Vi consigliamo di leggere: I 7 segreti per la migliore insalata brucia grassi

Lattuga meraviglia d’estate

Lattuga meraviglia d'estate
La lattuga meraviglia si distingue per la sua particolare colorazione rossastra. Viene impiegata anche per altre preparazioni culinarie.

La sua caratteristica principale è il colore rossastro. Le sue foglie tendono a essere piuttosto ricce, per cui in alcune zone è conosciuta come lattuga riccia. D’altra parte, è una delle più apprezzate dal mondo della gastronomia.

Per quanto riguarda la coltivazione, dobbiamo tenere a mente che non è molto resistente al freddo. Il suo nome sembra derivare infatti dall’espressione “meraviglia d’estate”, e molti la conoscono come “lattuga estiva”. Se piantata ogni venti giorni, possiamo raccoglierla tutto l’anno, quando i suoi germogli sono ancora chiusi e compatti.

Raccomandazioni per seminare e coltivare la lattuga

  • La si può coltivare in vivaio, ma anche con semina diretta.
  • Si consiglia di interporre una distanza tra i 20 e i 30 cm tra le piante.
  • Se volete disporre del raccolto tutto l’anno, potete procedere con la semina scaglionata.
  • In quanto ai rischi, è una verdura che richiede un livello medio di attenzioni, soprattutto quando inizia a crescere il germoglio.
  • Si consiglia un terreno molto ricco di nutrienti.

Adesso sapete quanto è facile coltivare e raccogliere questa pianta. Se fatto periodicamente, inoltre, potrete gustare tutto l’anno insalate fresche e gustose. Ciò vi permetterà di godere di tutte le proprietà che questa pianta, così conosciuta e salutare, dona alla nostra salute.

  • Hae Dun Kim et al. “Sleep-inducing effect of lettuce (Lactuca sativa) varieties on pentobarbital-induced sleep”, Food Sci Biotechnol. 2017; 26(3): 807–814.
  • Jeon YJ et al. “Effects of beta-carotene supplements on cancer prevention: meta-analysis of randomized controlled trials”, Nutr Cancer. 2011 Nov;63(8):1196-207. doi: 10.1080/01635581.2011.607541. Epub 2011 Oct 7.
  • Diana M. Cheng et al. “Development and Phytochemical Characterization of High Polyphenol Red Lettuce with Anti-Diabetic Properties”, PLoS One. 2014; 9(3): e91571.