8 verdure che causano allergie

12 settembre 2018
In uno studio chiamato "Alergológica 2015", condotto in Spagna, è emerso che il 7,4% delle persone va dall'allergologo perché soffre di allergie a polline, frutta e verdura.

L’allergia a qualsiasi tipo di alimento non è altro che la risposta immunitaria esagerata del corpo umano a sostanze in grado di scatenare reazioni nell’organismo.

Le persone che soffrono di allergie alle verdure hanno un anticorpo chiamato IgE che causa queste reazioni. Questo anticorpo può essere prodotto anche se le verdure sono state consumate in precedenza.

In uno studio chiamato “Alergológica 2015”, condotto in Spagna, è emerso che il 7,4% delle persone va dall’allergologo perché soffre di allergie a polline, frutta e verdura.

I sintomi dell’allergia variano, sono di varia intensità e colpiscono uno o più organi del corpo.

Questi sintomi possono comparire se la persona consuma questo tipo di alimento, sia esso naturale o processato.

Bisogna tenere conto del fatto che non tutti reagiamo allo stesso modo ai diversi composti del cibo. Ogni corpo è diverso e ciò che influenza una persona non è necessariamente dannoso per gli altri.

Le reazioni allergiche agli alimenti di origine vegetale sono solitamente prodotte da alcune sostanze o molecole.

Ecco perché oggi, nel nostro spazio, vi proponiamo una piccola lista delle verdure che possono causare reazioni allergiche all’organismo.

8 Verdure che causano allergie

1. Carota

Carote causano allergie

Che ci crediate o no, ci sono persone allergiche alle carote. Se siete allergici al polline, probabilmente sarete allergici anche a questa verdura.

Questo accade a causa della somiglianza strutturale dei suoi componenti. Le proteine del polline sono simili a quelle delle carote.

Le proteine allergiche delle carote non scompaiono anche se le cuciniamo. Il responsabile è un allergene inalante che reagisce trasversalmente con la carota.

Tra i sintomi più comuni troviamo:

  • Anafilassi (difficoltà di respirazione, bassa pressione sanguigna e perdita di conoscenza)
  • Aumento della frequenza cardiaca
  • Ansia
  • Confusione
  • Vertigini

Nei casi più gravi, questi sintomi possono far andare una persona in coma e, addirittura, causarne la morte.

Appaiono rapidamente dopo l’assunzione del vegetale, quindi è necessaria l’immediata assistenza medica.

Forse non sapevate che: 8 benefici del frullato di carota

2. Lattuga

La lattuga è uno degli alimenti più correlati alla sindrome delle proteine di trasporto dei lipidi. L’assunzione di questo ortaggio è una causa frequente di allergia.

  • La lattuga produce anche anafilassi e occorre prestare attenzione anche ai diversi batteri patogeni presenti nelle sue foglie, che possono causare malattie.

Se non siamo allergici a quest’ortaggio, dovremmo comunque disinfettarla con cura, con acqua bollita o aceto, al fine di eliminare questi batteri in modo radicale.

3. Sedano

Sedano

Questa allergia è comune, poiché il sedano contiene un allergene simile a quello del polline di betulla. Il sedano crudo o cotto può causare reazioni che vanno dalla dermatite all’anafilassi.

Inoltre, l’assunzione di questo ortaggio e l’esposizione alle radiazioni ultraviolette possono produrre:

  • Fitofotodermatiti
  • Edema laringeo

Sebbene le reazioni del sedano negli esseri umani non siano state ben studiate, si raccomanda di interromperne subito l’assunzione in caso di sintomi strani.

Leggete anche: Dieta del sedano per 20 giorni

4. Spinaci

L’allergia agli spinaci è una delle più comuni. Questa verdura è ricca di istamina, una sostanza chimica che agisce nel corpo come un ormone e un neurotrasmettitore.

L’istamina si trova negli spinaci e viene rilasciata in grandi quantità nei processi infiammatori, motivo per cui è una delle principali cause di allergie.

5. Cipolla

Cipolla

La cipolla contiene un minerale specifico (zolfo) che rafforza la circolazione, ma che, in alcuni casi, provoca reazioni allergiche.

I sintomi di allergia alla cipolla compaiono immediatamente e includono:

  • Nausea
  • Vomito
  • Diarrea
  • Crampi allo stomaco
  • Orticaria (anche per contatto)
  • Infiammazione delle vie respiratorie
  • Anafilassi (in alcuni casi)

6. Aglio

Anche se ci sono pochissimi casi registrati di questa allergia, esistono.

Per alcuni individui i sintomi sono molto lievi, mentre per altri possono essere fatali.

I sintomi più comuni di allergia a questo vegetale sono:

  • Irritazione cutanea
  • Gonfiore della lingua e in alcuni casi della glottide
  • Dolore addominale
  • Diarrea
  • Nausea e vomito
  • Anafilassi

7. Spezie

Spezie

Pepe, senape, curry, cumino e anice possono causare allergie.

Queste sono un po’ più difficili da diagnosticare, poiché spesso si presentano sotto forma di una miscela e ci sono pochi test affidabili.

Tra i possibili sintomi troviamo:

  • Rinite
  • Asma (se inalato)
  • Reazioni cutanee (eczema)
  • Congiuntivite

Se non mangiate regolarmente queste spezie e non sapete se siete davvero allergici ad esse, è meglio evitarle o consumarle in piccolissime quantità.

8. Asparagi

Gli asparagi, insieme alla cipolla e all’aglio, appartengono alla famiglia delle Liliaceae.

In uno studio condotto sull’allergia agli asparagi, è stato evidenziato che le persone che hanno avuto contatti, inalato o ingerito questo vegetale, hanno sofferto di:

  • Rinite
  • Asma bronchiale (per inalazione)
  • Orticaria (eczema per contatto)
  • Anafilassi

Se non avete mai mangiato questa verdura e soffrite di uno qualsiasi di questi sintomi, è imperativo che andiate immediatamente dal medico.

In questo modo è possibile evitare che questi sintomi peggiorino nel tempo.

Guarda anche